FIFA 18 World Cup: andiamo a prenderci la Coppa del Mondo in Russia

L'espansione FIFA 18 World Cup porta tutta l'emozione e la frenesia dei Mondiali di Russia 2018 nel simulatore calcistico di Electronic Arts.

FIFA 18 World Cup
Anteprima: PlayStation 4 Pro
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • È stata una notte tutt'altro che "magica", quella vissuta tra le luci di San Siro il 13 Novembre 2017. Con un pareggio per 0-0 tra Italia e Svezia, la nazionale tricolore ha detto addio al sogno di volare fino a Mosca per agguantare la Coppa del Mondo di Russia 2018. Nella mente dei tifosi, da quella sera, è rimasto il ricordo delle lacrime di Gigi Buffon, della rabbia per l'occasione sprecata, dell'incredulità per la qualificazione mancata (la terza, in tutta la Storia calcistica del Bel Paese), del desiderio - insaziabile - di rivalsa.
    E mentre gran parte delle tifoserie toglie il colbacco dalla valigia, Electronic Arts prova a regalare (letteralmente) a tutti gli appassionati una "nuova speranza": con l'espansione gratuita World Cup per il suo FIFA 18, scaricabile dal 29 maggio senza alcun esborso monetario per i possessori del gioco base, potremo rivivere le atmosfere dei Mondiali dai salotti di casa nostra, partecipando attivamente alla competizione e - perché no? - riscrivendo le sorti dell'Italia. Abbiamo avuto il piacere di assaggiare in anteprima l'atmosfera che si respirerà durante i mondiali russi, nella reinterpretazione digitale di EA, raccogliendo tutte le novità aggiunte da questo sostanzioso add-on. Spiegate pure di nuovo le bandiere sui vostri balconi: il Luzhniki Stadium di Mosca vi aspetta!

    Ma in FIFA 18 tutto è normale, anche l'Italia vince il Mondiale

    Uno dei pregi dello sportivo americano è senza dubbio quello di aver saputo ricreare, negli anni, una "simulazione" del tipico mood da stadio, della spettacolarizzazione televisiva, del calcio inteso come show ed agonismo. E World Cup non intende minimamente smentire questo primato, offrendo ai tifosi una ricostruzione impeccabile del Torneo Mondiale, così da far sentire l'utente sempre immerso nella più grande manifestazione calcistica. Per farlo, il team ha deciso di portare avanti tre specifici obiettivi, legati all'autenticità della messa in scena, alla profondità del gameplay ed alla ricchezza dell'esperienza con il FIFA Ultimate Team. Andando con ordine, iniziamo ad occuparci della "fedeltà" stilistica e visiva imbastita da EA: World Cup presenterà, ovviamente, tutte le 32 squadre qualificate alle fasi conclusive, ed anche i 12 stadi russi in cui si svolgeranno i match. I campi sembrano essere stati ricreati con la solita cura per il dettaglio tipica del team, un'operosità che ha del maniacale in alcuni frangenti: basti pensare che - come ci hanno rivelato gli sviluppatori - alcuni stadi inseriti non erano stati ancora completati quando sono iniziati i lavori sull'espansione. Pertanto, EA ha avuto accesso anticipato alle planimetrie ed ha rimodellato le riproduzioni virtuali man mano che in Russia procedevano le fasi di costruzione. C'è da specificare, in ogni caso, che questi 12 terreni di gioco non saranno disponibili anche nella versione standard di FIFA 18 ma che, almeno per il momento, saranno appannaggio unicamente del DLC, e quindi accessibili soltanto nel sottomenù dedicato. Sempre rimanendo in tema di "autenticità", allo scopo di rendere l'esperienza quanto più coinvolgente e realistica possibile sono state inserite nuove cutscene realizzate con il Frostbite, che campeggiano nei menù, precedono l'inizio degli incontri, mostrano il riscaldamento dei giocatori con un taglio smaccatamente televisivo ed enfatizzano i trionfi post-partita. Alcune di queste scenette, tuttavia, non sono state implementate nella versione Switch, per motivi legati all'utilizzo di un motore grafico diverso dal Frostbite: se escludiamo l'inserimento di qualche micro sequenza, però, l'offerta contenutistica di World Cup sarà identica al 90% (come ribadito testualmente da EA) tra l'edizione per PS4, Xbox One e PC, e quella per l'ibrida di Nintendo, fermo restando che permangono comunque tutte le ben note differenze in termini di giocabilità.

