Pokemon Sole e Luna TCG: la campionessa italiana ci svela i suoi segreti

In occasione del lancio di Invasione Scarlatta, terza espansione del GCC di Pokémon Sole e Luna, abbiamo scambiato qualche parola con Martina Canto.

intervista Pokemon Sole e Luna TCG: la campionessa italiana ci svela i suoi segreti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • 3DS
  • In principio era il videogioco, poi arrivarono l'anime, il Trading Card Game, e chi più ne ha più ne metta. Si parla degli anni Novanta, eppure oggi, 2018 alle porte, non ci troviamo in una situazione molto dissimile da allora. Dati alla mano, l'universo Pokémon sembra possedere una carica inesauribile. Il successo ottenuto da Pokémon Sole e Luna ne è probabilmente la prova più tangibile, così come anche la messa in cantiere di Ultrasole e Ultraluna, ormai prossimi all'esordio su Nintendo 3DS. Impossibile poi non citare il -pur controverso- fenomeno Pokémon GO. E ancora: avreste mai scommesso, dopo vent'anni da Mewtwo contro Mew, sulla possibilità di recarvi al cinema per vedere l'ennesimo lungometraggio a tema Pocket Monster? Scelgo te!, in sala proprio in queste settimane, leva ogni dubbio a chi ancora ne avesse.

    C'è poi il Gioco di Carte Collezionabili, un mondo estremamente vivace che, per ovvie ragioni, non abbiamo molte occasioni di approfondire in questi lidi. La recente uscita della terza espansione della serie Sole e Luna, Invasione Scarlatta, ci consente oggi di tornare brevemente sull'argomento. Come qualche mese fa, in occasione della presentazione di Guardiani Nascenti, abbiamo avuto il piacere di scambiare qualche parola con Martina Canto, campionessa italiana 2004 e 2008 del Trading Card Game di Pokémon. Quattro chiacchiere informali durante le quali, oltre alle novità dell'espansione, abbiamo strappato all'esperta qualche curiosità sul lato competitivo del franchise, ponendo altresì l'accento sulla scena videoludica odierna.

    Intervista a Martina Canto

    Everyeye.it: Ben ritrovata, Martina. Vedo che hai portato con te due kit di carte nuovi di zecca e un bel po' di bustine. Cosa c'è da sapere su questa nuova espansione del Gioco di Carte Collezionabili Pokémon Sole e Luna?
    Martina Canto: Si tratta della terza espansione della serie con protagonisti i Pokémon di Alola. Innanzitutto introduce le Ultracreature, che posseggono attacchi molto particolari e cercano di prevalere sugli altri Pokémon della regione, come sa bene chi ha giocato al videogame. A pareggiarne la potenza c'è poi Silvally, Pokémon leggendario creato apposta per tentare di contrastarle. Invasione Scarlatta si basa insomma su questa contrapposizione, ma non bisogna dimenticare la presenza dei Pokémon GX. Questi hanno attacchi fortissimi e punti vita elevati, ma donano due premi all'avversario nel caso in cui riuscisse a metterli KO. I due set tematici che vedi si chiamano invece Tuoni Roboanti e Zanne Micidiali, contengono 60 carte ciascuno e sono incentrati rispettivamente su Kommo-o e Hydreigon. L'espansione prevede anche nuove Carte Allenatore che potrebbero facilmente stravolgere il metagame. Lo scopriremo presto: le nuove carte entreranno in vigore il 17 novembre, proprio in concomitanza con il prossimo Campionato Internazionale, che si terrà a Londra.

    Everyeye.it: Leggo che ogni pacchetto contiene anche una carta per ottenere una busta di espansione online. Puoi spiegarmi cosa significa?
    Martina Canto: In effetti esiste anche una versione mobile del card game di Sole e Luna, giocabile da tablet. All'interno di ogni mazzo c'è un codice per "scaricare" una bustina completa. Le carte contenute nella bustina online, comunque, non corrispondono a quelle della confezione fisica in cui si trova il codice. Gioco fisico e digitale rimangono due cose separate.

