As Dusk Falls: un'avventura narrativa perfetta per il multiplayer

Abbiamo giocato una seconda Demo estesa di As Dusk Falls, comprensiva di test del comparto multiplayer: ecco come è andata!

As Dusk Falls: un'avventura narrativa perfetta per il multiplayer
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Xbox Series X
  • In occasione del Tribeca Games Festival abbiamo avuto per la prima volta l'occasione di raccontarvi il titolo di esordio di INTERIOR/NIGHT. Nel redigere il nostro provato di As Dusk Falls, avevamo alle spalle un'esperienza di circa un'ora con il primo capitolo dell'avventura. Ora, su invito di Microsoft, abbiamo potuto trascorrere molto più tempo con la storia e con il comparto multiplayer di As Dusk Falls, presto in arrivo su PC e Xbox Series X|S. Ecco il resoconto dei nostri nuovi esperimenti!

    Una storia matura

    As Dusk Falls è il primo videogioco firmato dagli sviluppatori di INTERIOR/NIGHT. Team indipendente, la software house è stata fondata nel 2016 da Caroline Marchal, attuale CEO e Creative Director.

    L'autrice non è certamente un volto nuovo nell'industria videoludica: dopo aver rivestito il ruolo di Lead Game Designer per Heavy Rain e Beyond Two Souls, è infatti entrata a far parte di Sony London Studio, dove ha contribuito alla realizzazione di Blood & Truth (per maggiori dettagli, fate un salto alla recensione di Blood & Truth). Al termine del progetto per PlayStation VR, altri talenti della software house hanno seguito Caroline, dall'Art Director Mike Bambury al Technical Director Ron De Feijter.

    Altri veterani del settore hanno poi ampliato le fila di INTERIOR/NIGHT, come Kris Cho, Head of Cinematics con trascorsi legati a Star Wars: The Old Republic, Forza Horizon 2, Dragon Age: Inquisition, The Witcher 3: Blood Hunt e Total War.

    Ad unire questi esperti autori videoludici è stata principalmente la volontà di dare vita ad avventure in cui il comparto narrativo fosse collocato al primo posto. Come team indipendente, INTERIOR/NIGHT mira a creare prodotti che si collochino in un contesto ibrido, capace di fondere serie TV di alto livello e videogiochi.

    Da questo desiderio nasce As Dusk Falls, un titolo d'esordio che percorre il sentiero tracciato negli ultimi anni dalle grandi avventure interattive firmate da David Cage, rappresentate al loro meglio da Detroit: Become Human. Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi nel nostro precedente provato di As Dusk Falls, la vicenda narrata nell'esclusiva Microsoft muove i propri passi da una rapina finita decisamente male.

    Negli USA del 1998, la piccola cittadina di Two Rock è il teatro dell'intrecciarsi dei destini di due famiglie molto diverse tra loro. Alternando il controllo di Vince, uomo di mezz'età e padre di una bambina, e Jay, figlio più giovane di una famiglia complicata e con trascorsi violenti, i giocatori scoprono uno spaccato narrativo costellato di momenti difficili e che si dipana lungo ben tre decadi. In questo nostro secondo contatto con l'opera, abbiamo potuto varcare i confini del Capitolo 1, per scoprire anche i contenuti del Capitolo 2. Vista la natura dell'esperienza, tuttavia, non riteniamo opportuno andare oltre le premesse descritte nel precedente provato di As Dusk Falls. Con più ore di gioco alle spalle, possiamo però già confermare che i temi affrontati dal titolo di INTERIOR/NIGHT non sono affatto leggeri, così come non è leggero il peso delle scelte che i giocatori sono chiamati a fare nel corso dell'avventura.

    Intensi conflitti famigliari e violenza sono all'ordine del giorno, mentre al centro della scena troveranno spazio tematiche come suicidio, sacrificio e salute mentale. A dare forma sullo schermo ad un ampio ventaglio di emozioni, troveremo attori reali, le cui interpretazioni sono state però convertite in uno stile estetico che ricalca quello delle graphic novel. L'effetto è inizialmente straniante, ma vi assicuriamo che nel giro di pochi minuti ci si trova completamente a proprio agio con la direzione artistica, che si adatta perfettamente ai ritmi narrativi di As Dusk Falls.

    Un multiplayer efficace

    Ripercorse le origini del progetto e premesso che non abbiamo intenzione di svelarvi ulteriori dettagli sulla trama del gioco rispetto a quanto già fatto nel nostro precedente articolo, abbiamo invece deciso di raccontarvi nel dettaglio il comparto multiplayer di As Dusk Falls. Dopo averlo testato con mano, quest'ultimo ci ha infatti piacevolmente sorpreso, sia per la sua flessibilità sia per alcune simpatiche trovate di gameplay.

    Partiamo dalla struttura: come già confermato da INTERIOR/NIGHT, l'avventura interattiva supporta il gioco in cooperativa sino ad un massimo di 8 giocatori. Parliamo di un supporto che include indistintamente multiplayer online e in locale, offrendo alla community un'ampia libertà di azione.