    Chiaramente rientrano nel pacchetto anche gli inni nazionali delle squadre presenti, e non soltanto dei 32 team qualificati (non temete, quindi, ci sarà anche l'Inno di Mameli). Chiude il quadro una serie di loghi, grafiche e sponsor ufficiali che contribuisce a favorire l'immersività degli utenti mentre navigano nei menù di gioco, caratterizzati da un piacevolissimo design appositamente rinnovato. Arriviamo poi al secondo punto tra quelli elencati dagli sviluppatori, ossia la "profondità del gameplay": pad alla mano, FIFA 18 World Cup è rimasto lo stesso, identico gioco già saggiato nella sua forma "tradizionale". Qualora decideste di cimentarvi nella conquista della Coppa seguendo fedelmente la realtà, troverete ad attendervi una modalità con tutti gli 8 gruppi (dalla A alla H) e le 32 squadre dei gironi, accuratamente suddivise come da sorteggio. In questo caso, non potrete sostituire in alcun modo i team né modificare i raggruppamenti. "Ufficialmente", quindi, l'Italia non sarà utilizzabile. Per venire incontro ad una nutrita fetta di pubblico esclusa dai festeggiamenti delle qualificazioni (si parla, tra gli altri, persino di USA ed Olanda), EA ha però scelto di aggiungere anche i 17 team che si sono fermati ai playoff, dando l'opportunità ai fruitori di organizzare un altro Torneo Mondiale "personalizzato", in cui cambiare a piacimento l'ordine dei gironi e le squadre giocanti. In questo modo, nulla vi vieterà di inserire l'Italia tra i finalisti, e viaggiare - virtualmente - verso il trionfo.

    Ed eccoci giunti infine all'esperienza dedicata esclusivamente al Fifa Ultimate Team: World Cup porta con sé delle piccole novità per la modalità più giocata dello sportivo Electronic Arts. Prima fra tutte, la possibilità di creare la propria squadra con nuove Icone tratte non solo dai 32 finalisti della competizione, ma anche dalle leggende del calcio che fu, come Ronaldinho e Maradona. Ogni giocatore avrà le sue valutazioni aggiornate ed oggetti dinamici basati sulle prestazioni reali degli atleti. Non manca inoltre un consistente incentivo all'acquisto di nuovi pacchetti, poiché per ciascun pack comprato in FUT World Cup (sia esso standard o premium) ne otterremo uno equivalente anche per l'edizione base dell'opera. Al di là dei classici tornei in singolo e online, ai Draft e alle Sfide creazioni rosa, infine, l'elemento maggiormente interessante riguarda un cambiamento nella logica di intesa tra i giocatori, che si fonda non più sui club e sui campionati, bensì sulla nazionalità e sulla confederazione d'appartenenza.

    FIFA 18 Espansione solida, ricca e visivamente d'impatto, World Cup è tutto ciò che serve per vivere appieno i Mondiali di Russia all'interno di FIFA 18. Ben più di un semplice reskin, questo add-on rimpolpa l'offerta con nuovi Stadi ed Icone, senza lesinare poi in piccole ma significative modifiche alle intese tra gli atleti nella modalità FUT. Il fatto che il DLC sia totalmente gratuito per gli acquirenti del gioco EA, è solo il primo dei due principali stimoli per effettuare il download: il secondo - e forse più importante - è quello di poter condurre l'Italia ai vertici del mondo. E donare così un sogno (anche solo virtuale) ad un'intera Nazione.

    Che voto dai a: FIFA 18

    Media Voto Utenti
    Voti: 116
    6.8
    nd