LEGO Marvel Super Heroes 2 Provato

Abbiamo avuto modo di provare una demo di LEGO Marvel Super Heroes 2: ecco le nostre impressioni sul nuovo gioco a base di supereroi e mattoncini.

provato LEGO Marvel Super Heroes 2
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • All'evento milanese per la presentazione della proposta di Warner Bros Games, oltre a Cars 3: In Gara per la Vittoria era presente LEGO Marvel Super Heroes 2. Il nuovo gioco dedicato ai supereroi Marvel si è mostrato con una fugace demo che abbiamo potuto provare dopo la breve presentazione del designer di TT Games, Matt Ellison. Purtroppo l'esigua quantità di materiale messoci a disposizione dagli sviluppatori di TT Games non ci ha permesso di farci un'idea più precisa del titolo che, lo ricordiamo, uscirà per tutte le console il prossimo novembre.
    Per quanto resti apprezzabile lo stile ironico e scanzonato dei videogiochi brandizzati LEGO, la prova con mano ha fatto emergere più ombre che luci, causate da una proposta di gameplay che, probabilmente, sarebbe ora di svecchiare o di innovare in qualche modo. Ma procediamo con ordine e vediamo cosa ci ha convinto, e cosa no, di LEGO Marvel Super Heroes 2.

    Hooked on a feeling

    Cantavano così i Blue Swede, gruppo di svedesoni pop rock della metà degli anni settanta. Non è un caso se citiamo la loro canzone in questa sede, e i motivi sono principalmente due. Il primo, è che la parte che abbiamo avuto modo di provare di LEGO Marvel Super Heroes 2 vedeva come protagonisti i Guardiani della Galassia e, guarda caso, il primo film degli improbabili eroi spaziali proponeva tra i tanti brani della sua fantastica colonna sonora proprio il pezzo della band svedese.

    E poi, in una delle due parti della demo, dedicata ad una furiosa battaglia contro un boss, era possibile sfruttare proprio la forza trascinante della musica: premendo uno dei tasti deputati alle azioni speciali, Star-Lord, circondato da nemici, dava voce al suo fidato e inseparabile walkman, cosicché i cattivi, presi dall'irresistibile voglia di danzare, si lasciassero andare, seguendo il ritmo. Per cadere poco dopo in mille pezzi, raggiunti dai colpi delle pistole di Quill. Una situazione che ribadisce quanto sia importante, per TT Games, l'incedere scherzoso, l'aderenza alle atmosfere dei lungometraggi, e la possibilità che il giocatore si identifichi nei suoi eroi preferiti.
    In LEGO Marvel Super Heroes 2 la trama avrà il suo peso, e sarà basata sul concetto di tempo. Il cattivo di turno è infatti bramoso di conquistarne il potere, e per farlo ricorrerà ai viaggi nel tempo. Questo ci porterà a visitare molte epoche, tra cui anche l'antico Egitto, permettendo una differenziazione più marcata dei vari nemici. A livello ludico, la struttra alla base del prossimo titolo TT Games è semplice, e riprende di pari passo quello dei precedenti videogiochi Lego (ad esclusione di LEGO Worlds): aree enormi, sezioni platform, personaggi con abilità che permettano specifiche interazioni con gli elementi del mondo di gioco: sono tutti elementi di una formula ormai collaudata, in linea di massima vincente, ma che inizia a soffrire terribilmente di una noiosa ripetitività di fondo e per cui necessiterebbe di una decisa sterzata, di uno svecchiamento. Nemmeno l'hub centrale intravisto fugacemente via video, Chronopolis, può fare molto, se poi la ricetta è sempre la stessa.
    Ed è questo il secondo motivo per cui abbiamo citato la canzone dei Blue Swede: proprio come il cantante del gruppo dichiarava di essere rimasto quasi "bloccato" da un singolo momento magico, sembra che TT Games sia attaccata morbosamente a questo modo di fare videogiochi. La demo provata è stata indicativa in tal senso. Visto che la sua durata era tarata sui cinque minuti, il tempo è stato sicuramente poco per poter approfondire qualcosa della trama, ma sufficiente per evidenziare, appunto, l'idea di giocabilità alla base di LEGO Marvel Super Heroes 2.

    La prova ci vedeva, come già anticipato poco sopra, nei panni dei Guardiani della Galassia, in un'astronave, alle prese con difficoltà nell'apertura di un portellone da cui poi saremmo dovuti passare per proseguire. Ad essere molto tradizionali sono il tipo di interazioni, le situazioni proposte e la risoluzione di quelli che fatichiamo a chiamare enigmi ambientali. Più che sull'inventiva, insomma, il gioco punta tutto sul carisma, come dimostra l'elenco dei personaggi giocabili. Durante la presentazione ci è stato possibile vedere, oltre ai Guardiani, anche Spiderman, nelle varianti Homecoming, Noir e 2099, e pure Spider Gwen, proveniente dall'universo alternativo. Nelle locandine pubblicitarie presenti all'evento, siamo riusciti a scorgere anche Black Panther e Capitan America. L'intento del team di sviluppo, insomma, è quello di strizzare l'occhio a tutti i fan del Cinematic Universe, utilizzando le ultime pellicole come gancio principale per acchiappare vecchi e nuovi fan.

    LEGO Marvel Super Heroes 2 Sono ancora poche le informazioni a disposizione di LEGO Marvel Super Heroes 2, e la nostra prima prova ci ha messi in contatto con il gameplay classico della serie e la solita, identica formula di sempre. Speriamo con fiducia che possano arrivare ulteriori novità, ben consci del fatto che sarebbe ora di dare una sterzata, un deciso rinnovamento, alla giocabilità dei titoli TT Games. LEGO Marvel Super Heroes 2, per quanto divertente e in perfetto stile Lego, non esce dai canoni che definire “rodati” è un sottile eufemismo. Vedremo come evolverà la situazione da qui alla data d’uscita, fissata per il prossimo novembre, ma se dovessimo esporci, diremmo che le doti più interessanti del prodotto resteranno probabilmente la scrittura divertita e sopra le righe, ed una serie di personaggi di sicuro impatto.

    Che voto dai a: LEGO Marvel Super Heroes 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 5
    8.4
    nd