Apex Legends Ascensione: le novità della Stagione 7 in esclusiva

Abbiamo avuto l'opportunità di vedere e provare in anteprima le novità della settima stagione di Apex Legends, attesa per il 4 novembre.

provato Apex Legends Ascensione: le novità della Stagione 7 in esclusiva
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso un nuovo, importante update che promette di portare una travolgente valanga di novità al battle royale targato Respawn ed EA, quest'ultimo costantemente in crescita, tanto in termini di player base quanto riguardo alla qualità complessiva della produzione.
    Per introdurre il nuovo contenuto il team di sviluppo ha deciso di cambiare registro rispetto al caos provocato da Rampart nella scorsa stagione, deliziandoci con un intenso e toccante tributo a Interstellar in cui vengono abilmente inserite le principali feature che vedremo in azione dal prossimo 4 novembre.
    Invitati da EA, abbiamo avuto l'opportunità di vederle in anteprima e farci un'idea di ciò che Ascensione - questo il nome della prossima stagione - darà in pasto ai giocatori. E, fidatevi, di carne al fuoco ce né davvero tanta. Non solo una nuova leggenda e addirittura una mappa inedita, ma anche l'arrivo dei veicoli, il revamp del battle pass, il debutto su Steam, le versioni next gen e i Club.

    Purtroppo, però, a margine di tutto questo ben di Dio, dobbiamo segnalare il rinvio della versione per Nintendo Switch di Apex Legends, ormai prevista per il 2021. I lavori per il porting hanno subìto una battuta d'arresto a causa della situazione sanitaria globale.

    Verso l'Orizzonte degli Eventi

    Come dicevamo in apertura, la nuova recluta del roster è stata presentata ai giocatori attraverso un video ben costruito, in cui è possibile scorgere le principali caratteristiche che connotano Mary "Horizon" Summers. La brillante astrofisica di Olympus, nel tentativo di risolvere la crescente crisi climatica che sta mettendo a repentaglio l'ecosistema del pianeta, parte per una rischiosa spedizione verso un buco nero supermassivo per cercare di sintetizzare una forma cristallina che sarebbe dovuta esser la chiave per salvare il mondo dal collasso.

    Horizon, tradita dalla collega che la accompagna (probabilmente un'agente della Interstellar Manifacturing Corp.?), si trova alla deriva, impossibilitata a tornare a casa. Con la sua nuova scoperta, però, riesce a creare e a controllare un piccolo wormhole che le permette di far nuovamente rotta verso Olympus. Cosa che avviene solamente 87 anni dopo la sua partenza. Il figlioletto a cui promise di tornare presto se n'è andato da tempo e la metropoli è ridotta praticamente a un cumulo di rovine.

    Quale sarà la promessa fatta dalla dottoressa e in che modo si svilupperà la lore anche in riferimento alle altre leggende? Come vedremo tra breve, infatti, la nuova location possiede molteplici connessioni con il passato di diversi personaggi, oltre a esser comparsa più di una volta anche nelle passate stagioni.

    Torniamo a Horizon. La scienziata sembra essere più posata e riflessiva rispetto alla precedente aggiunta al roster, Rampart. Tutta apparenza, comunque, perché la dottoressa Summers saprà farsi rispettare nell'arena, grazie ad alcune interessanti trovate.

    Anzitutto, essendo un'astronauta e indossando la tuta gravitazionale, Horizon può contare su un vantaggio nelle cadute da luoghi elevati. Di solito, infatti, le altre leggende quando cadono da luoghi elevati perdono il "momentum". In altri termini la visuale viene influenzata dal contraccolpo subito a contatto con il suolo. Ecco, per la dottoressa questo non accade: sarà infatti possibile cadere da grandi altezze in maniera più "soft" e mantenere la visuale sul bersaglio, senza subire malus.

