Rainbow Six Extraction: il primo aggiornamento gratis è ricco di novità

Da Zofia alla modalità Spillover, scopriamo tutte le novità introdotte con il primo update gratuito di Rainbow Six Extraction.

Rainbow Six Extraction: il primo aggiornamento gratis è ricco di novità
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Uno dei più grandi punti di domanda nella nostra recensione di Tom Clancy's Rainbow Six Extraction riguardava proprio le modalità attraverso le quali Ubisoft avrebbe supportato lo shooter coop a lungo termine. Adesso possiamo finalmente rispondere a questa domanda, poiché l'azienda francese non solo ha annunciato il primo contenuto post-lancio dello sparatutto PvE, ma ci ha anche permesso di prendere parte ad un evento dedicato alla stampa grazie al quale abbiamo provato tutte le novità del primo evento a tempo che potremmo azzardarci a definire come il lancio della Stagione 1, seppur non sia ancora ben chiaro quale sarà il tipo di cadenza con cui questo tipo di contenuti approderà nel gioco. Scopriamo quindi tutte le novità del primo grande aggiornamento di Extraction.

    Spillover

    Ricordate quando nel nostro speciale sull'endgame di Tom Clancy's Rainbow Six Extraction abbiamo elogiato gli Incarichi e le loro potenzialità nell'offrire tipi di gameplay sempre diversi?

    Ecco, l'arrivo di Spillover non fa che darci un'ulteriore conferma di quanto abbiamo già scritto. Sia chiaro, la nuova attività non inventa nulla di nuovo (anche in questo caso le similitudini con la Protezione ostaggio della Caccia ai Terroristi sono evidenti), ma riesce comunque a proporre meccaniche di gameplay che costringono ad avere un approccio totalmente diverso rispetto a quanto visto fino ad ora e spronano ad utilizzare Operatori rimasti spesso e volentieri in panchina.

    Spillover è un'attività ambientata tutta nella stessa mappa, senza alcun passaggio per le camera stagne: l'obiettivo è quello di posizionare nove contenitori di bio-solventi su altrettante colonie di Archeloma per poi proteggerli da una serie di ondate nemiche. Ovviamente le ondate avranno una difficoltà crescente fino ad arrivare all'ultima, che sguinzaglierà sui malcapitati operatori anche i temibili Apex.

    La peculiarità di Spillover consiste non solo nella possibilità di attivare contemporaneamente più di un contenitore, ma anche di selezionare liberamente l'ordine in cui distruggere le colonie. Ciascun obiettivo propone un modificatore diverso e starà ai giocatori decidere se liberarsi prima di ondate di Archei ricoperti da spore accecanti, di nemici invisibili o di orde composte perlopiù da élite. A rendere l'impresa ancora più ardua è lo scorrere del tempo, poiché per completare i nove obiettivi avrete a disposizione solo 25 minuti e vi assicuriamo che non sarà affatto semplice riuscire nell'impresa di arrivare fino alla fine senza levare le tende con un'estrazione d'emergenza a metà strada. Dopo aver trascorso un po' di tempo in questa modalità, ci è sembrato chiaro che l'unico e solo modo per riuscire a fare tutto entro i tempi prestabiliti sia dividersi il lavoro con i compagni, così che almeno i primi tre obiettivi vengano gestiti singolarmente dagli operatori per poi procedere tutti uniti quando le cose iniziano a farsi complicate.

    A tal proposito, anche gli operatori più efficienti cambiano rispetto a quelli che vi abbiamo suggerito per le modalità classiche: se Alibi continua ad essere imprescindibile, in questo caso Tachanka potrebbe fare la differenza con la sua torretta e Capitao, con la sua balestra, potrebbe tenere a bada le folle di Archei con le nubi di gas tossico sprigionate dai dardi. Persino le risorse sono limitate e disponibili tutte sin dall'inizio nei pressi del punto d'estrazione: questo implica l'obbligo da parte dei giocatori di gestirle sapientemente e di farsele bastare per tutta la durata dell'incursione speciale.

    Chiunque riesca ad uscire vivo dall'inferno di Archei che viene a crearsi all'attivazione dei vari contenitori di bio-solventi, potrà anche sbloccare delle ricompense esclusive per personalizzare armi ed operatori che gli sviluppatori hanno creato appositamente per i coloro i quali decideranno di accogliere la sfida. Lo sblocco dei nuovi contenuti avverrà tramite il completamento di nuovi studi inediti, grazie ai quali potrete ottenere punti esperienza bonus e oltrepassare il vecchio level cap della progressione, che ora è 31.

    Nuovi modi per combattere gli Archei

    Mentre giocavamo per la recensione ci siamo chiesti più volte quali operatori avrebbero potuto espandere il roster di Extraction senza risultare inutili o, al contrario, eccessivamente forti e Zofia era sempre in cima a questa lista. Sembrerebbe che anche il team di sviluppo abbia deciso di scegliere proprio la sorella di Ela come prima operatrice extra del gioco. In questo caso non occorre spendere crediti o ricorrere alle microtransazioni, ma basta accedere al menu degli operatori per notare come il nuovo personaggio sia sin da subito disponibile all'uso. Come potete facilmente immaginare, Zofia è una macchina da guerra in Extraction, dal momento che con il suo KS79 Lifeline può sparare proiettili stordenti o a impatto, perfetti per proteggersi da gruppi di nemici o per stordire gli élite e poi finirli con un abbattimento.

    Altra importante novità dell'aggiornamento relativo a Spillover è l'arrivo di un nuovo gadget con tutto il potenziale per stravolgere gli equilibri dello shooter coop. Nel corso delle tre settimane durante le quali si potrà giocare l'evento Crisi Spillover, infatti, i giocatori potranno completare una semplicissima sfida per mettere le mani sulla nuova Tecnologia REACT, la Torretta Automatica. Equipaggiando questo nuovo oggetto, gli operatori possono fare in modo che tutti i nemici presenti nel raggio d'azione della torretta vengano ripetutamente colpiti, così che i più deboli possano essere eliminati e i più grossi storditi.

    Non abbiamo testato il gadget nella modalità Spillover, ma abbiamo sbloccato questa tecnologia nelle missioni tradizionali per poi metterla alla prova in un'incursione di difficoltà media, dove ha dimostrato una certa utilità. I 60 proiettili di questo dispositivo gli consentono di eliminare con relativa facilità gli Archei più fastidiosi e potrebbe trattarsi di un ottimo aiuto quando entrano in gioco gli Arieti e la loro variante velenosa. Sbloccare la torretta è davvero semplice, poiché basta eliminare 500 Archei in qualsiasi modalità di gioco e, come per la maggior parte degli studi, valgono come eliminazioni anche i nidi e le spore distrutte.

    Entrambe le nuove aggiunte ci sono sembrate molto interessanti e non vediamo l'ora di scoprire in che modo i giocatori sfrutteranno sia Zofia che la torretta per mettere in atto nuove strategie, magari proprio per completare Spillover. L'unica incertezza riguarda ancora una volta il futuro del gioco, poiché resta ancora un'incognita quand'è che dovremo aspettarci altri contenuti di questo tipo.

    Che voto dai a: Rainbow Six Extraction

    Media Voto Utenti
    Voti: 13
    7.6
    nd