Nioh 2: dall'arrivo su PC e PS5 al futuro della serie, parla il Team Ninja

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con gli sviluppatori di Team Ninja sulla versione completa di Nioh 2, in arrivo su PC e PS5.

Nioh 2: dall'arrivo su PC e PS5 al futuro della serie, parla il Team Ninja
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Il prossimo 5 febbraio sarà una data importante per Nioh 2: l'action-RPG del Team Ninja si appresta infatti a esordire con la Nioh 2 Complete Edition su PC, un'edizione del gioco che includerà il supporto ai 4K, ai 120 fps, ai monitor ultra wide e a mouse e tastiera. Ma non è tutto, perché sempre in quella data verranno pubblicati su PlayStation 5 sia Nioh Collection (una raccolta che comprende le versioni complete di entrambi gli episodi) sia il già citato Nioh 2 Complete Edition, ottimizzato ovviamente per la piattaforma next-gen di Sony.

    Un percorso che, dopo l'arrivo dei primi tre DLC di Nioh 2, conclude il supporto post lancio di un gioco di valore (per approfondire, eccovi la nostra recensione di Nioh 2), capace di appassionare milioni di utenti e di segnare una pagina importante nella storia della software house giapponese. Abbiamo approfittato dell'occasione per fare il punto con il producer Fumihiko Yasuda, che ha risposto alle nostre domande in merito alla Complete Edition, al futuro della serie e al possibile ritorno di un certo Ryu Hayabusa.

    L'importanza della versione PC

    Everyeye.it: Sappiamo che la versione PC di Nioh 2 includerà diverse migliorie tecniche, compreso il supporto ai 4K e ai 120 fps. Pensate che questi miglioramenti avranno un impatto consistente sull'efficacia del gameplay, specialmente considerando la sua natura frenetica e impietosa?

    Fumihiko Yasuda: L'aumento della risoluzione e del frame rate rappresenta senza dubbio un valore aggiunto per l'efficacia del gameplay di Nioh 2, e crediamo inoltre che possa avere un impatto positivo sull'immersività generale dell'esperienza

    Everyeye.it: Sempre a proposito del comparto tecnico, dobbiamo aspettarci la stessa quantità di opzioni grafiche vista nel primo Nioh, o questa avete ampliato l'elenco delle impostazioni per migliorare la scalabilità del gioco e offrire ai giocatori un maggior controllo sulla propria configurazione?

    Fumihiko Yasuda: Questa volta abbiamo fatto il possibile per offrire una gamma di opzioni più ampia, in modo da soddisfare appieno le esigenze dell'utenza. All'uscita della versione PC del precedente capitolo, in molti ci avevano fatto notare che questo aspetto dell'offerta necessitava di una maggiore attenzione, e per questo con Nioh 2 ci siamo posti l'obiettivo di aumentare considerevolmente la lista dei settaggi a disposizione dei giocatori. Questa volta abbiamo inoltre provveduto a garantire il pieno supporto ai monitor ultrawide, un'altra feature chiesta a gran voce dal pubblico.

    Everyeye.it: Il primo Nioh era un titolo piuttosto pesante per la GPU, e sfruttava molto poco la CPU. L'esperienza col precedente porting ha in qualche modo cambiato il vostro approccio al processo di ottimizzazione?

    Fumihiko Yasuda: Durante lo sviluppo abbiamo lavorato sull'engine per distribuire meglio il carico di lavoro tra GPU e CPU, anche tenendo a mente le caratteristiche di PlayStation 5. Volevamo che il porting del titolo si adattasse al meglio alle caratteristiche hardware delle due piattaforme, e siamo felici del risultato ottenuto.

    Everyeye.it: Possiamo aspettarci cambiamenti consistenti sul fronte del sistema di controllo, in particolar modo per quel che riguarda le periferiche tipiche dell'ecosistema PC, ovvero mouse e tastiera? Ricordiamo Nioh: Complete Edition non le supportava al lancio.

    Fumihiko Yasuda:Quando abbiamo lavorato alla versione PC del primo Nioh, il team non aveva una grande esperienza con le peculiarità di questa piattaforma, anche per quel che riguarda il sistema di controllo. Questa volta abbiamo potuto contare sulle competenze acquisite col precedente porting per offrire ai giocatori tutte le opzioni necessarie per sfruttare al meglio mouse e tastiera, in linea con le peculiarità ludiche della serie.