    Per ciò che concerne l'abilità tattica, invece, la nuova leggenda potrà contare sul cosiddetto "Gravity Lift", un gadget da lancio che inverte la gravità in un'area circoscritta. Questo può essere usato sia dal team, per raggiungere rapidamente luoghi elevati o spostarsi, sia per creare scompiglio tra gli avversari. Se lanciato correttamente, l'inversione della gravità farà schizzare in aria i nemici, rendendoli vulnerabili a una bella scarica di piombo (o energia, a seconda delle vostre preferenze).

    Infine, l'ultimate si ricollega a quanto visto nel trailer: grazie ai cristalli sintetizzati Horizon può innescare la creazione di un mini buco nero, in grado di attirare gli avversari e ammassarli in un unico punto su cui, chiaramente, Horizon e compagni potranno concentrare tutto il fuoco di cui disporranno. L'abilità suprema ci ha ricordato due cose: la Gravity Star di Titanfall 2 e la "Mina Traente" di Orisa, la combattente di Numbani di Overwatch. Ad ogni modo il buco nero creato da Horizon risulta decisamente più efficace, oltre a durare qualche secondo in più.

    Scorrazziamo per l'Olimpo

    Olympus è un luogo profondamente radicato nella cosmogonia creata dai Respawn: città natale di Lifeline e Octane, la location ricorre più di una volta in Apex Legends. Basti pensare al reveal trailer della quarta stagione - quando Revenant uccise i genitori di Loba, ancora ragazzina - in cui è possibile scorgere scampoli di una città iper tecnologica, ordinata, disciplinata e idilliaca: la stessa che, con tutte le evoluzioni del caso, sarà proprio la mappa della settima stagione.

    Dave Osei, senior level designer, ci ha spiegato che la scelta di cambiare location è stata dettata dalla volontà di dare ai giocatori qualcosa di nuovo e fresco, con una forte e decisa personalità, che potesse staccarsi da quanto proposto in precedenza.

    Olympus appare dunque come una città permeata da una tecnologia avanzata, che fluttua tra le nuvole in un apparente stato di quiete. Una specie di Elysium, insomma, per chi si ricorda il film fantascientifico del 2013 con protagonista il buon Matt Damon.

    La mappa è variegata al punto giusto; si compone infatti di aree molto diverse tra loro. È possibile ad esempio scorrazzare per Bonsai Plaza, la zona della "movida" di Olympus curata e piena di locali e ristoranti (la stessa in cui, tra l'altro, i genitori di Loba vennero barbaramente uccisi); Arcadia Area, una sorta di zona industriale labirintica in cui le leggende con abilità difensive potranno fare il bello e il cattivo tempo; il Rift, amena zona residenziale immersa nel verde.

    Olympus avrà altre interessanti caratteristiche. Prima di tutto un portale centrale, statico, in grado di collegare tra loro tre zone diverse della mappa. I giocatori potranno attraversarlo per godere del teletrasporto ma, da quanto sappiamo, potrebbero subire dei danni legati all'attraversamento.

    Ci saranno poi le "aree negative". Queste non sono una novità in Apex Legends: sono semplicemente le zone in cui i giocatori non possono addentrarsi senza subire danni. O morire, come nei fiumi di lava di King's Canyon. La nuova mappa, essendo una metropoli fluttuante, non poteva non avere delle aree negative legate al setting. In particolare, i giocatori dovranno stare bene attenti a dove metteranno i piedi, perché ci sarà il concreto rischio di cadere di sotto. Stando a quanto abbiamo visto, le fenditure e gli spazi aperti ci sono sembrati abbastanza infingardi da creare qualche difficoltà ma anche delle opportunità per provocare delle simpatiche kill "ambientali".

    Infine, Olympus segnerà il debutto di una delle aggiunte più importanti in termini di gameplay: l'arrivo del primo veicolo controllabile dai giocatori. Il Trident è sostanzialmente un hovercraft a propulsione che presenta tre postazioni: una per il guidatore e due frontali laterali per gli altri componenti del team. Se ne trovano sparsi per la mappa, possono essere utilizzati come mezzo per veloci rotation (anche come armi improprie con cui investire gli avversari), possono esser distrutti e fatti esplodere e, soprattutto, possono essere usati in combinazione con le abilità difensive delle leggende.

