Apex Legends Legacy: la stagione più ricca di sempre

Oltre il Battle Royale: la Stagione 9 di Apex Legends sta per aprire i battenti, sul piatto una quantità strabordante di novità.

Apex Legends Legacy: la stagione più ricca di sempre
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • I ragazzi di Respawn Entertainment ci hanno abituati piuttosto bene, dobbiamo ammetterlo. Uscito a sorpresa oltre due anni fa (come passa il tempo quando ci si diverte!), Apex Legends ha avuto un solo momento di "incertezza": tra la prima e la seconda stagione, quando sembrava che il team di sviluppo - probabilmente frenato anche dalla situazione interna ad EA - non sapesse bene la direzione da dare alla propria fenomenale creatura. Fu evidentemente un falso allarme, perché Respawn non si è più fermata, travolgendo la sempre più folta schiera di fan con update stagionali ricchi di interessanti novità.

    In particolare, le ultime due (per approfondire ecco il nostro speciale sulle novità di Apex Legends Stagione 8) hanno portato il gioco di Respawn a compiere un balzo evolutivo impressionante. Non è un caso che il battle royale, lo scorso febbraio Apex Legends abbia raggiunto quota cento milioni di giocatori. La nona Stagione, quella che sta per partire, promette di non essere da meno. Una nuova Leggenda, lo stravolgimento (ormai una consuetudine) di una mappa, un'arma inedita...e addirittura una modalità di gioco mai vista prima.

    Valkyrie, la nuova Leggenda

    Valkyrie si aggiunge al sempre più nutrito roster di Leggende degli Apex Games. Rivelata dal team di sviluppo - che dimostra di esser migliorato nel corso del tempo e di aver sviluppato uno spiccato estro creativo per lo storytelling - con un video lungo più di otto minuti, la nuova combattente è la figlia del famoso pilota Titan Viper, personaggio tristemente noto ai fan di Titanfall 2. La giovane, in Apex Legends, sembra essere alla ricerca di vendetta per la morte del padre. Non a caso la nuova leggenda utilizza sul campo di battaglia un esoscheletro-jetpack forgiato dai resti del Titan pilotato dal padre, il Northstar.

    L'esoscheletro, stando a quanto abbiamo potuto testare e soprattutto, stando a quanto raccontatoci dagli sviluppatori, sembra essere un'aggiunta decisamente potente. Valkyrie infatti (un po' come Pharah di Overwatch) può svolazzare sul campo di battaglia, anche se per un periodo di tempo limitato (altrimenti sarebbe davvero su un altro pianeta). Può raggiungere luoghi elevati in un batter d'occhio, avvicinarsi in un secondo agli alleati atterrati per portar supporto e, ovviamente, far piombare tutta la sua furia sugli avversari.

    Il jetpack è dotato di lanciamissili e la ragazza può lanciarne uno sciame per danneggiare e disorientare il nemico. Non solo: Valkyrie possiede una Ultimate che può davvero fare la differenza in situazioni pericolose: una volta lanciata le permette di spiccare nuovamente il volo e riposizionarsi sulla mappa. Attenzione, perché qui viene il bello: può portare l'intera squadra con sé. Per un "lancio bis", per così dire.

    Per far si che questa efficacia non sia solo apparente, chi sceglierà Valkyrie dovrà tenere a mente alcune accortezze che potrebbero costituire ben più in un grattacapo. Anzitutto, il jetpack è uno strumento rumorosissimo. Ciò significa che, una volta attivato, tutti gli avversari nelle vicinanze lo potranno udire e la vostra posizione sarà compromessa. Dovrete poi fare attenzione al livello del carburante e, soprattutto, al fatto che in volo la vostra traiettoria sarà prevedibile e tutto il vostro corpo sarà esposto al fuoco nemico. Infine, in volo - al di là dello sciame di missili - non potrete usare le granate. Scelta giusta e coerente con il fatto che Valkyrie ha entrambe le mani impegnate nel controllo del jetpack.

    Con la Leggenda arriverà anche una nuova arma: un arco, per la precisione. Il Bocek Bow è un'arma - lo confermiamo - davvero potente, in grado di infliggere tremendi danni a medio e corto raggio. Molto tecnico da usare, lo dobbiamo ammettere, ma sa dare grandi soddisfazioni, anche per la possibilità di installare piccole chicche come le frecce esplosive, o Shatter Cap.

    Il sangue scorrerà a fiumi, nell'Arena

    Incredibile ma vero: Apex Legends avrà una modalità inedita...e permanente. L'Arena rappresenta, sostanzialmente, la risposta al motto che girava da qualche giorno sui social del developer (e ovviamente nei leak pubblicati un po' ovunque): "andare oltre al semplice concetto di battle royale".

    A differenza di altre modalità a tempo, semplici variazioni sul tema (con modifiche a mappe e drop), Arena parte da un concetto totalmente unico. Procediamo, però, con ordine. Le prime avvisaglie su questa modalità inedita si sono avute nell'ottobre dello scorso anno, quando il leaker Shrugtal ha sottolineato che il nome era stato aggiunto al codice di battle royale, facendo riferimento a una fantomatica modalità "3v3".

    Ebbene, il leaker ci aveva preso, anche se non su tutto. Nonostante il codice possa esser stato aggiunto al gioco a settembre-ottobre 2020, la modalità si trova in sviluppo addirittura da settembre...2019. Quasi due anni di playtest e aggiornamenti hanno condotto Respawn a quell'affidabile grado di maturità necessario per integrare un update totalmente diverso da quanto proposto sino ad ora. All'inizio, infatti, l'Arena assomigliava più a un battle royale ristretto: otto squadre per ventiquattro giocatori. Feedback e playtest continui, come dicevamo, hanno però condotto il team a optare per qualcosa di più rivoluzionario e competitivo. Un deatmatch per due team, 3v3, round based.

