GamesCom

The Wolf Among Us 2: trama, personaggi e retroscena del nuovo gioco Telltale

In attesa dell'arrivo della seconda stagione di The Wolf Among Us abbiamo intervistato Job Stauffer, Head of Creative Communications di Telltale Games.

intervista The Wolf Among Us 2: trama, personaggi e retroscena del nuovo gioco Telltale
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Nel cuore di un'estate densa di annunci e conferme, anche Telltale non perso l'occasione di deliziare i fan "mollando" una bomba da tempo attesa: una seconda stagione di The Wolf Among Us è attualmente in lavorazione ed è prevista per il prossimo anno. A tre anni dal finale di stagione di una delle serie Telltale più amate da critica e pubblico, il buon Bigby è pronto a fare il suo ritorno a Fabletown, in una nuova avventura ispirata alla serie a fumetti cult di Bill Willingham. Approfittando della presenza alla Gamescom di Job Stauffer, head of creative communications di Telltale Games, abbiamo raccolto qualche informazione sulla stagione in arrivo e scoperto alcuni interessanti aneddoti sulla genesi della serie.

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio

    Everyeye.it: Tanto per cominciare, perché diavolo ci avete fatto aspettare così tanto per la seconda stagione di The Wolf Among Us?
    Job Stauffer: (ride, n.d.r.) Quando abbiamo annunciato la prima stagione di The Wolf Among Us assieme a quella di The Walking Dead, nel 2011, il gioco non assomigliava per nulla a quella che sarebbe poi stata la versione finale. Il tono era molto leggero, quasi come quello di una commedia, anche se in realtà non era particolarmente divertente. Non eravamo soddisfatti, quindi il titolo è rimasto in sviluppo per un tempo molto più lungo del previsto, e poco prima della distribuzione dell'episodio d'esordio eravamo perfino arrivati a discutere la possibilità di cancellare del tutto il progetto, proprio perché non riuscivamo a trovare il "giusto tono" per l'avventura.

    A causa di questa moltitudine di dubbi e cambiamenti, non ci aspettavamo certo una risposta tanto positiva da parte del pubblico e della critica, o che il gioco si rivelasse il successo che è stato. La cosa, ovviamente, ci ha riempito di gioia e orgoglio. Dopo la pubblicazione di The Wolf Among Us siamo passati ad altri progetti, come Game of Thrones e Tales of the Borderlands, anche perché non credevamo che la richiesta per una seconda stagione sarebbe stata così alta. Internamente adoriamo il gioco, e i fan hanno continuato per anni a chiederne a gran voce un seguito, quindi abbiamo concluso che il 2018 fosse il giusto momento per tornare a parlare degli abitanti di Fabletown.

    Everyeye.it: La prima stagione di The Wolf Among Us si chiudeva con un clamoroso colpo di scena, che ha lasciato molti di noi a chiedersi "cosa diamine è appena successo?". A questo punto la domanda sorge spontanea: The Wolf Among Us 2 è un seguito diretto? Scopriremo la verità dietro quel colpo di scena?
    Job Stauffer: No, purtroppo no. In realtà non saprete mai la verità su Nerissa e sul finale della prima stagione. Creativamente parlando, volevamo che fosse un finale ambiguo. Voglio dire, noi sappiamo la verità ma non la riveleremo mai. Le nostre labbra sono sigillate (citazione da The Wolf Among Us, n.d.r.). La seconda stagione di The Wolf Among Us racconterà una storia completamente nuova, un mistero totalmente inedito.

    Everyeye.it: Ma possiamo almeno confermare che Bigby sarà uno dei protagonisti di questa nuova storia?
    Job Stauffer: Sì, gli unici personaggi che possiamo confermare al momento sono Bigby e Biancaneve. Detto questo, non ci stiamo ponendo limiti per quanto riguarda la scelta dei nuovi personaggi da inserire nella storia, né sui luoghi o i tempi nei quali ambientarla. I fumetti di Fables ci offrono una quantità praticamente illimitata di luoghi e tempi da visitare, e di personaggi da conoscere, quindi le possibilità sono infinite. Attualmente siamo ancora nel pieno della fase creativa e, beh, non possiamo dirvi altro (sorride, n.d.r.).