    Uno sguardo al futuro

    Everyeye.it: L'uscita di Nioh 2 su PC e PS5 rappresenta il qualche modo l'inizio di una seconda vita per il titolo, che proprio di recente, con la pubblicazione del DLC Il Primo Samurai (per approfondire, qui la recensione di Nioh 2: il Primo Samurai), ha concluso il suo percorso post lancio. Avete in programma di pubblicare nuovi contenuti nei mesi a venire?

    Fumihiko Yasuda: Al momento non possiamo condividere dettagli sui nostri piani per il futuro del supporto post lancio di Nioh 2. Detto questo, possiamo confermarvi che stiamo lavorando a nuovi contenuti per il gioco, dei quali cominceremo a parlare verso febbraio, nei pressi dell'uscita della Complete Edition. Potete quindi aspettarvi qualche annuncio in arrivo nelle prossime settimane.

    Everyeye.it: Volendo fare un paragone tra la versione PC e quella PS5 di Nioh 2, ci sono grandi differenze tra le due in termini di resa grafica?

    Fumihiko Yasuda: Possiamo confermarvi che, in linea di massima, la versione PS5 sarà molto simile a quella PC. La console ha potenza da vendere, ma è chiaro che i giocatori in possesso di un computer molto potente potranno spingere il titolo oltre i limiti imposti dall'hardware della console, ovviamente in base alla componentistica installata. Siamo comunque certi che gli utenti PlayStation resteranno soddisfatti dalle prestazioni di Nioh 2 sulla macchina next-gen di Sony.

    Everyeye.it: Pensate che, con l'esordio delle console di nuova generazione, sarà per voi più semplice sviluppare porting in grado di soddisfare appieno l'utenza PC?

    Fumihiko Yasuda: La potenza della next-gen, con limiti meno stringenti sul fronte dell'hardware, ci permetterà sicuramente di avere una migliore base di partenza per i futuri porting PC dei nostri titoli. Ovviamente dobbiamo tenere a mente che quello PC è un mercato in continua evoluzione, quindi non sappiamo come cambieranno le cose negli anni a venire. Al momento, però, possiamo confermarvi che PS5 ha reso questo lavoro di conversione più semplice rispetto al passato.

    Everyeye.it: Restando in tema di next-gen, che ne pensate delle funzionalità del DualSense e come avete intenzione di sfruttarle nella versione PS5 di Nioh 2?

    Fumihiko Yasuda: Le caratteristiche del DualSense rappresentano per noi una nuova e interessante opportunità, e la Complete Edition di Nioh 2 ci ha offerto una buona occasione per testare queste nuove feature. L'aggiunta del feedback aptico andrà a interessare buona parte delle interazioni tra il personaggio e il mondo di gioco, dentro e fuori dal combattimento, e ci sono frangenti in cui i grilletti adattivi provvederanno ad aumentare ulteriormente l'immersività del gameplay, ad esempio simulando la resistenza della corda degli archi.

    Everyeye.it: Chiudiamo parlando del futuro della saga: avete in programma di sviluppare un nuovo capitolo di Nioh in futuro? E per quanto riguarda Ninja Gaiden, possiamo nutrire qualche speranza circa un ritorno della serie?

    Fumihiko Yasuda:In tutta onestà non abbiamo ancora deciso quale sarà il futuro della serie, o che in direzione vorremmo andare per un eventuale Nioh 3, anche per quel che riguarda il periodo storico scelto come scenario per l'avventura. Qualora decidessimo di mettere in cantiere un sequel, sappiamo però che il nodo centrare della storia sarebbe sempre il medesimo, ovvero lo scontro tra le forze degli Yokai e i campioni dell'umanità. Allo stesso modo, l'evoluzione della formula dovrà necessariamente tenere conto di quelli che al momento sono i punti di forza e le caratteristiche fondamentali del gameplay. Parlando di Ninja Gaiden, ci piacerebbe molto mantenere in vita il franchise e continuare a produrre titoli all'interno della saga, e abbiano intenzione di fare il possibile per garantirgli un futuro brillante.

    Che voto dai a: Nioh 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 66
    7.3
    nd