eFootball 2022 1.0 come se la cava? Tra Dream Team e novità al gameplay

A oltre sette mesi dal debutto, Konami aggiorna eFootball 2022 che arriva così alla versione 1.0: quali sono le migliorie di questo aggiornamento?

eFootball 2022: aggiornamento 1.0
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • L'ultima iterazione di eFootball ha vissuto un primo day one tragico il 30 settembre 2021: tantissimi bug, animazioni legnose, totale assenza di modalità con eventi ripetitivi e un gameplay molto al di sotto delle aspettative. Neanche l'aggiornamento di novembre ha migliorato la situazione, e il gioco è quindi finito nell'elenco dei peggiori del 2021. Preso atto dello stato disastroso del suo calcistico, Konami è rimasta in silenzio per ben 8 mesi, lavorando per risollevare le sorti della produzione e far fronte al ragionevole scetticismo della community. Fortunatamente l'ultimo aggiornamento 1.0 di eFootball 2022 non ha deluso le aspettative, offrendo al pubblico un'esperienza ludica che fa un passo indietro verso PES ma guarda al futuro con eFootball.

    eFootball 1.0: quali sono le novità?

    Questo mix tra passato e futuro si concretizza in diversi fattori. Partiamo dalla mappatura dei tasti che cambia nuovamente, con un setup simile a FIFA ma con le animazioni proprie di PES. Premendo R1 ritroviamo la possibilità di chiamare il raddoppio in una maniera diversa rispetto al passato: il nostro compagno più vicino correrà dritto verso il pallone abbandonando completamente la sua posizione.

    Sarà un comando da usare con molta parsimonia. Viene reinserito anche il pressing individuale con la X, mentre con L2 sparisce la "Difesa Fisica" e viene implementato il "Testa a testa", che funziona esattamente come "l'autoblock" di FIFA. Le animazioni sulle intercettazioni risultano più realistiche rispetto alla controparte, e sarà quindi necessario essere ben posizionati col corpo per poter bloccare un passaggio. È stata "riesumata" anche la finta con la X, da premere dopo aver caricato un tiro o un passaggio, mentre in fase di difesa è stato reintrodotto il cambio cursore con R3, che passa dall'ultimo giocatore controllato verso quello più vicino alla direzione indicata con la levetta analogica destra. Molto interessanti anche le nuove funzioni del "tiro e del passaggio sensazionale", attivabili premendo contemporaneamente a fondo il tasto R2 e il comando per tiro o passaggio (quadrato e cerchio).

    Tramite queste nuove combinazioni si possono eseguire passaggi tesi e cambi di gioco molto gradevoli da vedere, oltre che conclusioni di potenza che possono culminare in eccezionali tiri da fuori. L'esecuzione di questa abilità richiederà più tempo di un normale tiro o passaggio, e sarà quindi fondamentale trovare la tempistica giusta. L'elenco degli elementi rivisti e corretti include anche le animazioni dei portieri e i tiri sul secondo palo, significativamente migliorati rispetto alla precedente versione.

    In generale, pad alla mano, il gameplay risulta molto più fluido sia nei passaggi che nei movimenti dei giocatori. Gli aspetti negativi però non mancano, a partire dalla resa del pubblico sugli spalti, migliorata ma ancora piuttosto carente. Un discorso che riguarda anche l'animazione della rete: quando entra in porta la palla dà la sensazione di sbattere su un muro e di rimanere incastrata. Luci e ombre che troviamo anche nella nuova modalità online erede del My Club, ovvero Dream Team.

    Da subito sarà possibile ingaggiare sia giocatori del passato che del presente sfruttando i crediti accumulati giocando alle passate versioni di eFootball (0.9.0 e 0.9.1). Inoltre, se avete effettuato il pre-order di eFootball da PES21, avrete 3 accordi al buio che vi permetteranno di ingaggiare altrettanti giocatori leggendari, mentre dal 21 aprile sarà possibile comprare gli atleti anche tramite le monete acquistabili con valuta reale.

