FIFA 19: FUT e Kick Off, tutte le novità

FIFA 19 porta con sé modifiche alla modalità Kick Off, innovazioni a FIFA Ultimate Team e la Champions League che diventa molto più di una semplice licenza

provato FIFA 19: FUT e Kick Off, tutte le novità
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Dopo una lunga prova avvenuta in occasione del producer tour di FIFA 19, vi abbiamo raccontato tutte le novità di gameplay introdotte da EA nel nuovo capitolo del calcistico più giocato al mondo. Adesso arriva invece il momento di concentrarsi su un altro aspetto fondamentale della produzione, da sempre molto attenta anche alla solidità dell'offerta contenutistica. Parliamo ovviamente delle modalità, ed in particolare di FUT e Kick Off. La prima ha ricevuto delle attenzioni particolari da parte del team di sviluppo, che spera così di rilanciare il "Calcio d'inizio", mente il giocatissimo FIFA Ultimate Team cambia struttura per adattarsi alle richieste degli utenti. Vediamo insieme cosa ci aspetta.

    Modalità calcio d'inizio: due facce della stessa medaglia

    Come suggerivano le voci di corridoio girate in rete negli scorsi giorni, quest'anno EA ha scelto di valorizzare la modalità Kick Off, aggiungendo nuove importanti funzionalità. La modalità è, da sempre, un pilastro dell'offerta ludica di FIFA, orientato tradizionalmente a quella fetta di community un po' più disimpegnata, che preferisce la competizione in salotto con gli amici alla carriera manageriale o alla FUT Champions Weekend League. Niente pacchetti o nuovi giocatori, dunque: l'unico premio in palio in caso di vittoria è la gloria. E magari una birra, rigorosamente ghiacciata.
    Da quest'anno però le cose potrebbero cambiare.
    Electronic Arts ha deciso di puntare forte su questa modalità, decidendo di compiere un lavoro di ristrutturazione molto complesso: l'obiettivo è quello di dare al game mode una dimensione più competitiva e tecnica, senza sacrificare però l'accessibilità e la possibilità - per i giocatori meno "hardcore" - di avere una soglia d'ingresso immediata e rapida nel mondo di FIFA.
    Nella versione testata durante il Producer Tour a Milano, una volta confermata la selezione della modalità Calcio d'Inizio, ci siamo trovati di fronte ad una schermata completamente nuova, caratterizzata dalla presenza di sei riquadri selezionabili, denominati rispettivamente Classic Match, Home & Away, Best of Series, UEFA Champions League, UEFA Europa League e House Rules.
    Per quanto riguarda le prime, si tratta sostanzialmente della canonica partita rapida, a cui sono state aggiunte alcune feature specifiche, come l'introduzione di match andata-ritorno e la possibilità di indicare una serie di scontri da affrontare per aggiudicarsi la sfida: confronto al meglio delle tre, quattro, o cinque vittorie, e via dicendo.
    A questi si aggiungono i match dedicati alla Champions League ed Europa League, due tra le massime competizioni europee. Come specificato a più riprese dai ragazzi di EA, il brand Champions League rappresenta molto più di una semplice acquisizione di marketing, e sarà integrato in maniera impeccabile con tutte le modalità (compresa, appunto, Kick Off). A testimonianza di questa dichiarazione, l'impegno per rendere la competizione virtuale quanto più vicina possibile a quella reale è evidente fin nei primi istanti di gioco: tutto il fascino della coppa dalle grandi orecchie è replicato con una cura davvero lodevole, evidente nelle cut-scene di rito, nelle inquadrature suggestive ed ispirate, nella riproduzione dell'inno della Champions League e delle grafiche delle televisive, fino alle gigantografie dedicate ai campioni presenti negli stadi più iconici della Coppa.

    House Rules: content creator a raccolta!

    Resta fuori la sesta opzione fra quelle che vi abbiamo indicato, che rappresenta una novità decisamente interessante. Con "House Rules" EA ha deciso di inserire la possibilità di personalizzare completamente il match, inserendo regole un po' diverse dal solito. Le proposte sono decisamente creative: con long range, ad esempio, ogni tiro dalla distanza vale due punti, mentre con "survival" dopo ogni gol la squadra che avrà segnato perderà un membro casuale della propria rosa. In Headers & Volley solo i gol al volo e quelli da calcio piazzato saranno conteggiati, e infine nella modalità No Rules non ci saranno regole: niente punizioni, niente fuorigioco, solo gameplay senza interruzioni. Un po' come al campetto accanto a casa vostra, insomma.