    Ad esempio Rampart può saltarci sopra e installare gli scudi per proteggere il posto del guidatore, oppure la torretta, per portare morte e distruzione in mobilità. I veicoli, pur essendo una gradevolissima aggiunta, in grado di dar vita a nuovi e divertenti modi di interpretare i match, non sono indispensabili. Se siete fedeli alla vecchia scuola, Olympus può esser percorsa tranquillamente a piedi; non mancano infatti zone riparate e spot tattici in cui sopravvivere.

    Club, Battle Pass, next gen e tutto il cucuzzaro

    A latere delle aggiunte più evidenti, il prossimo update presenta altre novità di assoluto peso per il futuro di Apex Legends. Anzitutto, come sappiamo, il battle royale è in procinto di debuttare su Steam.

    Salvataggi e progressi verranno traslati automaticamente da Origin, così i giocatori che decideranno di trasferirsi in casa Valve non perderanno assolutamente nulla di quanto guadagnato sino a questo momento. Il cross-play verrà dunque esteso e, per la prima volta, ci sarà anche la possibilità di creare i cosiddetti Club, ovvero lo strumento definitivo per costruire squadre migliori.

    La meccanica ricalca quella dei clan o delle gilde e consentirà ai giocatori di trovarne altri che corrispondono al loro livello di esperienza, interessi o stile di gioco, per costruire una piccola community (il limite sarà di trenta membri), coesa e non tossica. I leader di Club potranno ovviamente regolare tutti i parametri del caso: aprire o chiudere i recruit, accettare tutti i livelli o determinare un range (o un Rank, per quelle competitive), personalizzare i propri loghi, nome e tag.

    Stando a quanto ci ha detto il game designer Chad Armstrong, la feature è stata pensata per creare un maggiore senso di squadra ed evitare comportamenti tossici o poco simpatici. Sarà capitato a tutti di trovare giocatori molesti, o che se ne vanno per i fatti loro, oppure depredano il cadavere del compagno ignorando la rianimazione. Con i Club si dovrebbe in teoria creare un senso di maggiore unione tra i membri.

    Per ciò che riguarda il Battle Pass, la progressione è stata semplificata con un sistema "a stelle" per offrire ai giocatori maggiori opportunità di ricevere reward e salire di livello. Non solo: un tracker (comodamente richiamabile anche durante il match) evidenzierà i progressi nelle sfide settimanali e giornaliere. Come di consueto, nei cento livelli i giocatori troveranno una miriade di ricompense tra cui skin leggendarie (per Wraith, Octane e la R-99).

    Infine, è stata spesa qualche parola per quanto concerne le versioni console next gen, dato l'approssimarsi del loro arrivo. Apex Legends sarà disponibile al day one, per tutti i possessori delle nuove console, ma in retrocompatibilità (ovviamente full cross-play e cross-progression). Il vero e proprio upgrade alla nuova generazione arriverà invece più avanti e porterà diversi e importanti miglioramenti tecnici all'esperienza di gioco.

    Apex Legends La settima stagione di Apex Legends è ancora più ambiziosa della precedente. Il carico di novità che Ascensione porta con sé, infatti, è davvero ricco. Una nuova leggenda, ovviamente, ancora tutta da scoprire; una mappa inedita (ma già conosciuta dagli appassionati della prima ora) in cui i giocatori potranno divertirsi mettendola a ferro e fuoco magari a bordo del veicolo Trident. Ci attendono, poi, un rinnovato Battle Pass, la versione Steam, la retrocompatibilità al day one per la next gen, il debutto dei Club. Un bel po' di carne al fuoco, insomma, che di sicuro farà la felicità di tutti i giocatori. Ascensione, Horizon e Olympus debutteranno tra pochissimi giorni: il 4 novembre. Per cui affrettatevi a sbloccare le ultime ricompense di Massima Potenza!

    Che voto dai a: Apex Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 224
    7.8
    nd