Teamfight Tactics: scopriamo le novità in arrivo con il set Reckoning

Siamo stati invitati da Riot Games a un evento esclusivo dedicato al prossimo set di Teamfight Tactics: ecco tutte le novità previste.

Teamfight Tactics: scopriamo le novità in arrivo con il set Reckoning
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • Dopo qualche mese torniamo finalmente su Teamfight Tactics, il peculiare auto battler targato Riot Games nato nel 2019 come risposta al capostipite del genere, Auto Chess. Per chi ancora non sapesse di cosa stiamo parlando, è d'obbligo un breve excursus storico. Verso la fine del 2018 un minuscolo team di sviluppo indipendente, i Drodo Studios, ebbero un'intuizione rivelatasi poi vincente: sviluppare una custom mod per la modalità Arcade di DOTA 2. Quella variazione sul tema prese il nome, appunto, di DOTA Auto Chess.

    La filosofia ludica su cui poggiava l'estrosa idea dei Drodo Studios appariva come una peculiare ibridazione tra la strategia a turni e gli scacchi. Una mescolanza di generi diversi talmente originale che si poté fregiare sin da subito di una propria categorizzazione: Auto Battler, come dicevamo. Tale novità fu stata salutata con energico fervore da streamer e giocatori, tanto da trasformare Auto Chess in un "must play" e in un fenomeno planetario dall'ascesa fulminea.

    Le caratteristiche del genere

    Nel corso dei mesi il neonato genere accolse una miriade di esponenti, e soprattutto su mobile le applicazioni iniziarono ad affollare i marketplace dei nostri dispositivi. Poi, come dicevamo, verso la metà del 2019 nel client di League of Legends fece capolino una modalità "auto battler" chiamata Teamfight Tactics. La variazione sul tema targata Riot Games (per rinfrescarvi le idee, ecco la nostra anteprima di Teamfight Tactics Mobile) non si discosta molto dalle regole che sorreggono il genere di riferimento, pur proponendo diverse apprezzabili novità. Dunque, anche Teamfight Tactics (TFT, per gli amici) fonda l'esperienza di gioco su una modalità PvP a turni per otto giocatori, in cui occorre piazzare su una scacchiera i propri campioni (i quali poi combatteranno in automatico), come se si trattasse di una partita a scacchi. Lo scopo è abbastanza intuitivo: essere l'ultimo utente a preservare i propri punti vita, in modo da vincere il match. Come abbiamo già detto in altre occasioni, il successo e i confini del genere sembrano essere efficacemente rappresentati dalla frase "facile da capire, difficile da padroneggiare".

    L'auto battler di Riot Games nella sua formula "turn based" propone gli ingredienti canonici del MOBA da cui trae ispirazione, come l'aumento di livello degli eroi e il loro potenziamento attraverso una serie di oggetti da equipaggiare.

    Il tutto, chiaramente, mescolato con una componente strategica inedita, che aggiunge elementi alquanto complessi al gameplay. Non solo l'attento posizionamento dei pezzi sulla board, ma anche dei bonus di classe o di fazione, sinergie legate alla presenza simultanea di eroi appartenenti allo stesso tipo, nonché un'importante componente economica dedicata al denaro - dipendente dalle prestazioni - guadagnato nel corso di ogni round. Inoltre, all'inizio del match e a intervalli regolari, in TFT esiste un momento di pausa peculiare, una specie di "draft", per meglio definirlo. In sostanza, in quelle occasioni gli otto giocatori vengono trasportati in uno scenario a parte definito "Carosello" in cui un ventaglio di campioni è a disposizione di tutti, a partire dall'ultimo in classifica - che sarà il primo a scegliere (in stile NBA, insomma).

    Sfruttare strategicamente questi momenti è fondamentale, in quanto si può anche rubare un pezzo potenzialmente imprescindibile per un avversario e rivenderlo, oppure avere la fortuna di guadagnare un campione desiderato a lungo. La vittoria di un match, insomma, può essere raggiunta solamente tramite molta pazienza e attente considerazioni.