    Dopo una prova di circa un'oretta abbiamo trovato queste novità assolutamente positive. Chiaramente non sono e non saranno queste le feature che sposteranno le grandi masse di acquirenti, tuttavia la modalità calcio d'inizio aveva bisogno di una rinfrescata, e l'inserimento di queste novità aumenta il fattore rigiocabilità, nonché il ventaglio di avvincenti sfide e confronti tra amici e non. E proprio il carattere sopra le righe della modalità troverà terreno fertile su YouTube, grazie alla fantasia dei suoi content creator.

    FIFA 19: la svolta tattica tanto attesa?

    Nel nostro hands-on abbiamo analizzato nel dettaglio il nuovo sistema di tattiche, completamente rivisitato e reso, da quello che sembra, nettamente più profondo. Un segno della corsa che EA sta facendo per creare, a completo beneficio del proprio movimento esportivo, un prodotto solido e profondo, in grado finalmente di aumentare una forbice di skill che divide un giocatore discreto da un giocatore decisamente competitivo.

    La software house ha deciso anche di migliorare il sistema di riepilogo delle statistiche consultabile alla conclusione del match. Finalmente l'HUB dedicato non conterrà solamente le classiche statistiche a cui siamo abituati, bensì riassumerà un numero decisamente superiore di informazioni utili, relative sia al nostro gioco che a quello dell'avversario. Potremo scoprire qual è il settore di campo che prediligiamo per la costruzione dell'azione, per esempio, oppure quanti e quali passaggi abbiamo sbagliato, in quale zona del campo abbiamo calciato in porta e con quale percentuale di efficacia. Questo nuovo sistema di raccolta dati sarà disponibile a fine di ogni match giocato, anche se sfortunatamente non è stata citata in maniera diretta la modalità competitiva per eccellenza, Fifa Ultimate Team. Nonostante la mancanza di una dichiarazione ufficiale, la sensazione è che questa nuova feature sarà pienamente supportata e implementata in FUT, così come è stato per le Tattiche Dinamiche. Se così non fosse, sarebbe davvero un autogol clamoroso.
    Un'altra piccola feature che potrebbe fare felici gli amanti degli storici e delle statistiche è la possibilità di salvare tutti i progressi e i dati ottenuti nei match disputati in Calcio d'inizio in un profilo riassuntivo. Questo è sicuramente un ottimo modo ricordare all'amico seduto al nostro fianco le cocenti sconfitte del passato.

    FIFA Ultimate Team: addio stagioni, benvenute Division Rivals!

    Anche la modalità più giocata del brand ha subito importanti modifiche. Con l'aggiunta delle Squad Battles e la presenza delle Weekend League da giocare, il team di sviluppo ha reputato che le Divisioni Online non si adattassero più all'offerta di FIFA Ultimate Team: da qui la decisione di sostituirle con un nuovo sistema, che si pone a metà tra le vecchie Season e le Squad Battles. Nelle Division Rivals infatti non partiremo più dalla divisione 10, bensì ci saranno delle partite di piazzamento con cui il sistema ci inserirà in una divisione tra il numero 1 e la numero 10. Da questo momento in poi ogni partita che giocheremo, rigorosamente contro avversari della nostra divisione, ci farà guadagnare punti, grazie ai quali verremo inseriti in una classifica virtuale che si aggiornerà nel corso della settimana. Una volta conclusa la competizione, in base al nostro piazzamento finale, ci verranno consegnati i tanto ambiti premi.

    Ovviamente con l'introduzione delle Division Rivals le partite da giocare, soprattutto nel weekend, sarebbero state insostenibili. Fortunatamente i ragazzi di EA se ne sono accorti, e hanno deciso di unire i progressi compiuti durante la Weekend League anche nelle Division Rivals. Questo significa che ogni partita giocata tra le 40 disponibili nel weekend sarà conteggiata anche nella competizione settimanale citata, alleggerendo così il carico di partite da giocare per i giocatori più competitivi.
    Questo vorrà dire che le 40 partite che affronteremo durante il weekend saranno solo contro avversari della nostra divisione? Noi crediamo di no, tuttavia attendiamo conferme ufficiali.
    Inoltre, non è chiaro ancora come sarà organizzato il sistema di scalata verso nuove divisioni, e se ci sarà retrocessione in quelle inferiori, ma ci aspettiamo nuovi dettagli saranno sicuramente svelati nei prossimi mesi.

