Arma Reforger: missione realismo, alla ricerca della simulazione

Abbiamo provato Arma Reforger, il nuovo gioco della serie di FPS simulativi approdato in Early Access su PC e Xbox Series X|S.

Arma Reforger
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Xbox Series X
  • Nel vasto panorama delle produzioni multiplayer odierne, esistono alcune opere che, per sopravvivere, necessitano non tanto di un gran numero di giocatori sui propri server, quanto di una community sufficientemente attiva da contribuire allo sviluppo di nuovi contenuti, in grado di intrattenere l'utenza per anni. A seguire questa filosofia è la serie Arma di Bohemia Interactive, che negli anni ha sfornato alcuni dei più autorevoli sparatutto simulativi tra quelli presenti sul mercato.

    In seguito ad un evento intitolato "The Future of Arma", il team di sviluppo ha annunciato che il quarto capitolo dell'IP ci metterà anni ad arrivare sul mercato e che nel frattempo i giocatori dovranno "accontentarsi" di Reforger, progetto minore che serve anche e soprattutto a collaudare il nuovo Enfusion Engine, cuore pulsante delle future produzioni targate Bohemia Interactive. Dopo aver messo le mani per qualche ora sull'Accesso Anticipato di Arma Reforger, siamo pronti a svelarvi tutti i dettagli di questo prodotto che, pur essendo al momento alquanto povero di contenuti, mette in luce notevoli potenzialità.

    Un capitolo di transizione

    A sottolineare il fatto che Arma Reforger sia solo un episodio di passaggio è l'utilizzo di una mappa che i fan di Bohemia interactive conoscono alla perfezione. L'isola che fa da sfondo alle peripezie dei nostri soldati prende il nome di Everon ed è la stessa già vista in Operation Flashpoint, con l'unica e sostanziale differenza che questa volta ci troviamo dinanzi a una ricostruzione in Enfusion Engine.

    Il conflitto che incalza sui bucolici paesaggi dell'isola è quello tra Russia e Stati Uniti: ci troviamo infatti in una versione alternativa degli anni '80 e la Guerra Fredda non è andata esattamente come abbiamo letto sui libri di storia, degenerando fino a riportare in trincea le due nazioni e l'immancabile FIA (Freedom and Independence Army).

    Se siete fan della serie e vi state sfregando le mani all'idea di un nuovo Arma, fareste bene a frenare l'entusiasmo. Chi è abituato alle vecchie release dello shooter non deve aspettarsi un prodotto in linea con i precedenti episodi, né in termini contenutistici né per quello che concerne la rifinitura del comparto tecnico. Innanzitutto, occorre precisare che Reforger è privo di qualsivoglia modalità offline e, se escludiamo il breve tutorial che può essere completato in solitaria, l'intera esperienza è focalizzata sul multiplayer e su una sorta di editor.

    Conflict è la classica corsa alla conquista dei punti di controllo della mappa, ma in un'ottica più realistica: il percorso che conduce alla vittoria è tutt'altro che lineare e non si traduce in una lunga serie di frenetici conflitti a fuoco. Per raggiungere il podio occorre agire d'astuzia, isolare le comunicazioni, conquistare avamposti che favoriscano il respawn degli alleati caduti in battaglia e condurre le risorse in questi luoghi, in modo da costruire tutte le strutture utili al rifornimento dei soldati. Non si tratta di una modalità di gioco particolarmente originale e i tempi morti tra un'azione e l'altra sono molto lunghi. È però impossibile ignorare come il gameplay di un prodotto del genere sia in grado di regalare momenti di grande divertimento: nel bel mezzo di una partita, ci siamo imbattuti in un gruppo di soldati palesemente esperti, e abbiamo così deciso di seguirli. Dopo una lunga passeggiata fatta di battute e canticchiate, tutto è diventato improvvisamente serio e ci siamo addentrati con grande attenzione in una fitta foresta: il breve tratto percorso tra gli alberi ha favorito la nostra azione furtiva e siamo sbucati all'interno di un accampamento nemico sorvegliato da una manciata di nemici, fatti fuori senza troppi problemi grazie al fattore sorpresa.

    Dopo aver conquistato il punto di controllo, ci siamo trincerati e abbiamo eliminato tutti quegli avversari che, avendo sentito il frastuono degli spari, sono accorsi in aiuto dei loro alleati senza troppa fortuna. Al netto dei limiti attuali del gioco, situazioni come questa ci lasciano ben sperare per il futuro, che speriamo sia anche e soprattutto denso di nuove modalità. Prima vi abbiamo infatti parlato di due diverse opzioni di gioco: Conflict è l'unica che può garantire divertimento immediato, mentre la seconda è molto più complessa.

    Game Master è indirizzata solo a chi vuole iniziare a creare contenuti per Reforger senza però mettere mano ai tool di sviluppo avanzati. Avviando la partita, il giocatore si trasforma in una sorta di divinità che, con la visuale libera sull'isola di Everon, può fare ciò che più gli aggrada.

