E3 2018

Crash Bandicoot Trilogy: il livello inedito Future Tense e la versione Switch

Per festeggiare l'arrivo di Crash Bandicoot N. Sane Trilogy su PC, Xbox One e Switch, Activision e Vicarious Visions propongono un livello inedito.

Crash Bandicoot N. Sane Trilogy: Future Tense
Gameplay: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • A prescindere dall'incredibile qualità visiva della rimasterizzazione, uno dei motivi per cui la N.Sane Trilogy di Crash Bandicoot ha saputo rapire i nostri cuori è legato soprattutto alla capacità di far leva su un un grandissimo effetto nostalgia. Un "doppio salto" verso un passato rivisitato in altissima risoluzione, con un processo di restauro al limite del maniacale, in cui ogni singolo ambiente è stato rielaborato da zero, pur restando incredibilmente fedele al materiale di partenza: non è un caso, infatti, se molti veterani hanno saputo sfruttare a proprio vantaggio piccoli trucchetti o scorciatoie posizionati negli scenari per superare alcuni ostacoli come ai tempi della prima PlayStation. Insomma: nella N.Sane Trilogy tutto è rimasto invariato come due decenni fa. Almeno fino ad ora. Il team Vicarious Visions ha infatti deciso di osare, provando a creare un contenuto totalmente originale per questa "insana" collection. Mentre il livello aggiuntivo Stormy Ascent, inserito qualche mese fa ed assente nell'originale Crash Bandicoot, è stato modellato seguendo i progetti originali di Naughty Dog, lo stage inedito che abbiamo provato in anteprima durante questo E3 2018 è "frutto" integrale della fantasia dei Vicarious Visions. Si intitola Future Tense, e credeteci: la lezione di level design e cattiveria impartita dai cagnacci è stata interiorizzata in modo impeccabile.

    Tensione futuristica

    Future Tense sembra un livello creato da Naughty Dog: e quest'affermazione porta con sé sia un aspetto positivo, sia uno negativo. Le ore (o meglio: gli anni) trascorsi dai ragazzi di Vicarious Visions analizzando fin nel minimo dettaglio ogni ambiente dei primi tre capitoli hanno permesso agli allievi di seguire pedissequamente gli insegnamenti dei maestri. Tutto ciò che rivedremo in Future Tense possiede un retrogusto di déjà vu: lo stage sarà accessibile in Crash Bandicoot 3 Warped sin da subito, all'interno dell'hub centrale in cui compaiono le varie camere del tempo. Lì ci aspetterà una piattaforma che ci condurrà in una nuova postazione: non ci saranno vincoli di progressione, e questo stage extra potrà essere pertanto affrontato in qualsiasi momento, anche all'inizio dell'esperienza. Il problema, semmai, consiste nell'elevato grado di sfida, che aumenterà esponenzialmente qualora decidessimo di cimentarsi in Future Tense senza aver ancora ottenuto le abilità come il doppio salto o il bazooka.

    Stando alle parole del team, la loro "creazione" segue le orme di Stormy Ascent: una prova che sappia essere punitiva e soddisfacente pur senza sfociare nella frustrazione estrema. Anche in questo caso, ogni salto dovrà essere obbligatoriamente centellinato, ogni minimo movimento ben ponderato: di primo acchito, tuttavia, non si percepisce in Future Tense la stessa crudeltà del suddetto livello extra, ma una reinterpretazione in chiave un po' più elaborata di quadri come Gone Tomorrow, appartenenti all'ultimo gruppo di Warped, ossia quelli che ci separano dallo scontro finale con Cortex. Ecco che ritroviamo quindi uno scenario sci-fi che alterna l'avanzamento in 3D a quello orizzontale in due dimensioni, tra superfici a nastro che ci trasportano verso i burroni, gabbie di raggi laser ad intermittenza e robot lanciarazzi. Sul versante estetico, la costruzione del setting è mutuata chiaramente dal design già saggiato nei frangenti conclusivi di Crash Bandicoot 3, senza particolari guizzi creativi. Da un lato, una simile omogeneità nella direzione artistica permette a Future Tense di inserirsi tra i livelli del terzo capitolo senza colpo ferire, ma dall'altro sembra anche manchevole di un pizzico di personalità. Vicarious Visions sceglie quindi di introdursi nel platform di Naughty Dog in punta di piedi: una decisione comprensibile ed oculata, eppure - forse - non del tutto coraggiosa. Alcuni elementi "architettonici" completamente nuovi, invece, assenti nell'art design di Warped, provengono da Waterfall, uno degli stage del primo capitolo che i Cagnacci esclusero dalla versione finale: ci riferiamo ad alcune ruote semoventi appoggiate alle pareti nelle fasi in 2D, ciascuna delle quali monta degli strettissimi appigli su cui saltare a tempo debito per superare un burrone. Lo studio di sviluppo, insomma, pare essersi limitato a riposizionare a suo gusto gli assets già esistenti: il compito svolto resta notevole, grazie ad un composizione scenica di tutto rispetto, ben calibrata e capace di adattarsi con competenza alle logiche, ai meccanismi ed alle tempistiche del platforming come concepito da Naughty Dog.

    Noi abbiamo potuto testare Future Tense con un Crash privo di talenti, e la difficoltà complessiva - benché non insormontabile - ci è sembrata comunque abbastanza faticosa. Il team ci ha assicurato comunque che, riaffrontando il percorso con l'utilizzo delle abilità acquisite durante l'avventura, potremo scoprire qualche segreto nascosto, tramite il quale recuperare le due gemme che lo stage offre ai giocatori ed agguantare l'agognata reliquia di Platino. Abbiamo inoltre potuto ammirare la Crash Bandicoot N.Sane Trilogy su Xbox One X, nella maestosa gloria del 4K e dell'HDR, per un risultato assolutamente fenomenale: l'immaginario trasuda di colori sgargianti, e numerosi dettagli sorgono a nuova vita. Contemporaneamente, ci è stata concessa la facoltà di saggiare, per brevissimo tempo, anche la conversione dedicata all'ibrida di Nintendo, purtroppo solo in versione handheald: sul tablet di Switch, la Trilogia si comporta egregiamente, con un corredo grafico tuttavia un po' meno appariscente e particolareggiato rispetto a quello delle controparti Sony e Microsoft, irruvidito in parte da un pizzico di aliasing su qualche superficie di contorno. Nell'insieme, persino sul piccolo schermo, Crash rimane pur sempre un gran bel vedere.

    Crash Bandicoot N. Sane Trilogy In arrivo in formato gratuito il prossimo 29 giugno, Future Tense è un livello aggiuntivo assai gradito, ideato ed assemblato dai ragazzi di Vicarious Visions. La materia di partenza è sempre figlia dell'estetica di Naughty Dog, ma è stata rimodellata per dar forma ad uno stage cattivo quanto basta, che si inserisce con coerenza nell'art direction di Warped. Distribuito per festeggiare l'avvento della N.Sane Trilogy anche su PC, Xbox One e Nintendo Switch (sul cui tablet il gioco ha subito un processo di adattamento decisamente valido), Future Tense rappresenta quindi il primo, timido balzo verso la nascita di un Crash tutto nuovo.

    Che voto dai a: Crash Bandicoot N. Sane Trilogy

    Media Voto Utenti
    Voti: 211
    8.1
    nd