    Division Rivals, Weekend League e premi

    Icon: non solo Baggio e CannavaroPer quanto riguarda il capitolo Icon, di recente sono state rilasciate due nuove icone tricolori: ci riferiamo ovviamente al "divin codino" Roberto Baggio e al pallone d'oro Fabio Cannavaro. Negli scorsi giorni si sono inseguiti numerosi rumor sulle possibili nuove icone rilasciate in occasione di FIFA 19, e all'evento a Milano EA ha confermato e smentito alcuni di questi. Sicuramente però, ora possiamo dirlo, nel nuovo capitolo troveremo: Steven Gerrard, Frank Lampard, Clarence Seedorf, Raùl, Claude Makélèlè, Rivaldo, Eusebio e Johann Cruijff, per un parco leggende che lentamente diventa sempre più corposo.

    Con FIFA 19 vedremo inoltre sparire il Daily Knockout Tournament. Il torneo ad eliminazione valido per l'ingresso nella tanto ambita Weekend League è stato rimosso, poiché secondo gli sviluppatori stava divenendo troppo frustrante, soprattutto per i giocatori in grado di arrivare in finale ma che poi puntualmente perdevano l'ultimo match, rimanendo completamente a bocca asciutta.
    Questo sistema è stato rivisto, e ora per qualificarci tutto passerà, ancora una volta, dalle Division Rivals. Il biglietto di ingresso per la Weekend League sarà infatti guadagnato tramite l'ottenimento di punti con l'avanzare della settimana e con le nostre vittorie. Per gli utenti posizionati a divisioni molto alte sarà un gioco da ragazzi ottenere i punti necessari, mentre per chi sarà a fondo classifica sarà più difficile, in quanto i punti ottenuti dopo ogni partita saranno pochi. Se una settimana non riuscirete a raggiungere il target necessario, tuttavia, state tranquilli: i progressi saranno mantenuti. La settimana successiva ricomincerete la vostra scalata da dove vi eravate fermati. Inoltre, è possibile che tra i premi ottenibili alla conclusione della settimana di competizione ci sia anche il biglietto della Weekend League, comodamente selezionabile tra i premi proposti.
    E così arriviamo all'altra, richiestissima novità legata ai premi settimanale: saremo noi a poter scegliere tra una gamma di ricompense. Sarà insomma l'utente, in base alle necessità del momento, a scegliere se optare per un certo numero di crediti, se provare la fortuna selezionando come ricompensa qualche pacchetto, oppure ancora se ancora optare per un rinforzo mirato per la propria rosa, selezionando come premio un giocatore offerto da EA, magari preso del Team Of The Week.

    FIFA 19 Le novità presentate per quanto riguarda Kick Off e FUT Champions ci sembrano decisamente interessanti. Le modifiche apportate dal team di sviluppo evidenziano la volontà di soddisfare tutti i tipi di giocatore. Da una parte è chiaro il tentativo di rendere più profondo e stratificato il proprio gioco di punta, donando vere e proprie chicche tecniche e tattiche ai giocatori più esperti. Allo stesso tempo però, EA pare non dimenticarsi di favorire l'accessibilità del titolo, consegnando dell'utenza che non ha nessuna mira competitiva e poco tempo da dedicare al gioco, un'opzione fortemente arcade come House Rules. Tutte le modifiche e le introduzioni di questo nuovo capitolo sembrano frutto di un percorso di maturazione, passato anche e soprattutto per l'ascolto dei feedback della community. Dobbiamo ammettere che le sensazioni provate all'evento sono state piuttosto buone, e che sinceramente non vediamo l'ora di cominciare la nuova stagione. Chiaramente non basteranno le intenzioni, e tutte queste novità andranno provate sul campo. In attesa che il gioco arrivi sugli scaffali, il prossimo 28 settembre, la direzione sembra essere però quella giusta.

    Che voto dai a: FIFA 19

    Media Voto Utenti
    Voti: 86
    5.9
    nd