E3 2015

Provato Metroid Prime Blast Ball

In occasione della finale dei Nintendo World Championships 2015, Nintendo annuncia un minigioco sportivo ambientato nel furistico mondo di Metroid: lo abbiamo provato all'E3 di Los Angeles.

provato Metroid Prime Blast Ball
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Andrea Dresseno Andrea Dresseno ha iniziato a giocare alle elementari, prima a scrocco, poi si è reso autonomo. Scrive di videogiochi da quasi vent'anni, ma nel mezzo ci sono state alcune pause di riflessione: durante una di queste ha dato vita all'Archivio Videoludico, per cui ora si dedica anche alla conservazione del medium. Si dice sia nintendaro, ma non esistono prove. Lo trovate su Facebook.

In occasione della finale dei Nintendo World Championships avevamo scritto: "Ecco poi la sorpresa Blast Ball, che a prima vista sembra Metroid Prime Hunters ma così non è". Rettifichiamo, è proprio Metroid. Due giorni dopo, con una mossa molto strana, Nintendo ci ha appiccicato sopra il logo di Metroid Prime e il titolo è entrato al volo nell'universo di Samus Aran. Insomma, che ci fosse qualcosa che ricordava Metroid era abbastanza chiaro, ma è altrettanto evidente che con la celebre serie Nintendo il nuovo titolo per 3DS condivida solo l'universo di appartenenza. La stessa caratterizzazione dei mech è anonima, a dir poco. Va comunque precisato che Metroid Prime: Blast Ball sarà incluso all'interno di Metroid Prime: Federation Force. Di Federation Force, per ora, si sa solo che sarà uno sparatutto multiplayer cooperativo con missioni da affrontare insieme agli amici. Allo stand Nintendo abbiamo potuto provare solo Blast Ball, restiamo in attesa di potere mettere le mani anche sul titolo con cui dovrà condividere la cartuccia una volta pubblicato.

LOGHI POSTICCI

L'impressione è che il logo di Metroid sia stato appiciccato a questi due nuovi giochi per 3DS per pure ragioni di marketing. Metroid è un brand noto, dopotutto. Dal punto di vista della direzione artistica, tuttavia, Blast Ball trasuda banalità da ogni poro. Forse sarebbe stato meglio non accostarlo a Metroid, saga che invece ci ha abituato a ben altri livelli stilistici. Una considerazione doverosa, che nulla toglie al gameplay di un titolo orientato al multiplayer e che ha tutte le carte in regola per divertire, ma certo non per stupire. La formula è immediata e intuitiva: due squadre, composte ciascuna da tre mech, si fronteggiano in un'arena futuristica: vince chi riesce a fare tre gol all'avversario. Ebbene sì, il gioco è un mix tra titolo calcistico in chiave fantascientifica e sparatutto in soggettiva. Per infilare la palla nella porta nemica bisogna sparare, e pure tanto. I colpi possono essere caricati per rendere più potente il tiro, oppure si può sparare a ripetizione. La cosa importante è difendere la propria porta e violare quella dell'avversario. A ogni rete lo specchio della porta diventa più piccolo e ciò rende le cose più difficili. Bloccare la palla col proprio corpo non è consigliato: il mech rischia di distruggersi. In quel caso si rimane fuori gioco per qualche istante prima di tornare operativi. Pochi istanti in cui abbandonare la propria squadra può rivelarsi molto pericoloso.

UN GIOCO TRA TANTI

La formula funziona. Col dorsale sinistro si può fissare la visuale sulla palla in qualsiasi momento; con quello destro attivare lo strafe. Eppure Blast Ball sembra un contentino, un gioco anonimo tra tanti. Il gameplay, per quanto divertente, non è assolutamente originale. Certo è che il titolo non sarà venduto singolarmente: in quest'ottica, come extra rispetto a Federation Force, può anche avere un senso, assolvere onestamente al proprio dovere. Il fatto è che pure il gioco "principale" non sembra particolarmente memorabile, e nemmeno può contare su una caratterizzazione di qualità alla Metroid, almeno stando ai primi filmati. Chi vivrà vedrà.

Metroid Prime Blast Ball Metroid Prime: Blast Ball fa il suo dovere. Ricordiamo che il titolo accompagnerà Federation Force al lancio, per cui non ci si può certo aspettare un gioco profondo o di spessore, data la sua natura ancillare. Il gameplay non è affatto originale, né spicca per meriti particolari: una simulazione sportiva del futuro mixata con le logiche di uno sparatutto in soggettiva. Due squadre di tre mech ciascuna si sfidano in un'arena con l'obiettivo di "sparare" la palla nella porta avversaria. Semplice, efficace, divertente. Certo non profondo, né innovativo. Dispiace vedere il logo di Metroid appiccicato a forza su un prodotto che evidentemente era nato come gioco minore e a sé stante. Ma si sa, le logiche del marketing hanno spesso la meglio. Quantomeno si spera che così il titolo possa avere qualche chance in più di successo.

Quanto attendi: Metroid Prime Blast Ball

Hype
Hype totali: 1
10%
nd