Esport

Rainbow Six Siege: conosciamo Chaoxys del team Tempra Esports

Abbiamo avuto l'opportunità di conoscere meglio uno dei ragazzi del neonato team Tempra Esports, squadra francese ma dal cuore italiano.

intervista Rainbow Six Siege: conosciamo Chaoxys del team Tempra Esports
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Sono passate ormai alcune settimane da quando vi svelammo la nascita di una nuova realtà esportiva nel già ricco panorama competitivo di Rainbow Six Siege. I Tempra Esports sono un team italo-francese guidato da Dive, società che, oltre a essere azionista di maggioranza, si occupa anche della gestione operativa del team. Come dicevamo, il cuore dell'organizzazione è saldamente italiano: il CEO è Massimiliano Rossi, mentre il GM è Francesco Caforio, già figure fondamentali nei Samsung Morning Stars.

    La società, grazie a un round di finanziamento coronato da successo, ha acquisito in blocco il roster degli IZI Dream (quindi staff e giocatori), squadra transalpina che si è ben comportata nelle passate stagioni. I player che hanno rappresentato i Tempra Esports nella nuova EU League e che sono tuttora impegnati nei Nationals francesi sono: Nicolas "P4" Rimbaud, Axel "Shiinka" Freisberg, Christophe "Chaoxys" Soares, Dylan "Dirze" Brigitte, Valentin "Voy" Cheron. Noi abbiamo avuto l'opportunità di conoscere Chaoxys.

    A tu per tu con Chaoxys, flex dei Tempra Esports

    Ciao Christophe, ti va di presentarti ai nostri lettori? Giusto una presentazione veloce e il tuo ruolo all'interno del team.

    Ciao, mi chiamo Christophe "Chaoxys" Soares, ho 23 anni e gioco come flex player per i TEMPRA ESPORTS.

    Quando ti sei appassionato a R6 e da quanto tempo giochi? Come, secondo te, R6 (e la sua scena competitiva) si sono evoluti nel tempo?

    Sono principalmente un giocatore di FPS, quindi quando ho visto un nuovo sparatutto in prima persona ho subito deciso di provarlo. Gioco a R6 all'uscita del gioco, quindi da novembre 2015, ma ho iniziato a giocare molto da febbraio 2016.
    Per la scena esport, a parere mio il nuovo circuito è migliore di quello vecchio e Faceit ha fatto un lavoro fantastico durante la prima fase dell'European League. Dato che è nuovo, è difficile confrontare e avere una visione chiara di come sarà realmente la scena competitiva di R6 nel 2021/22022. Ma le cose stanno andando bene e sono sicuro che la strategia Ubisoft porterà l'esport di Rainbow Six ad un altro livello.

    Come hai accolto questa nuova avventura sotto la direzione italiana?

    Abbastanza bene, direi, come dimostrano i nostri risultati in campionato.

    Ti abbiamo seguito sui social media, abbiamo visto che avete fatto tappa in Italia recentemente. Com'è andata?

    Bergamo è una città bellissima, eravamo vicini a un posto davvero fantastico, dove avevamo delle belle specialità italiane. Sfortunatamente, con il Covid-19, non l'abbiamo vista al suo meglio, ma abbiamo comunque avuto nuovamente prova che l'Italia è fantastica e siamo sempre contenti di venirci.

    Quanto la situazione Covid ha influenzato la vostra stagione e quanto è difficile dividere il vostro impegno in due competizioni (Nationals francesi e EU League)?

    Il Covid sta influenzando la nostra stagione solo per gli eventi offline, ma non ha un impatto così grande per noi, dato che stiamo giocando da casa. Per quanto riguarda il campionato francese e l'EL, abbiamo alcune settimane difficili, soprattutto quando abbiamo giocato molto tardi la sera.

    Poiché il nostro obiettivo principale è l'European League, a volte è complicato essere al 100% per le partite del campionato nazionale. Ma, come squadra francese e soprattutto perché questa competizione ci ha permesso di diventare professionisti l'anno scorso, rimane davvero importante, quindi diamo il massimo per rimanere nella TOP4 e, poi, i playoff saranno un nuovo torneo.
    Quindi, per favore, non dimenticare di indossare la mascherina, ci manca così tanto giocare in un evento offline!

    Qual è l'abilità più importante per giocare a Rainbow Six Siege? Mira, conoscenza della mappa, comunicazione?

    Alla fine, sì, direi la conoscenza della mappa, la comunicazione e mira. Impariamo ancora oggi come gestire gli angoli su una determinata mappa, c'è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, quindi per me la conoscenza della mappa è estremamente importante e può far vincere alcuni combattimenti facilmente, per la comunicazione e il raggiungimento dell'obiettivo è qualcosa di cui avete bisogno in ogni FPS.

    Giocate assieme da molto tempo: quanto aiuta questo aspetto in un gioco come R6?

    Ci aiuta nel teamplay il fatto che ci conosciamo da molto tempo; sappiamo come ognuno di noi gioca, quindi a volte abbiamo bisogno di parlare meno. Inoltre siamo amici prima di essere compagni di squadra, quindi è più facile risolvere conflitti o problemi una volta in game.

    Quali sono le tue mappe e operatori preferiti (e peggiori, ovviamente) e perché?

    La mia peggior mappa è sicuramente Tower, è orribile; puoi entrare nella mappa solo con un ascensore o finestre. Non ho un operatore che odio, tutti portano qualcosa di diverso nel gioco. Non ho nemmeno una mappa preferita, per l'operatore invece direi Buck perché può aprire ogni muro come si desidera sia dal basso che dall'alto, pregi che lo rendono molto flessibile.

    Come si è evoluto lo "stile di gioco" della squadra nel tempo?

    All'inizio era davvero passivo con strategie super lente. Con il passare del tempo il meta è diventato sempre più aggressivo, penso che sia perché ora abbiamo molti operatori e molte più opzioni per attaccare e se giochi sempre di rimessa o rannicchiato in un angolo ti ritrovi rapidamente circondato senza poter fare molto.

    Il miglior consiglio che potresti dare a qualcuno che sta imparando a giocare a R6?

    Entrate in partita personalizzata, imparate le mappe, cercate di capirne la verticalità; la conoscenza delle mappe è estremamente importante su R6 e usate sempre droni e camere!

    Se potessi cambiare qualcosa del gioco, in questo momento, quale sarebbe?

    Per la parte Esport direi più ban per gli operatori, mentre per il gioco un Anticheat, non possiamo giocare in ranked con tutti questi cheater.

    Dove possono seguirti i nostri lettori sui social network? Conosciamo il profilo della squadra; ma vuoi darci il tuo?

    Ad essere sincero, sono un ragazzo "OTP TWITTER", quindi potete seguirmi su questo account.
    Dato che sono vicino ai seimila follower sapete cosa dovete fare, se volete supportarmi!

    Ringraziamo i Tempra Esports per la disponibilità e, ovviamente, Christophe per averci dedicato un po' di tempo tra un match e l'altro. La squadra è ancora impegnata nella French League, competizione nazionale transalpina che vede i ragazzi veleggiare attualmente in zona playoff.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 221
    7.7
    nd