Final Fantasy 14: Naoki Yoshida sta lavorando per cambiare il genere MMO

Abbiamo intervistato il Producer di Final Fantasy XIV in occasione dell'uscita della patch 6.2, che ci ha parlato anche dei suoi propositi per il futuro.

Final Fantasy 14: Naoki Yoshida sta lavorando per cambiare il genere MMO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Lo scorso anno ha esordito Endwalker, la quarta espansione di Final Fantasy XIV (a questo link potete trovare la nostra recensione di Final Fantasy 14 Endwalker). Oltre a essere un contenuto eccezionale, chiudeva con estrema grazia il ciclo narrativo iniziato proprio con A Realm Reborn diversi anni prima, portando alla conclusione il conflitto tra Hydaelin e Zodiark, che per amore di semplicità potremmo definire come il bene e il male, o la luce e l'oscurità. Tutto quello che è avvenuto dopo Endwalker è - praticamente per la prima volta sin dal lancio - quasi territorio inesplorato, almeno dal punto di vista narrativo, con situazioni, antagonisti e nuovi compagni che stanno nuovamente cercando il loro posto nel mondo.

    Anche la struttura delle patch - che vengono definite 6.X (siamo al momento alla versione 6.2 del gioco e la successiva espansione porterà Final Fantasy XIV nella versione 7.0 del suo ciclo vitale) - avranno un ritmo diverso rispetto al passato, probabilmente per venire incontro alla natura più da "filler" - passatemi il termine - di questi contenuti a metà di due archi narrativi principali. Come ormai da (piacevole) tradizione, ho avuto la possibilità di fare qualche domanda a Naoki Yoshida, producer del gioco e principale artefice del successo di Final Fantasy XIV. Ecco cosa mi ha raccontato.

    Il modo e il ritmo dei contenuti

    "Non c'è molto che io possa dire in questo momento riguardo lo sviluppo della storia, visto che improvvisiamo tanto. Quello che però posso dire è che l'arco narrativo della versione 6.X non andrà oltre la 7.0. Credo anche che la storia e i contenuti della 7.0 saranno per i nostri giocatori un'esperienza nuova e fresca. Ma detto questo, ecco, al momento ci ho pensato solo abbastanza vagamente [ride]. Per inciso, la saga di Hydaelyn e Zodiark fu concepita proprio in questo modo e con questo ritmo, e il suo sviluppo è risultato naturale. Non è che avessimo predisposto chissà quale piano perfetto riguardo una storia lunga cinque o sei anni."

    Il "modo e il ritmo" a cui allude Yoshida sono una costante di A Realm Reborn sin dalla sua nascita, e prevedono una specifica cadenza di eventi e nuovi contenuti (come i nuovi raid post lancio, i raid da 24, le nove tomestones o gli aggiornamenti delle Relic Weapon), che accompagnano da sempre gli avventurieri di Eorzea. Tra questi ogni tanto spunta qualcosa di nuovo, e la patch 6.2, distribuita circa un mese fa, ci offre molteplici esempi.

    Se siete giocatori navigati, già sapete che stiamo parlando di Variant Dungeon, Criterion Dungeon e Island Sanctuary. Se invece non ne avete mai sentito parlare, vi basti sapere che sono nuovi dungeon da quattro utenti, contraddistinti da regole particolari: i primi per esempio possono essere affrontati senza restrizione di ruolo e hanno un percorso a bivi, mentre i secondi richiedono un light party e propongono un numero limitato di revive (la possibilità di tornare in vita dopo essere morti).

    "Penso che l'ideazione di Variant e Criterion Dungeon sia stata proposta intorno all'estate del 2021. Mi fu presentata da alcuni sviluppatori impegnati nei battle content quando stavamo finalizzando i raid di gruppo della versione 6. In passato, in qualità di director di FFXIV, ho spesso dato un occhio, almeno in termini generali, alla direzione, ai temi e ai concept di potenziali contenuti da inserire nel gioco, lasciandone poi al team di sviluppo la gestione a seguito dei miei input. In questo caso però è stato lo stesso team a venire da me con già le idee chiare riguardo direzione, tema e concept del contenuto, e abbiamo effettivamente iniziato a lavorarci dopo la patch 6.0.

