Giochi PlayStation 4 su iPhone e iPad: provato il Remote Play

Con il debutto di iOS 13 l'esperienza Remote Play è migliorata tantissimo: abbiamo provato a giocare con titoli PlayStation 4 su smartphone e tablet Apple.

provato Giochi PlayStation 4 su iPhone e iPad: provato il Remote Play
Articolo a cura di

Con l'introduzione del supporto nativo ai controller Dualshock 4 e, in generale, quelli bluetooth in iOS 13 e iPad OS, l'utilizzo dell'applicazione per il Remote Play da PlayStation 4 su dispositivi Apple è diventato nettamente più comodo e funzionale. Da qualche settimana potete infatti riprodurre la vostra console sugli schermi di iPhone e iPad (oltre che del Mac) senza escludere dall'esperienza il sistema di controllo classico della console Sony. Persiste sì ancora qualche limitazione, ma il risultato finale è senza dubbio molto interessante e vi permetterà di usufruire della vostra PS4, senza particolari problemi, anche quando il televisore a cui è collegata è occupato. Abbiamo provato la funzionalità per qualche settimana e siamo pronti sia a spiegarvi il modo migliore per sfruttarla, sia a raccontarvi le nostre impressioni sulla sua efficacia.

Collegamento

La prima cosa da fare, ovviamente, è collegare il Dualshock 4 al dispositivo Apple in nostro possesso. Il procedimento è piuttosto facile e intuitivo e ve lo abbiamo spiegato nel dettaglio nel nostro speciale sul collegamento dei controller bluetooth ai device con iOS 13 e iPad OS. Riassumendo, dovrete impostare la modalità ricerca sul vostro pad (tenendo premuto il tasto centrale e quello opzioni) e cercarlo tra i dispositivi disponibili nella schermata delle impostazioni dedicata al bluetooth sul vostro smartphone/tablet.

Completato l'abbinamento, sarete pronti a utilizzare il Dualshock 4 anche con l'app Remote Play. Una volta scaricata quest'ultima dall'App Store, vi basterà connettere via Wi-Fi il vostro iPhone o iPad alla stessa rete domestica della vostra PS4 (che può essere collegata anche via ethernet). Dalle impostazioni di PS4, raggiungete la schermata "Impostazioni della connessione di Riproduzione remota" e poi "Aggiungi dispositivo" per ricevere il codice da inserire nel vostro device di riferimento.

Una volta avviata l'applicazione, effettuato il log-in con lo stesso account utilizzato su PlayStation 4. Dopo aver inserito il codice appena ottenuto potrete visualizzare la schermata di PS4 su mobile, utilizzare il controller o i comandi touch per interagire con PS4, riprendere un gioco in pausa o cominciare a giocare e partecipare a chat vocali utilizzando direttamente il microfono del dispositivo mobile.

Funzionamento

Sbrigata questa semplice pratica, avrete l'opportunità di avviare gran parte della libreria PlayStation su iPhone e iPad, a patto che questi siano connessi alla rete di casa e la console sia accesa. Il Dualshock 4 funziona esattamente come dovrebbe, fatto salvo per il riconoscimento del touch pad, che in alcuni giochi fa le bizze o è totalmente disabilitato. A ben vedere si tratta di un problema minore, perché, avendo sempre a disposizione lo smartphone/tablet, potrete utilizzare le stesse funzioni toccando direttamente lo schermo.

La risposta ai comandi è repentina e, escludendo alcuni frangenti particolari, non abbiamo notato una latenza che possa limitare o precludere un'esperienza di gioco ottimale. Stiamo parlando, in effetti, di una possibilità opzionale, che non sostituisce interamente l'esecuzione sullo schermo televisivo ma offre un'alternativa per poter usufruire della console quando quest'ultimo è occupato. Si tratta di una variante che con pochi passi spalanca le porte a un utilizzo di PlayStation 4 in stile Switch, con l'opportunità di staccarsi dall'ambiente TV e continuare a giocare senza ostacoli di sorta anche in un'altra stanza.

Durante la nostra prova abbiamo testato due giochi in particolare con due configurazioni diverse. La prima sfruttando un iPhone 11 Pro Max con Monkey King: Hero is Back ( recuperate la nostra recensione Monkey King Hero is Back) e la seconda cavalcando le lande di Red Dead Redemption 2 con un iPad Pro 2017 da 10 pollici. L'iPhone, trovato il giusto posizionamento del telefono su una superficie piana, si è dimostrato all'altezza della situazione anche per una manciata di ore.

Indubbiamente, non si tratta della configurazione più comoda per giocare, ma il tutto è ampiamente migliorabile acquistando un supporto che unifica smartphone e controller. Ne sono disponibili diversi a prezzi piuttosto ridotti e con pochi euro è possibile ottimizzare la fruizione su cellulare in men che non si dica. Per quanto riguarda le partite su iPad, la situazione è nettamente più confortevole sin dal principio, dal momento che possiamo fare affidamento sulle cover che praticamente tutti i possessori di un tablet Apple hanno a disposizione. Godere del capolavoro Rockstar Games sull'ottimo display di un iPad Pro non ha lo stesso impatto visivo possibile su una TV 4K HDR, ma l'esperienza risulta comunque sufficientemente affascinante.

PlayStation 4 L’apertura al supporto di Dualshock 4, insieme al controller Xbox e il debutto di Arcade, ha legittimato la posizione di Apple nel mondo dei videogiochi con una filosofia aperta e all’avanguardia. In particolare, la possibilità di poter sfruttare anche il Remote Play di PS4 completa uno scenario favorevole anche alla console Sony, che ora gode di una tipologia di fruizione universale, versatile ed espandibile pure verso gli universi Android e PC. Insieme all’offerta di PlayStation Now, aspettando il debutto di PS5, il finale di generazione di Sony ha raggiunto insomma la piena maturità.