Esport

Overwatch Contenders: Mowzassa, main tank Morning Stars si racconta

Mowzassa, main tank dei Morning Stars, ci racconta qualcosa di lui dopo lo splendido percorso nella stagione regolare dei Contenders.

intervista Overwatch Contenders: Mowzassa, main tank Morning Stars si racconta
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Samsung Morning Stars hanno fatto un figurone nella loro prima stagione agli Overwatch Contenders, il campionato cadetto targato Blizzard. Team Gigantti, Young & Beautiful, HSL Esports, i Bazooka Puppiez e i Winstrike sono tutti caduti, uno dopo l'altro, ai piedi dei dominatori di Bergamo. Insomma, i Morning Stars si sono presi di prepotenza la prima posizione in classifica e non l'hanno più mollata. Unici in Europa a non aver mai subito alcuna sconfitta.
    La rivoluzione del roster di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa deve aver fatto proprio bene alla formazione di Bergamo che ora va ai playoff stagionali con grande tranquillità e con mente serena. Soprattutto, può giocarsi i playoff senza alcun rischio. In quanto prima in classifica, infatti, la squadra di Bergamo è matematicamente sicura di avere uno slot assicurato ai prossimi Contenders. Tra i nuovi innesti del roster c'è anche Mowzassa, abile tank portoghese, schiacciasassi da prima linea. Ecco cosa ci ha raccontato Tiago Rodrigues, in una pausa tra un match e l'altro.

    Il ruggito di Mowzassa

    Ciao Tiago, vuoi presentarti al nostro pubblico?

    Ciao! Il mio nome è Tiago Rodrigues e vengo dal Portogallo, il mio nickname è Mowzassa e ho giocato ad altri titoli a livello professionistico prima di Overwatch, al momento come forse saprete gioco come main tank per il team Samsung Morning Stars.

    La via verso il professionismo è sempre stata un sogno da perseguire per te oppure no? Quali sono state le difficoltà incontrate durante questo percorso? Come hai cominciato, in Portogallo?

    Direi che l'opportunità di giocare a livello professionale si unisce alla mia passione; è una specie di sogno, sì. Ci sono molti ostacoli e difficoltà da affrontare, come dover giocare senza alcun supporto finanziario, investire tempo e denaro, naturalmente, può essere molto difficile e inoltre penso che sia molto dispendioso in termini di tempo per raggiungere il massimo livello di competitività. A mio parere un'attività del genere consuma molto più tempo rispetto a un lavoro normale.
    Riguardo a Overwatch ho iniziato a giocare con alcuni amici portoghesi che mi hanno fatto conoscere il gioco, ho provato a creare qualche squadra con giocatori portoghesi, ma la prima volta che ho trovato un vero successo nel mio percorso è stata con la mia prima squadra europea, che era fondamentalmente un mix.

    A che tipo di giochi ti piace giocare quando non lavori?

    Per essere completamente onesto al giorno d'oggi non gioco a molti altri titoli oltre a Overwatch, giocavo ad altri titoli come giochi di strategia, MOBA o FPS con i miei amici ma non lo faccio da un po', quindi suppongo di dover dire che gioco a Overwatch anche quando non sto "lavorando"!

    Come ha reagito la tua famiglia quando hai iniziato a giocare? Hanno sostenuto la tua decisione o no?

    Penso che quasi tutti i giocatori abbiano iniziato come me, avendo un fratello / sorella maggiore o addirittura un papà che ti mostra un gioco su console o PC. Ti rendi conto che è qualcosa che ti piace davvero fare! Gioco fin da quando ero molto giovane e ho notato sin da subito che mi piaceva competere: è così che mi diverto in un gioco, vincendo e gareggiando contro i migliori. Sì, sono molto fortunato ad aver avuto il pieno sostegno della mia famiglia nell'inseguire il mio sogno.

    Come riesci a dividerti tra la tua carriera e la tua vita privata?

    Ora che vivo in Italia è ovviamente più difficile da gestire visto che la mia ragazza, la mia famiglia e gli amici sono tutti in Portogallo, ma posso usare la mia precedente esperienza maturata con altre squadre per rispondere a questo, dato che vivevo in Portogallo. Per quanto mi riguarda, ritengo sia importante avere un buon equilibrio nel tempo investito per essere in grado di averne abbastanza per il lavoro e abbastanza per la vita privata. Non conosco esattamente le ore passate ad allenarmi o quelle con la mia ragazza / famiglia / amici ma semplicemente non trascuro nessuno di loro e dovrebbe essere abbastanza facile da bilanciare.

    Hai giocato per alcune squadre prima dei Samsung Morning Stars, ad esempio One.PoinT. Ti trovi bene qui, in Italia? Con i nuovi compagni di squadra?

    Sì, mi piace stare in Italia ma, naturalmente, si ha nostalgia di casa dopo un po', perché è normale che accada. Per quanto riguarda i miei compagni di squadra mi piace molto ogni singolo componente del team, mi sento come il mio allenatore e lo staff è anche molto disponibile e abbiamo un ottimo gruppo di persone che circondano questa squadra.

    Come vedi il futuro degli esport qui, in Europa?