    Per vincere una partita di Arena, è necessario infatti vincere almeno tre round ed essere in vantaggio rispetto alla squadra nemica di almeno due punti. In tutto i round sono nove. In ogni round il team inizia sempre "da zero", ovvero con un po' di equipaggiamento base e alcuni materiali da utilizzare per acquistare armi, utility e potenziamenti per le stesse.

    La barra della difficoltà viene alzata a ogni round, man mano che il gioco assegnerà sempre più materiali rispetto a quello precedente. Le armi, ad esempio, possono essere potenziate fino alla rarità epica. A patto, ovviamente, che il giocatore abbia fondi sufficienti. Le abilità Ultimate invece hanno un numero limitato di usi ogni round in Arena.

    Anche queste, come l'equip, possono essere acquistate tra un round e l'altro. Insomma, Respawn, con Arena, strizza l'occhio alla famosa "componente economica" resa celebre con i tactical shooter come CS:GO, VALORANT, Rogue Company. La volete sapere una cosa? Funziona. E diverte.

    Arena ci è parsa non solo un semplice diversivo dalla modalità principale...ma proprio una esperienza completa e soddisfacente. Soprattutto, che riesce a camminare con le proprie gambe. Su un'altra cosa il leaker Shrugtal aveva ragione: le varianti delle mappe, pensate appositamente per l'Arena.

    Le partite si svolgeranno in un mix di luoghi familiari e inediti, con due nuove personalizzazioni create appositamente per l'Arena: "Party Crasher" e Phase Runner". Party Crasher presenterà un mix di tutti i tipi possibili di ingaggi che i team possono incontrare in una partita (ovvero fight nel corto, medio e lungo raggio).

    Phase Runner invece incoraggia maggiormente gli scontri a medio e lungo raggio poiché i giocatori combatteranno su una location più "ariosa".
    Altre mappe ripensate e riproposte saranno l'Artillery di Kings Canyon, la Termal Station da World's Edge e i Golden Gardens da Olympus. Qualcosa del battle royale è rimasto, comunque. Sparsi per l'area, i giocatori troveranno alcune lootbox con oggetti curativi e scudi, oltre a cilindri da cui fregare un po' di materiali in più da spendere nella buy phase tra un round e l'altro. Inoltre nel corso dello scontro, l'anello inizierà a chiudersi sempre più rapidamente e un unico super drop, pieno di armi potenziate atterrerà in una zona prefissata e nota ai team, portando a opportunità di looting decisamente invitanti ma anche molto rischiose.

    Proprio come con altre modalità, ci saranno ricompense cosmetiche. Ci aspettiamo anche che ci siano reward uniche ottenibili solo giocando alle Arene e sfide specifiche per questa modalità. Ultimo ma non ultimo: la modalità non avrà solo la casual mode, ma anche una ranked, per tutta la gioia dei player competitivi. Attenzione, però, perché Respawn al momento non vuole sentir parlare di esport.

    La caduta di Olympus

    La nuova mappa introdotta nella Stagione 7 di Apex Legends, Olympus, subirà un importante restyling in Legacy. In particolare, diverse fonti nelle settimane scorse, avevano riportato indizi riguardanti una mappa...infestata.

    Ora ne abbiamo avuto la conferma dallo stesso team di sviluppo. Una flottiglia di navi alla deriva provenienti dallo spazio profondo ha fatto breccia nell'atmosfera di Psamathe e una nave chiamata "Icarus" ha impattato contro Olympus liberando il suo pericoloso ospite: una pianta parassita di origine sconosciuta. L'infestazione ha portato enormi cambiamenti rispetto alla location che abbiamo imparato a conoscere l'estate scorsa: molta più vegetazione, che forse ha sostituito anche parte dell'architettura esistente.

    In particolare, spazi aperti e linee di tiro sono state modificate e di sicuro altereranno il gameplay creando nuove variabili tattiche e di rotation.
    Ad esempio la Icarus si è talmente incuneata in Olympus da aver completamente chiuso un'intera zona e ora i giocatori dovranno invece attraversarne gli interni per passare dall'altra parte.

    La cosa interessante è che all'interno della nave si possono trovare anche i corpi di alcuni scienziati che hanno lavorato a bordo della nave, i cui cadaveri celano particolari keycard che permetteranno di avere accesso ad alcune stanze con il miglior bottino possibile.

    Apex Legends La nona stagione di Apex Legends promette di essere ancora più ricca delle precedenti. Vero, lo diciamo praticamente a ogni update stagionale. Eppure è così. I ragazzi di Respawn Entertainment continuano a lavorare a testa bassa, per arricchire la loro creatura con nuove feature che possano andare oltre alla semplice mappa o all'ampliamento del roster. Per Legacy - oltre alla nuova leggenda, alla rivisitazione di una mappa, a un'arma inedita - stiamo parlando anche di una modalità di gioco competitiva, inedita e permanente, staccata dalla "solita" esperienza ludica del battle royale. Senza contare che il team sta anche per aprirsi al mobile, con la versione tascabile di Apex Legends. Insomma, appassionati di Apex Legends, aspettatevi una - l'ennesima - stagione esplosiva.

    Che voto dai a: Apex Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 226
    7.8
    nd