    Solitamente la pianificazione viene attuata prima della pubblicazione di un'espansione ed è in quel momento che decidiamo cosa faremo nei prossimi due anni e mezzo. Per aiutarci usiamo sempre un grafico per i content plan: in base a quello valutiamo le risorse necessarie per ogni idea e prepariamo un piano d'azione, che con il passare del tempo diventa definitivo. Ovviamente ci sono poi dei contenuti che possono essere aggiunti nel corso del tempo e la pianificazione è soggetta a un certo grado di improvvisazione. In questo senso, siamo molto flessibili a cambiarla in base alle esigenze."

    Island Sanctuary e il futuro

    Island Sanctuary invece è un contenuto che va in grande discontinuità con le normali attività del gioco, e propone un'area totalmente scollegata da qualsiasi storyline che non sia la sua, piena di piccole attività fini a loro stesse, che ruotano principalmente intorno alla volontà di trasformarla in un posto più bello da vivere. Per fare un paragone, immaginate di avere un momento à la Animal Crossing (ma senza Tom Nook) tra un raid e l'altro.

    "L'idea dietro Island Sanctuary era quella di creare uno "spazio nel quale i giocatori possano distrarsi, sedersi e rilassarsi", pur rimanendo all'interno di Final Fantasy XIV. Ovviamente, parlando comunque di un gioco, dovevamo creare una serie di stimoli per l'utente. Ho però deciso che tutte le attività dovessero essere completamente opzionali. Che sia per svuotare la testa prima di un raid o lasciarsi alle spalle una giornata di studio o lavoro: non c'è un solo motivo per recarsi nella propria Island Sanctuary."

    In generale controtendenza rispetto a diversi altri giochi che hanno sulla copertina il logo Final Fantasy, A Realm Reborn è stato apprezzato anche per il modo in cui ha trovato il giusto compromesso tra l'anima fantasy e quella "cyberpunk" della serie, dando il giusto spazio alle macchine e alla magia, agli elementi high fantasy e a quelli invece più terreni.

    Questo bilanciamento è frutto prevalentemente della visione e della direzione di Yoshida, che non a caso è stato chiamato anche per dare una nuova anima alla saga principale (sarà infatti il responsabile di Final Fantasy 16).

    Il grande lavoro fatto su Final Fantasy XIV però non si limita all'ambientazione, ma anche alla fruizione: i MMORPG, giochi di ruolo online con un abbonamento mensile, sono visti spesso come una reliquia del passato, e sono solitamente associati all'idea (per niente campata in aria) di estrema fatica e ripetitività.

    In questo momento la sfida più grande che sto affrontando è quella di cambiare la percezione che c'è tra i giocatori riguardo gli MMORPG dice Yoshida "perché molti sono convinti che questi siano faticosi da giocare e vadano interpretati come una specie di lavoro. Modificare questa percezione non è certo una cosa facile, ed è per questo che sto investendo su questo cambiamento così tanti sforzi. Una volta che avremo finito, e che ci accorgeremo che il nostro duro lavoro ha avuto un effetto positivo su questa percezione, sono certo che mi troverò un altro traguardo da perseguire, ma al momento non ho ancora idea di cosa possa essere. Sono però sicuro che prima o poi qualcosa salterà fuori [ride]."

    Le risate di Yoshida, per chi ha la fortuna di vederlo di tanto in tanto, sono in grado di rilassare sempre l'interlocutore: sono calde, amichevoli e rassicuranti. Quello che però dovrebbe rassicurare i fan di Final Fantasy, ma in generale gli appassionati dei videogiochi, sono i propositi di Yoshida, e il modo in cui lui riesca sostanzialmente a mantenerli sempre.

    "Io e gli altri membri del team di sviluppo puntiamo sempre a fare "il miglior Final Fantasy possibile", e devo dire che con la conclusione della saga di Hydaelyn/Zodiark in Endwalker abbiamo la forte sensazione di esserci riusciti. Ma continueremo ad affrontare nuove sfide. Se riusciremo a far pensare ai nostri giocatori "è proprio il Final Fantasy che conosco e amo: è fantastico!" questo dipenderà completamente dal nostro lavoro, e dal tipo di impressione che noi riusciremo a far trasparire."

    Che voto dai a: Final Fantasy XIV Endwalker

    Media Voto Utenti
    Voti: 16
    7.6
    nd