    Beh, posso parlare solo per Overwatch perché non seguo davvero nessun altro gioco, ma la mia opinione generale e la mia preoccupazione per l'Europa come regione esport di Overwatch è che ritengo sia molto difficile ottenere il supporto adeguato dalle organizzazioni poiché ci sono molte organizzazioni che sostengono solo squadre locali, oppure hanno investito in Overwatch in passato e poi non ha funzionato. È molto complicato, secondo me, e migliorerà solo se o quando l'Overwatch League avrà più franchigie con base europea. Questo potrebbe voler dire che ci saranno più accademy nella regione, in grado di supportare pienamente le squadre ai Contenders.
    Quasi nessun giocatore in Europa può considerarsi fortunato da giocare per una società come faccio io, o anche avere uno stipendio. Per me è questo è un grosso problema nella struttura dell' EU Overwatch e finché questo non sarà risolto, la scena avrà serie difficoltà a svilupparsi correttamente.

    Come ti prepari prima di una partita? Quali sono le routine di allenamento fisico e mentale prima della partita?

    Non ho rituali particolari prima delle partite, ma ci sono alcune cose che considero essenziali per avere una preparazione di successo in una partita ufficiale. Il modo in cui ci alleniamo come squadra durante la settimana determinerà il modo in cui il singolo giocatore e la squadra giocherà durante la partita. Detto questo penso che la pratica e la preparazione mirata contro la squadra avversaria siano le cose più importanti. Il giorno della partita, a condizione che tu abbia una corretta fase di riscaldamento, dovrebbe andare tutto per il meglio.
    Per quanto riguarda l'allenamento fisico e mentale, quello che faccio è seguire alcuni esercizi che mi aiutano ad avere i livelli di energia del mio corpo al massimo o vicino al pieno potenziale e lo stesso per la mia mente, è importante essere in grado di essere in armonia con le persone con cui lavori e con te stesso per essere in grado di concentrarsi sul tuo unico obiettivo e devo dire che siamo fortunati ad avere la possibilità di lavorare con il professor Stefano Tirelli che ha sicuramente aiutato il nostro team a migliorare.
    Faccio la stessa pratica dei miei compagni di squadra, ma non ho bisogno di concentrarmi sulla mia mira tanto quanto loro dal momento che il mio ruolo non ha eroi che si basano su di esso, ma devo tenere traccia di altre cose che sono più strategiche e assicurami che la squadra giochi coesa e che tutti siano sulla stessa linea e che abbiano sempre bene in testa qual è il nostro piano.

    Il tuo ruolo è essere sempre in prima linea e costantemente sotto pressione. Devi anche proteggere i tuoi compagni di squadra. Come è essere sempre il primo obiettivo?

    È perfetto se sono il primo bersaglio degli avversari, significa che i miei compagni di squadra sono al sicuro! Non sento davvero alcuna pressione per il ruolo che svolgo, Overwatch è un gioco basato molto sul lavoro di squadra, per tutto il tempo in cui la tua squadra lavora bene e ci si aiuta a vicenda sai che se svolgi al meglio il tuo lavoro e loro fanno il loro, tutti saranno in grado di giocare al meglio per la squadra.

    La comunicazione è ovviamente fondamentale in un gioco come Overwatch: quali sono i segreti di una così intensa sinergia?

    Ci sono molti modi per perfezionare la comunicazione in Overwatch e dato che è una cosa così essenziale è molto importante che i team cerchino di renderlo il più pulito e chiaro possibile sin dall'inizio. Penso che alcuni piccoli consigli per una migliore comunicazione siano conoscere le cose più importanti di cui parlare prima e durante gli scontri, sapendo chi dovrebbe dire le cose necessarie come le Ultimate che la squadra nemica ha usato, quali invece hanno ancora disponibili, qual è il piano per il prossimo fight e come lo dobbiamo eseguire.
    Per me ci dovrebbero essere 2/3 (max) persone che pongono domande e pianificano e poi ogni giocatore dovrebbe menzionare come e in quale situazione vorranno usare le loro Ultimate. Il team deve essere d'accordo, è difficile spiegarlo senza usare la comunicazione di squadra come esempio, ma fondamentalmente il tutto sta nel perfezionare quei 5/10 secondi che si hanno tra ogni combattimento.

    Abbiamo assistito all'incredibile serie di vittorie dei Samsung Morning Stars, qual è il vostro segreto? Il 5-0 è un record per i Contenders europei. Sei soddisfatto?

    Citerò il mio allenatore su questo "Se darai il 100% durante l'allenamento allora vincerai", se dovessi confessare qualche segreto suppongo sia questo, crediamo che l'intensità e l'impegno che mettiamo nel nostro allenamento, sarà esattamente ciò che otterremo come risultato finale.
    Con ciò intendo dire che se allentiamo la tensione o non diamo veramente tutto ciò che abbiamo durante le partite d'allenamento tutta la negatività si riverserà sul risultato della partita.
    Sono molto soddisfatto, ma penso che in alcune partite ci aspettassimo di vincere per 4-0 e non per 3-1. Sì, abbiamo sempre vinto e questo è buono ma vogliamo sempre mettere in campo una prestazione forte: vogliamo vincere in modo convincente, che non ammetta repliche.

    Chiudiamo con un'ultima domanda. Puoi darci i tuoi social in modo che il pubblico di Everyeye.it ti possa seguire?

    Sì, naturalmente! Voglio ringraziarvi per l'opportunità di partecipare a questa intervista, è stata una bella esperienza. Per quanto riguarda i miei collegamenti social è possibile trovare tutto ciò che pubblico in questi: Twitter, Facebook, Twitch.

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 247
    8.4
    nd