    Avete un gruppo di amici online con cui volete condividere l'esperienza? Nessun problema. Avete un gruppo di appassionati di narrativa che desiderate radunare in salotto? Perfetto. Avete - come nella maggior parte dei casi - diversi amici online, ma anche qualcuno che vorrebbe farvi compagnia sul divano di casa? Anche in questo caso, As Dusk Falls vi viene incontro, consentendovi di organizzare sessioni di gioco ibride, in cui unire nella stessa partita sia multiplayer locale sia multiplayer online.

    Per favorire ulteriormente la condivisione dell'esperienza, la software house ha inoltre deciso di rendere facoltativo l'utilizzo di controller o di mouse e tastiera. Al lancio di As Dusk Falls, sarà infatti possibile scaricare in maniera gratuita una Companion App dedicata, sia su dispositivi Android sia iOS.

    Tramite quest'ultima, sarà possibile interagire con l'avventura a schermo, sia in occasione di scelte di stampo narrativo sia durante i Quick Time Event. Purtroppo, non abbiamo avuto la possibilità di testare l'Applicazione, ancora non disponibile, ma ipotizziamo che possa proporre un'esperienza simile a quanto visto in Erica (potete recuperare su Everyeye la nostra recensione di Erica), con lo schermo touch di smartphone e tablet pronto a recepire ogni comando. Il nostro viaggio in multiplayer su As Dusk Falls si è svolto a bordo di una Xbox Series X, equipaggiata con due pad in locale, e si è rivelato decisamente soddisfacente. Prima di iniziare la partita, ogni giocatore crea rapidamente un profilo, scegliendo un nome e vedendosi assegnato un colore di riferimento. Una volta in-game, le sessioni di Quick Time Event coinvolgeranno tutti gli utenti e ogni comando riporterà accanto nome e colore del giocatore chiamato ad eseguirlo. Tale indicazione appare all'ultimo momento, così da tenere in allerta tutti i partecipanti.

    Nelle sequenze più articolare, inoltre, alcuni comandi dovranno essere eseguiti da singoli giocatori, mentre altri richiederanno l'azione in contemporanea di più profili. Un approccio semplice, ma che abbiamo trovato assolutamente efficace e ben congegnato. Decisamente divertente è poi la strada intrapresa da INTERIOR/NIGHT per la gestione dei bivi narrativi. Di fronte ad ogni scelta di trama, ciascun giocatore può esprimere la propria preferenza selezionando l'alternativa che preferisce.

    In caso di disaccordo, As Dusk Falls privilegerà la risposta che ha convinto la maggioranza. In caso di parità, sarà il caso a scegliere una delle risposte andate a pari merito. A ravvivare il quadro, ci pensa però la meccanica delle "imposizioni", grazie alla quale, in ogni capitolo, ciascun partecipante avrà a disposizione un numero limitato di giocate con le quali imporre agli altri la propria opinione.

    Nel Capitolo 2, ad esempio, Vince dovrà decidere se credere o meno alle parole di un altro personaggio: si tratta di una svolta importante e particolarmente emotiva, con ampio margine di polarizzazione delle opinioni dei partecipanti.

    Non fatichiamo a immaginare che in questo contesto uno o più profili possano decidere di giocarsi questo asso nella manica, ma attenzione, perché ogni scelta va fatta entro un tempo limite di poche decine di secondi. Il risultato è una vera e propria guerra virtuale di imposizioni e contro-imposizioni, che ha un ottimo potenziale di intrattenimento per un gruppo di amici affiatato.

    Dettaglio conclusivo, al termine di ogni capitolo As Dusk Falls propone un riassunto dello stile di gioco adottato, distinto per ogni profilo. In questa fase, potrete scoprire chi si è rivelato più abile nei Quick Time Event, ma anche chi ha privilegiato scelte narrative violente o, al contrario, concilianti, con una disamina "psicologica" che chiude piacevolmente ciascuna fase dell'esperienza.

    As Dusk Falls Nonostante una natura da avventura interattiva, As Dusk Falls mette in campo un comparto multiplayer davvero molto curato ed efficace. Con il supporto sino a 8 giocatori (in formato online, locale e ibrido), il titolo si candida immediatamente come una scelta potenzialmente perfetta per un gruppo di amici amanti delle storie intense e coinvolgenti. A favorire la condivisione, ci penserà anche la possibilità di sostituire pad e tastiere con semplici smartphone e tablet, grazie ad una Companion App gratuita. Dopo un primo contatto in cui eravamo rimasti piacevolmente colpiti dal tenore della storia e dalla struttura di gioco, ora As Dusk Falls ci lascia impressioni piacevoli anche sul fronte multiplayer. A questo punto, non resta che darci appuntamento in sede di recensione, con il gioco di INTERIOR/NIGHT in arrivo il 19 luglio 2022 su PC, Xbox Series X|S e Xbox Game Pass, sin dal Day One.

    Che voto dai a: As Dusk Falls

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    8.6
    nd