    Durante la nostra prova di Game Master ci siamo sbizzarriti e abbiamo provato a concepire piccoli scenari di guerra, posizionando sia oggetti che fanno da sfondo come container e carcasse di corazzati, sia truppe appartenenti a fazioni diverse che possono poi scatenarsi in un conflitto a fuoco. Oltre a spostare queste ‘pedine' come in un god game qualsiasi, possiamo anche prendere il controllo di uno dei soldati e dare il via ad una sorta di piccola missione PvE, magari da condividere con altri giocatori.

    Ed è proprio per via di questo editor, disponibile anche su Xbox, che abbiamo notato una prima lacuna di Arma Reforger: l'IA. Al momento, infatti, l'intelligenza artificiale dei soldati è ridotta all'osso e non permette loro nemmeno di salire a bordo di un veicolo. A colmare questa lacuna potrebbero essere i modder, dal momento che tra i vari tool inclusi nel workshop dell'Enfusion Engine troviamo anche tutta la strumentazione utile a definire gli atteggiamenti dell'IA.

    Un gunplay equilibrato

    L'aspetto più solido dell'Accesso Anticipato di Reforger è senza alcuna ombra di dubbio il gunplay. Utilizzare le varie bocche da fuoco è sempre divertente e restituisce ottime sensazioni per via dell'equilibrio tra realismo e accessibilità che non rende frustrante imbracciare un fucile d'assalto. Ovviamente dovrete calcolare con precisione il colpo e avere una gestione oculata dei proiettili, ma al di là di questi fattori ci troviamo di fronte ad un gioco che offre fasi di shooting tanto tattiche quanto divertenti. Un po' meno curato è il meccanismo attraverso il quale possiamo sporgerci lateralmente per evitare di cadere sotto il fuoco nemico.

    Tutti gli aspetti relativi al movimento del personaggio andrebbero insomma sia rifiniti, sia ampliati con ulteriori possibilità, in maniera tale da offrire una gamma di opzioni completa per soddisfare anche i palati più esigenti. Non escludiamo che tale scelta sia da ricercare nella presenza del pieno supporto ai controller, periferiche con le quali Reforger si lascia giocare piuttosto bene, al netto però di un po' di frustrazione con alcune meccaniche, in particolare quelle legate alla gestione dell'inventario e alle enormi possibilità dell'editor. Per il resto, tutto è quasi perfettamente godibile anche con un pad, merito della buona realizzazione dell'interfaccia dei menu.

    Da rivedere al più presto sono tuttavia le interazioni con lo scenario. Malgrado le grandi promesse di Bohemia Interactive riguardo le potenzialità dell'Enfusion Engine in termini di interattività ambientale, ci siamo trovati dinanzi a un mondo fin troppo statico. Tra secchi ancorati al pavimento, taniche di benzina che non rispondono al fuoco e piccoli alberi che non si sradicano nemmeno se si colpiscono con una jeep ad alta velocità, le interazioni con le aree esplorabili sono ridotte all'osso e le poche disponibili lasciano parecchio a desiderare.

    Un'isola bella ma statica

    La scarsa implementazione di interazioni ambientali è solo la punta dell'iceberg, poiché l'Enfusion Engine usato in Arma Reforger è ricco di problematiche tecniche. Il titolo Bohemia Interactive è afflitto da numerosi bug che vanno inevitabilmente ad intaccare l'esperienza di gioco e che sottolineano quanto lo sviluppo sia in fase ancora molto acerba.

    Ogni volta che entra in gioco la pioggia, ad esempio, si assistono a fastidiosissimi glitch grafici che non scompaiono fino al riavvio della partita; il sistema di respawn soffre di problemi che causano la compenetrazione dei modelli e rendono fastidioso il rientro in campo, mentre la fisica degli oggetti, veicoli inclusi, non reagisce sempre come dovrebbe. Persino il semplice accesso alle partite online è poco immediato, senza contare che non è raro assistere a errori di rete che espellono dal match i giocatori.

    Per quello che concerne il dettaglio grafico, i passi in avanti compiuti rispetto al precedente capitolo sono evidenti, ma siamo comunque lontani dagli standard odierni. Il pesante motore di gioco offre una discreta qualità visiva che permette di assistere a splendidi paesaggi nel verde, ma tutto ciò che si vede a schermo è assai statico, e manca di qualsiasi elemento che contribuisca a rendere dinamico lo scenario. Il fogliame non reagisce al vento, la fauna è totalmente assente e persino gli effetti atmosferici falliscono nel tentativo di diversificare i territori dell'isola.

    Avremmo voluto vedere anche animazioni più fluide e realistiche, dal momento che tutti i personaggi si muovono in maniera bizzarra e risultano piuttosto rigidi. In un prodotto che insegue il realismo queste mancanze si avvertono con prepotenza, poiché tendono a spezzare a più riprese l'immersione del giocatore.

    Arma Reforger Al momento dell’uscita, l’Early Access di Arma Reforger non è che una sorta di tech demo che permette ai giocatori di immaginare come sarà la futura incarnazione della serie e agli sviluppatori di farsi le ossa con gli strumenti utili alla creazione di mod. Probabilmente nei prossimi mesi i membri più attivi della community ci regaleranno qualche perla contenutistica (magari una campagna single player), ma allo stato attuale Reforger resta un concentrato di potenzialità che aspetta il momento giusto per esprimersi al meglio.

    Quanto attendi: Arma Reforger

    Hype
    Hype totali: 10
    59%
    nd