Summer Games

Eternights: approfondiamo poteri, personaggi, minigiochi e QTE

Abbiamo intervistato Jae Hyun Yoo, autore di Eternights: ecco cosa ci ha raccontato a proposito del suo nuovo gioco.

Eternights: approfondiamo poteri, personaggi, minigiochi e QTE
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS5
  • Annunciato in occasione dello State of Play di giugno 2022 e in arrivo su PlayStation 5 nei primi mesi dell'anno venturo, Eternights è indubbiamente un titolo da tenere d'occhio. Come sottolineato nella nostra anteprima di Eternights, questo mescola infatti due anime completamente diverse e si presenta come un perfetto ibrido tra dating simulator e hack'n'slash. Incuriositi dal progetto, che quantomeno a primo acchito pareva di nipponica fattura, abbiamo subito scomodato il suo creatore, Jae Hyun Yoo, affinché fugasse i nostri dubbi sul sistema di combattimento e altri aspetti del prodotto.

    La mente dietro Eternights

    Everyeye: Vorrei rompere il ghiaccio con una domanda di rito e chiederle innanzitutto di parlarci del suo rapporto col mondo dei videogiochi. Com'è nata la sua passione per questo medium?

    Jae Hyun Yoo: I videogiochi mi sono sempre piaciuti sin da quando ero molto giovane. Il mio primo gioco, nonché il preferito in assoluto, è stato Final Fantasy VII, che in parte considero un simulatore di appuntamenti (ride).

    Mi sono lanciato nello sviluppo dei videogiochi quando ho iniziato a operare sul codice, al fine di migliorare la mia arte [e il mio lavoro] presso Disney. Dopo aver acquisito un po' di familiarità con il codice, sono rimasto sbalordito dalle possibilità che avrebbe potuto offrirmi in termini di creatività.

    Everyeye: Prima di fondare lo Studio Sai ha lavorato per colossi quali Apple e Walt Disney Animation Studios, dove si è occupato - tra le altre cose - della trasformazione del vestito di Elsa in Frozen e dei portali magici di Big Hero 6. Cosa l'ha spinta a creare un proprio studio e che impatto hanno avuto le sue esperienze pregresse su Eternights?

    Jae Hyun Yoo: Mentre lavoravo per conto di quelle aziende, dopo il lavoro creavo sempre delle app interattive sperimentali. Se adesso mi guardo indietro, penso di essere stato io a cercare qualcosa che mi divertisse maggiormente. In seguito ho imparato che raccontare storie che ruotano attorno alle relazioni tra i personaggi è qualcosa cui voglio davvero dedicare la mia vita.

    Everyeye: Studio Sai è composto da un team di sviluppatori indipendenti e provenienti da diversi Paesi, non a caso lo sviluppo di Eternights è avvenuto totalmente in remoto. È davvero sorprendente, specie se consideriamo che i lavori sono iniziati soltanto nel corso del 2019, prima ancora che l'emergenza sanitaria tuttora in corso costringesse l'intera industria ad adottare nuovi ritmi lavorativi. Come è stato possibile un simile traguardo e quante persone sono attualmente coinvolte nella realizzazione di Eternights?

    Jae Hyun Yoo: Il numero cambia sempre (ride). L'unico sviluppatore a tempo pieno attualmente impegnato sul progetto sono io. Ci sono però diversi collaboratori che contribuiscono saltuariamente al progetto.

    Relazioni, poteri e personaggi giocabili

    Everyeye: Attraverso un post su Twitter, l'illustratore LucidSky ha dichiarato che il protagonista di Eternights potrà frequentare tutti i personaggi presenti nella key art principale di Eternights, indipendentemente dal loro genere.

    Nello stesso playthrough sarà possibile instaurare delle relazioni amorose con più co-protagonisti (similmente a quanto avviene, ad esempio, in Persona 5) o saremo costretti a scegliere un unico partner ad ogni nuova partita?

