GamesCom

Devil's Hunt: provato l'action game ispirato a Devil May Cry

Ispirato a un romanzo intitolato "Equilibrium", Devil's Hunt dovrà puntare tutto sulla narrazione per sopperire a un comparto tecnico datato.

provato Devil's Hunt: provato l'action game ispirato a Devil May Cry
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • La Gamescom 2018 di Colonia ci ha dato l'opportunità di curiosare tra i booth dei principali publisher mondiali e spulciare tra le produzioni meno conosciute in arrivo nel corso del prossimo anno. Alle volte, tra sviluppatori indipendenti e software house di minor caratura, è possibile trovare qualche prodotto che può suscitare il nostro interesse: sulla base di ciò, Devil's Hunt - action game che verrà pubblicato da 1C Company nel corso del 2019 - sembrava poterci fornire qualche spunto intrigante. Al netto di alcuni elementi, troppo pochi per ritenerci pienamente soddisfatti, il titolo ci ha lasciato sensazioni piuttosto contrastanti dopo averlo toccato con mano durante la kermesse tedesca.

    Angeli e demoni

    All'inizio della presentazione di Devil's Hunt, i producer di 1C ci hanno chiesto se fossimo amanti della saga di Devil May Cry, poiché a loro dire avremmo ritrovato nella produzione alcuni elementi stilistici e tecnici palesemente ispirati alla celebre serie Capcom: in questo frangente abbiamo pensato che potesse riservarci qualche sorpresa notevole, se la compagnia ha deciso di mostrarla con una demo giocabile durante lo stesso evento in cui l'esplosivo Devil May Cry 5 si è fatto saggiare con mano dai giocatori. In realtà, ci duole dirlo, Devil's Hunt non ci ha entusiasmato su diversi fronti, proprio perché la sua componente artistica e tecnica sfocia troppo facilmente in una banalità di fondo che ci ha fatto faticare per individuare degli elementi che risultino davvero accattivanti.
    La storia porrà il giocatore di fronte alla più classica delle dicotomie: la lotta tra il Bene e il Male, ed in mezzo l'eroe che con i suoi poteri oscuri persegue la giustizia suo malgrado. L'immaginario imbastito da Devil's Hunt pone il protagonista in una guerra senza quartiere tra angeli e demoni, ritrovandosi nel mezzo di questo conflitto con dei poteri demoniaci ma al servizio della vita.

    L'eroe ha ottenuto le sue capacità, che gli permettono di trasformare le braccia per attivare i suoi poteri da demone e combattere a mani nude, in seguito a un evento tragico che ha messo a rischio la sua esistenza, catapultandolo all'inferno e investendolo quindi del suo status di ibrido tra un diavolo e un umano.
    Una trama che, fondamentalmente, si attesta come un profondo more of the same che fa attingere tutti i suoi crismi dalle suggestioni culturali del folklore cristiano, senza portare con sé un art direction che possa suggerire un'effettiva originalità: sul versante artistico, dei concept art e degli scenari in cui si muove Desmond, il personaggio principale dell'opera, la composizione di paesaggi demoniaci e dettagli su schermo ci è sembrata piuttosto banale e già vista, pur imbastendo un suggestivo colpo d'occhio in alcuni scorci. È però sul versante della narrazione che Devil's Hunt potrebbe fornirci un'esperienza in parte soddisfacente: il gioco è infatti tratto da un romanzo intitolato "Equilibrium", scritto da Pawel Lesniak: una matrice letteraria che potrebbe garantire al titolo una marcia in più sotto il profilo dello strorytelling.

    (Poche) luci e (tante) ombre

    Purtroppo, a nostro parere, gli spunti validi della produzione si fermano alla curiosità di conoscerne la narrazione: se l'art direction non ci ha per nulla impressionato, ancora peggio potremmo definire il gameplay e il comparto tecnico.

    Devil's Hunt è un action game puro, in cui le braccia demoniache di Desmond potranno essere sfruttate per concatenare attacchi leggeri e pesanti (le mosse standard sono utilizzabili con i grilletti destri del joypad) e sfoderare abilità speciali utilizzando i comandi frontali come onde d'urto, calci piuttosto potenti ed altri talenti. La mappatura dei comandi è piuttosto intuitiva, ma la responsività degli stessi e la messa in scena dell'anima action non brillano particolarmente sotto nessun aspetto.

    Per di più, tutti i limiti del motore di gioco emergono nell'esplicarsi delle animazioni, tanto nei semplici movimenti del protagonista (piuttosto goffi e legnosi) quanto nelle sequenze in cui Desmond deve superare degli ostacoli, addirittura ricorrendo all'escamotage del teletrasporto per passare facilmente da un'area all'altra della mappa.
    Un piccolo elemento piacevole del combat system risiede in alcune esecuzioni speciali violente e spettacolari, attivabili quando i nemici raggiungono il limite della loro salute e stanno per essere definitivamente sconfitti. Anche la gestione della telecamera, inoltre, ci è apparsa piuttosto confusionaria: privo della possibilità di bloccare la visuale sugli avversari, Devil's Hunt propone un'azione raffazzonata e rallentata dalle movenze retrograde, nelle quali persino l'illuminazione svolge un ruolo decisamente blando.

    Devil's Hunt Devil’s Hunt uscirà nel 2019 per PC, PS4 e Xbox One e, pur ispirandosi ad alcune colonne portanti del genere action come Devil May Cry, alla produzione mancano i mezzi e le ambizioni per raggiungere i fasti dei titoli e degli immaginari dai quali attinge. Arrivati alla fine della demo non possiamo che affermare quanto il gioco targato 1C Company sia tecnicamente e concettualmente retrogrado, somigliando più a un prodotto dello scorso decennio piuttosto che a un'opera concepita per l’attuale generazione.

    Quanto attendi: Devil's Hunt

    Hype
    Hype totali: 13
    45%
    nd