GamesCom

Children of Morta: tutto in famiglia nel roguelike narrativo di Dead Mage

Elementi gestionali e combattimenti adrenalinici: Children of Morta ci catapulta in un inferno di magie e arti marziali...

provato Children of Morta: tutto in famiglia nel roguelike narrativo di Dead Mage
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Children of Morta, la nuova opera pubblicata da 11 Bit Studios, rappresenta un proficuo e originale incontro tra roguelike e dungeon crawling, in un trionfo di pixel e sound design in grado di attrarre i giocatori più curiosi e volitivi. Dopo averne saggiato il potenziale nella versione Switch, l'opera Dead Mage si impone tra le più fresche e attese promesse della prossima stagione videoludica. Tra elementi gestionali e combattimenti adrenalinici, siamo stati catapultati in un inferno di magie e arti marziali: ecco il nostro resoconto dalla Gamescom.

    Un affare di famiglia

    "It runs in the family": è con questo lancio che gli autori hanno deciso di descrivere il concept su cui si basa Children of Morta. In una sorta di crociata avversa al roguelike moderno, caratterizzato da elementi oramai divenuti modelli apparentemente obbligatori, Dead Mage ha deciso di puntare in un'altra direzione, offrendo al giocatore una varietà di approcci e opzioni raramente disponibili in questo genere.

    Invece di dover ricorrere a un solo personaggio potremo infattii utilizzare quasi tutti i membri della famiglia Bergson, ognuno dei quali sarà caratterizzato da stili e abilità uniche e specifiche: l'erede più grande della famiglia è un esperto di arti marziali, e il suo stile di gioco sarà fortemente incentrato sull'agilità e il movimento; il padre è un roccioso guerriero, con abilità particolarmente difensive e violenti corpo a corpo; la figlia è una maga ribelle, capace di infuocare gli animi come gli ambienti di gioco; il figlio minore, reietto e deriso, sfrutta la sua capacità di passare inosservato davanti al nemico, stimolando il giocatore ad approcci più ragionati e stealth. Inoltre, ogni dungeon, creato casualmente all'ingresso nel primo stage, offrirà diverse ricompense e obiettivi, tra mitici boss ispirati dalla mitologia persiana (che fa da contorno all'intero racconto) e alleati da salvare, che potranno poi trasformarsi in mercanti o altre figure utili alla nostra missione.?L'unione di questi due elementi sembra dunque garantire una certa fluidità e varità nel passaggio quasi obbligato tra un personaggio e l'altro, riuscendo a raggiungere il primo obiettivo degli sviluppatori, ossia creare un racconto corale anche e soprattutto in funzione del tempo che passaremo con i vari membri del gruppo.

    L'epopea dei guardiani di Morta

    La famiglia Bergson ha vissuto per decenni all'ombra del Monte Morta, nel ruolo di guardiani della montagna mistica. Dopo l'arrivo della Corruzione, i dintorni della montagna e le foreste che circondavano la dimora della famiglia vengono inondate da frotte di oscuri eserciti scheletrici e demoni purulenti, evocati da una non meglio precisata forza oscura che impesta la zona. Toccherà proprio alla famiglia Bergson salvare il Monte sacro, e per farlo dovranno attingere a tutte le loro forze, ma soprattutto alla loro unità familiare, così spesso messa a rischio ma al contempo così utile e determinante.

    Non sarà solo da un punto di vista prettamente narrativo che la famiglia svolgerà un ruolo rilevante: tra le varie abilità che potranno essere sbloccate e selezionate durante l'avventura, alcune potranno essere attivate in un'ottica familiare, andando a influenzare l'agire dell'intero gruppo, che cambierà il suo modo di approcciarsi ai vari dungeon che dovranno affrontare.?Inoltre, sarà possibile interagire con ognuno di loro nell'HUB di gioco, la storica dimora della famiglia che potrà essere ampliata e potenziata nel corso del tempo, con le risorse ottenute dai dungeon.

    Ogni interazione offrirà alcuni retroscena e dettagli della famiglia, contribuendo a costruire una storia che, promettono gli sviluppatori, sarà costante durante tutta l'esperienza. Rimangono però alcune perplessità relative alla coerenza strutturale del tutto, dato che le fasi tra combattimento ed esplorazione appaiono abbastanza slegate tra loro, così come i momenti più narrativi rispetto a quelli adrenalici degli scontri con le orde nemiche.

    Minimalismo ragionato

    Sebbene le meccaniche si prestano facilmente alla creazione di dinamiche propense al farming compulsivo, anche in questo caso 11 Bit ha preferito optare per un cambio di tendenza netto rispetto al mercato, persino in contrapposizione con la loro ultima opera, Moonlighter.

    Infatti, sebbene sin dalle prime battute il gioco sia ricco di armature, armaioli (nonna Margaret e Zio ben, fabbri e artigiani esperti) e potenziamenti, a oggi non sembra che la struttura del gioco sia particolarmente incentrata sul raccogliere grosse quantità di risorse e oggetti, anzi: sarà la natura stessa del personaggio a spingerci a un certo approccio rispetto a un altro, e a detta degli sviluppatori non dovremo trovare qualche particolare arma adatta allo scopo, ma solo il migliore dei vari eroi a nostra disposizione.

    Children of Morta Con una direzione artistica squisita e una varietà che appare solida e brillante, Children of Morta promette di essere una delle grandi rivelazioni della prossima stagione videoludica. Rimangono saldi i dubbi sull'aspetto narrativo dell'opera, che potranno essere appresi a fondo solo a gioco ultimato. Inoltre, bisogna necessariamente affrontare qualche decina di ore per poter comprendere quanto lo stile di combattimento e la profondità del sistema di gioco potranno reggere alll'impostazione dungeon crawling, generalmente molto generosa in quanto a ore necessarie per il completamento della trama principale. Tenendo dunque ben a mente i potenziali problemi della versione completa, ciò che è stato possibile provare con mano ci ha convinti a fondo, mostrando un gameplay che appare solido e ragionato, e un concept intrigante e adatto alle meccaniche di gioco. 
Non ci resta che attenderne la pubblicazione, annunciata per i primi mesi del 2019, su tutte le console e su PC.

    Quanto attendi: Children of Morta

    Hype
    Hype totali: 17
    70%
    nd