    Jae Hyun Yoo: Potrete instaurare relazioni con più persone, se lo vorrete. Tuttavia, Eternights è focalizzato perlopiù sulle relazioni romantiche tra i personaggi, quindi le sue conseguenze potrebbero essere più impattanti verso la fine del gioco.

    Everyeye: Descritto come un "dating action game", Eternights sarà caratterizzato da due anime praticamente opposte, rappresentate appunto dalla componente da "dating simulator" e dal sistema di combattimento in salsa hack'n'slash. Come siete giunti a questo "insolito" accostamento? E inoltre, una delle due componenti avrà un peso maggiore nell'economia del gameplay o saranno adeguatamente bilanciate?

    Jae Hyun Yoo: Il genere è stato dettato principalmente dalla storia. Entrambi i generi aiuteranno i giocatori a immergersi nella storia raccontata da Eternights.

    Everyeye: Il protagonista di Eternights sarà l'unico eroe giocabile o potremo controllare anche Yuna, Sia e altri membri della banda? Le clip di gameplay incluse nel trailer di annuncio ci spingono a pensare che avremo un intero party a nostra disposizione, ma non riusciamo a levarci dalla testa il dubbio che gli interventi dei compagni possano essere soltanto delle mere azioni di supporto.

    Jae Hyun Yoo: Potrete impartire degli ordini specifici a tutti gli altri membri della banda, ma il protagonista rimarrà l'unico personaggio completamente controllabile di Eternights.

    Everyeye: Dopo aver perso il proprio braccio destro, non solo il protagonista di Eternights riuscirà a rigenerare l'arto amputato (o comunque una sua variante luminosa), ma ma potrà servirsene per sferrare dei pugni micidiali ed evocare una spada. Cosa può anticiparci sulla fonte di questi misteriosi poteri?

    Jae Hyun Yoo: Per rispondere a questa domanda dovrei farvi degli spoiler, quindi per il momento preferirei rimandare!

    Everyeye: Osservando il trailer abbiamo notato che anche Yuna, Min e Sia avranno delle capacità speciali. Per favore, ci parli delle loro abilità esclusive!

    Jae Hyun Yoo: Attraverso il trailer di Eternights abbiamo mostrato solo i loro attacchi elementali, come il fuoco, il tuono e il ghiaccio. In battaglia, però, i comprimari disporranno di diverse altre abilità che verranno sbloccate in base al rapporto instaurato col protagonista.

    Minigiochi, fattore tempo e QTE

    Everyeye: Parliamo ora della moto. Potremo utilizzarla quando vorremo o potrà essere evocata soltanto in determinati dungeon?

    Jae Hyun Yoo: Ci sono diversi minigiochi, come appunto quello della moto. Abbiamo anche un minigioco davvero emozionante e legato a Min, che però verrà svelato nel corso dell'anno corrente!

    Everyeye: Il sistema di combattimento di Eternights prevede dei Quick Time Event. Saranno molto frequenti?

    Jae Hyun Yoo: Vi servirete dei Quick Time Event prevalentemente per distruggere determinati nemici, ma ne troverete anche nella storia e durante gli appuntamenti.

    Everyeye: Abbiamo appreso che il fattore tempo sarà estremamente importante in Eternights. A quali conseguenze andranno incontro coloro che lo sprecheranno senza criterio?

    Jae Hyun Yoo: Semplicemente, non potranno continuare il loro viaggio! La verità è che, se non gestirete bene il vostro tempo, potreste incappare nella schermata di "game over".

    Everyeye: Eternights è un prodotto palesemente indirizzato agli appassionati di anime, manga e videogiochi di produzione nipponica. Dal momento che quella fascia di pubblico predilige il doppiaggio giapponese, avete considerato l'idea di doppiare il titolo anche nella lingua parlata nel Paese del Sol Levante?

    Jae Hyun Yoo: Presto annuncerò il doppiaggio, perché al momento la traccia parlata in giapponese è confermata al 98%. Prossimamente effettueremo un annuncio a riguardo!

    Quanto attendi: Eternights

    Hype
    Hype totali: 12
    72%
    nd