    Everyeye.it: Possiamo però dire che, scartati i dubbi del precedente ciclo di sviluppo, anche questa volta l'avventura offrirà ai giocatori tonalità squisitamente "noir"?
    Job Stauffer: Sì, tematicamente sarà molto simile alla prima stagione, ma la storyline sarà completamente nuova e non avrete bisogno di aver giocato al primo per godervi il secondo.

    Everyeye.it: L'autore di Fables, Bill Willingham, avrà un qualche ruolo nello sviluppo della seconda stagione di The Wolf Among Us?
    Job Stauffer: Attualmente stiamo finalizzando la scrittura della sceneggiatura, e sì, stiamo parlando con Bill proprio in questi giorni, ma per il momento non possiamo offrirvi maggiori dettagli sul suo contributo.

    Everyeye.it: In questa seconda stagione vedremo qualche novità sul fronte del gameplay?
    Job Stauffer: Con l'avvicinarsi del 2018, e di The Walking Dead The Final Season e The Wolf Among Us 2, ci siamo impegnati per evolvere il nostro format di gioco. È difficile entrare nel dettaglio e offrirvi esempi specifici di dove e di come il gameplay dei titoli Telltale cambierà, ma stiamo lavorando in quella direzione. Le novità potrebbero non interessare solo il gameplay ma anche le dinamiche di pubblicazione. Ora ogni stagione è composta da cinque episodi, distribuiti uno alla volta, ma in futuro potrebbero cambiare sia la lunghezza dei singoli episodi, sia il loro numero complessivo. In termini di gameplay, alcuni esempi dell'evoluzione del nostro format sono visibili nella seconda stagione di Batman e anche in quella di Minecraft Story Mode.

    Il secondo episodio della seconda stagione di Minecraft, in particolare, include diversi elementi di gameplay aggiuntivi che esulano un po' dalla formula classica delle avventure di Telltale. Ci sono alcuni elementi action, ad esempio, che danno quasi l'impressione di giocare ad un titolo della serie The Legend of Zelda ed essere alle prese con una boss battle. Molti giocatori potrebbero essersi persi questi cambiamenti, trattandosi di un titolo "per famiglie", ma quando sperimentiamo qualcosa in una serie, e quella cosa ci piace, è possibile che quegli elementi facciano la loro comparsa anche in altri titoli, come ad esempio The Wolf Among Us.

    Everyeye.it: Parlando del peso e delle conseguenze delle scelte dei giocatori, in The Wolf Among Us 2 le decisioni dei giocatori avranno un impatto più profondo sullo svolgersi degli eventi?
    Job Stauffer: Per noi è più importante che le decisioni operate dai giocatori abbiano un impatto sui giocatori stessi, piuttosto che sulle vicende a schermo. Detto questo, capiamo il desiderio dei giocatori di vedere conseguenze più chiare e nette per le loro azioni, anche perché nei nostri giochi i risvolti di alcune decisioni spesso si fanno chiari solo dopo qualche episodio, o magari solo nel finale, e per questo possono anche passare inosservate. Per ovviare a questo problema, già in Batman abbiamo introdotto delle annotazioni a fine episodio che mostrano l'evoluzione dei rapporti con i diversi personaggi a partire dalle scelte fatte dal giocatore, in modo da rendere più chiaro l'impatto delle stesse sullo svolgersi degli eventi. In ogni caso possiamo affermare che, sì, i giocatori vedranno più chiaramente l'impatto delle proprie scelte nelle serie che Telltale pubblicherà nel corso del 2018.

    Everyeye.it: The Wolf Among Us arriverà anche su Nintendo Switch?
    Job Stauffer: Adoriamo la piattaforma, sulla quale abbiamo già pubblicato Minecraft: Story Mode - The Complete Adventure. Portare il gioco su Switch è stato un processo molto naturale, quindi non ci sentiamo di escludere affatto la possibilità di portare anche altre serie sulla piattaforma di Nintendo.

    Quanto attendi: The Wolf Among Us: Stagione 2

    Hype
    Hype totali: 17
    84%
    nd