    Il menù di questa porzione del gioco è stato leggermente rinnovato, in particolare con una gradevole scena di transizione che compare quando si "spacchettano" i giocatori. Sfortunatamente al momento è possibile giocare solo partite casuali online senza alcuna classifica (almeno fino al 21 aprile), e un altro elemento negativo è rappresentato dalla mancanza delle lobby per invitare gli amici online, a fronte di unica modalità disponibile, ovvero l'1vs1.

    Anche il comparto offline non sembra aver ricevuto particolari attenzioni: ancora una volta troviamo la possibilità di giocare con 9 squadre partner (quelle di inizio gioco) partite da 5 minuti, mentre le modalità "Master League" e "Diventa un Mito" sembrano essere ancora lontane.

    Tornando al "Dream Team", "l'intesa di squadra" è stata sostituita dal "livello stile di gioco", che richiede di trovare una buona armonia tra il tipo di allenatore scelto e i giocatori schierati in campo. Sarà dunque necessario che gli "stili di gioco" corrispondano affinché ci sia un buon affiatamento generale e non siano intaccati gli "overall" dei giocatori, che in caso di scarsa intesa vedranno le loro abilità complessive calare drasticamente.

    Gli atleti potranno inoltre migliorare il loro punteggio tramite gli "oggetti allenamento", e i punti ottenuti da questi ultimi influenzeranno lo "stile del gioco" o le "statistiche", dando agli utenti la possibilità di personalizzare a piacimento l'assetto agonistico dei propri giocatori. Si tratta di una dinamica che nel complesso risulta piacevole e coerente con i caratteri ludici dell'offerta, sebbene il meccanismo appaia un po' criptico e non venga spiegato benissimo da Konami. Il nostro Dream TeamIn chiusura, vi proponiamo il nostro personalissimo top "Dream Team", ingaggiabile in questo "secondo Day One" targato eFootball.

    Modulo 4 1 3 2
    Portiere: Oliver Kahn
    Terzino sinistro: Roberto Carlos:
    Difensore centrale: Sol Campbell
    Difensore centrale: Virgil Van Dijk
    Terzino destro: Marcos Cafù
    Mediano: Patrick Vieira
    Centrocampista laterale sinistro: Son Heung Min
    Trequartista: Kevin de Bruyne
    Centrocampista laterale destro: David Beckham
    Punta: Romario
    Punta: Haaland

    Sul versante tattico, a differenza di quanto visto nel "My Club" potremo spostare liberamente i calciatori sul menù del modulo (ora posizionato verticalmente), e scegliere fino a 4 istruzioni diverse (due difensive e due offensive). Per quanto riguarda la stabilità dei server, al momento il giudizio è piuttosto positivo nonostante il notevole afflusso di queste ore. Un discorso che riguarda soprattutto gli utenti su console di ultima generazione, dato che su old gen permane qualche fluttuazione sia nella fluidità del gioco che nel matchmaking. A proposito di quest'ultimo, segnaliamo che le tempistiche richieste per trovare un avversario sono considerevolmente diminuite. Merita una nota anche il peso dall'aggiornamento, che su next gen è praticamente dimezzato rispetto alle controparti di vecchia generazione .

    In definitiva, il Dream Team e il nuovo gameplay hanno un buon potenziale però la semplicità con cui si possono ingaggiare giocatori di grande valore e la presenza di un'unica modalità rischiano di esaurire rapidamente l'interesse pubblico. Insomma, dovremo ancora attendere prima di poter esprimere un giudizio completo su questo eFootball 2022, sebbene sia sempre più difficile giustificare l'assetto di un prodotto che anche nella versione 1.0 mostra delle mancanze di grande rilievo.

    Che voto dai a: eFootball 2022

    Media Voto Utenti
    Voti: 69
    6.5
    nd