    Everyeye.it: Quando ci siamo incontrati qualche mese fa per parlare della seconda espansione, Guardiani Nascenti, abbiamo sviscerato parecchio le regole del Gioco di Carte Collezionabili. Come puoi immaginare, qui su Everyeye siamo molto interessati anche al lato "videogiocoso" dell'universo Pokémon. Tu sei stata campionessa italiana di TCG per ben due volte, ma mi dicesti di essere pronta per una nuova avventura: quella dell'arbitraggio nei tornei videoludici ufficiali. Cosa cambia tra i due tipi di competizione? E perché questo passaggio da giocatrice ad arbitro?
    Martina Canto: Sono due mondi completamente diversi, è come passare dal giorno alla notte. Il gioco di carte è una sfida "a rilento": devi pensare a tutte le mosse che il tuo avversario potrebbe fare, anche in vista dei turni dopo quello immediatamente successivo. Nel videogame, ferma restando una competizione essenzialmente mentale, la strategia è molto più difficile da calcolare con largo anticipo. La mossa da compiere anche soltanto dopo due turni è imprevedibile, dato che cambia in base a quello che farà l‘avversario subito prima: è davvero molto difficile ragionare sulla lunga distanza. Mi sono buttata nell'arbitraggio dei tornei videoludici perché i videogiochi dei Pokémon, nonostante giocassi - e ancora giochi - a carte, mi piacciono da sempre. Ma il fatto di non poter prevedere con un certo anticipo le scelte dell'avversario mi avrebbe messo in difficoltà per com'è il mio modo di giocare, per cui ho preferito cimentarmi in un ruolo differente.

    Everyeye.it: Ti andrebbe di raccontare ai nostri lettori come si svolge un torneo di videogiochi Pokémon, a grandi linee?
    Martina Canto: Quasi tutte le competizioni prevedono una preiscrizione online da parte dei partecipanti. Viene creato un evento su una pagina Facebook dedicata, se il torneo è locale, oppure sulla pagina ufficiale Pokémon, se si tratta di un campionato internazionale o regionale. A seconda del tipo di torneo bisogna versare una determinata quota d'iscrizione. Dopodiché, in base alla quantità di iscritti, si stabilisce il numero di turni che comporranno la competizione: in gergo tecnico, sono i cosiddetti "turni di svizzera". Ciascun giocatore si sfida con chi ha la sua stessa percentuale di vittorie: per esempio, se un giocatore ha tre vittorie all'attivo non potrà mai capitare con chi ha tre sconfitte, fatta eccezione per casi molto particolari. Lo step successivo è rappresentato dalle eliminatorie, composte dai giocatori giunti in "Top 8". Normalmente il primo giocatore si scontra con l'ottavo, il secondo col settimo, e così via. In questa fase, per vincere, ogni giocatore deve avere la meglio in almeno due match su tre. Si arriva alla finale, che di solito viene anche trasmessa in streaming. È raro che una finale videoludica non venga streammata: a differenza del gioco di carte, dove la partita si svolge attorno a un tavolo, il videogioco è infatti molto più scenico e "teatrale", e vedere i Pokémon che combattono si presta benissimo alla trasmissione dell'evento. Nei tornei di gaming c'è anche un tifo diverso: il pubblico è molto partecipe, esulta ad ogni mossa mostrata a video. Il pubblico del TCG, al contrario, si lascia andare in un applauso solamente a fine partita.

    Everyeye.it: Con che frequenza si svolgono i tornei di Pokémon, di norma?
    Martina Canto: Dipende dal tipo di competizione. Parlando dei Campionati Regionali Europei, quest'anno se ne sono tenuti sei o sette. I tornei locali, che si svolgono cioè qui in Italia, hanno invece luogo una volta a settimana, solitamente durante i week end. È raro che si salti una settimana nel corso dell'anno. Succede solamente nei periodi di festività, dato che gli organizzatori dei tornei sono privati.

    Everyeye.it: Prima di salutarti, ti chiedo se, in un prossimo futuro, avremo modo di rivederti nelle competizioni TCG in veste di giocatrice.
    Martina Canto: Se il lavoro me lo permetterà, ne sarei sicuramente felice. Attualmente, essendomi appena trasferita, non posso contare su persone con cui testare i nuovi mazzi, e confrontarmi con gli altri giocatori via internet non è come farlo di persona. Le volte in cui mi capita di tornare a casa, però, non rinuncio mai ad esercitarmi. Anche perché ho un altro giocatore proprio in famiglia: mio padre, che è poi il Regional Professor Coordinator italiano del gioco ufficiale!

    Ringraziando Martina per la disponibilità, ricordiamo a tutti i lettori che Sole e Luna - Invasione Scarlatta è disponibile nelle edicole e nei negozi italiani dallo scorso 3 novembre.

    Che voto dai a: Pokemon Sole e Luna

    Media Voto Utenti
    Voti: 73
    7.5
    nd