    Dal PC al Mobile, sino alla quinta stagione

    Dopo diversi mesi dal suo iniziale debutto su PC (ricordiamolo, il titolo è free to play), milioni di giocatori appassionati e diverse migliorie, TFT è giunto anche su mobile con il suo carico di novità. Le due versioni - che condividono il cross play - sono in continua evoluzione e nel corso del tempo hanno iniziato ad accogliere i cosiddetti "Set", ovvero tematiche stagionali (tradizionalmente ogni sei mesi con importanti update a metà stagione) che arricchiscono la base preesistente con nuovi campioni, strategie, sinergie e variazioni sul tema. Da Rise of the Elements, primo set della storia di TFT, il fervore creativo del team di sviluppo pare non essersi ancora affievolito, nonostante qualche critica di troppo piovuta su quello che è a tutt'oggi l'ultimo Set live: Fates.

    La scorsa settimana, noi abbiamo avuto l'occasione di testare le importanti novità in arrivo con il nuovo contenuto stagionale conosciuto come Reckoning.

    Si tratta di un setting decisamente particolare: nella Runeterra di Teamfight Tactics, infatti, si è diffuso un antico male, ossia una Nebbia Oscura, molto simile a quella delle Isole Ombra, grandi protagoniste ultimamente nei prodotti Riot, che ha spezzato il precario equilibrio su cui caos e ordine avevano coesistito per molto tempo. L'incipit, pur rappresentando un semplice sfondo su cui far risaltare il gameplay, al contempo ne giustifica le novità. I giocatori, d'altronde, nel corso del match dovranno scegliere se schierarsi con i protettori dell'ordine o rimpolpare le proprie fila con rappresentanti del caos.

    Le novità

    La presenza simultanea tra due forze opposte, Yin e Yang, bene e male, ha dato modo al team di sviluppo di testare inedite meccaniche ludiche che non si limitano solamente alla presenza di nuovi tratti, sinergie e tipi di campioni. In particolare, gli oggetti equipaggiabili con il nuovo set potranno presentarsi in forma normale, così come li abbiamo sempre conosciuti, oppure corrosi dalla nebbia oscura. Gli oggetti corrotti sono quindi versioni più potenti delle loro controparti originali e si possono combinare tra di loro, dando origine a varianti delle versioni base. I giocatori dovranno però prestare massima attenzione, perché pur essendo sulla carta più validi, presentano solitamente un prezzo da pagare. Un malus, per così dire, che varia a seconda della combinazione e di cui gli utenti dovranno imparare ad attenuare l'effetto il più possibile.

    Inoltre, durante il match potrà capitare di dover scegliere tra diversi oggetti. Concluso un turno, infatti, apparirà una sorta di finestra dedicata (come il negozio dei campioni) in cui i giocatori avranno la possibilità di optare per un oggetto normale e uno corrotto. Le opportunità tattiche a disposizione dei partecipanti, insomma, promettono di ampliarsi in maniera decisiva, così come i rischi potenziali.

    Poco fa abbiamo fatto cenno ai tratti (od Origini, come vengono chiamate in TFT) e alle classi (addirittura quattordici) che arriveranno con Reckoning. Ebbene, i giocatori potranno trovare dei tratti a tema, come i Forgotten, gli Hellion, i Nightbringer, i Cavalier, gli Ironclad, i Revenant e i Dawnbringer: in tutto le Origini sono ben tredici e, in base alla nostra prova, abbiamo potuto notare delle sinergie potenzialmente devastanti per il meta. Due, per l'esattezza: Abomination e Forgotten.

    I campioni di quest'ultima Origine sono intimamente connessi con gli oggetti corrotti, da cui traggono la loro forza, mentre quelli appartenenti ad Abomination, quando muoiono. si assemblano in un costrutto gigantesco che non solo ottiene bonus in salute e Attack Damage , calcolato in base alle stelle dei campioni morti, ma riceve anche un oggetto casuale da ognuno degli Abomini deceduti.

    Nelle poche partite che abbiamo potuto fare, purtroppo, non siamo riusciti a trovare un counter efficace. In ogni caso, un'altra sinergia interessante è quella che mette in connessione Nightbringer (i quali ricevono un bonus in protezione e bonus nel danno) e Revenant (che invece risorgono dalla tomba dopo la loro prima morte).

    L'Hyper Roll

    Il nuovo set di TFT introdurrà il cosiddetto Laboratorio. Molti di voi ne avranno già sentito parlare con Legends of Runeterra: la modalità di gioco, in ossequio al suo nome, permette ai giocatori di sperimentare confrontandosi con meccaniche "just for fun", eclettiche e sempre diverse.

    Il primo Laboratorio di TFT è chiamato "Hyper Roll": come di consueto, è a tempo limitato e presenta dinamiche peculiari. Parliamo di partite di massimo quindici minuti, salute iniziale bassa (dieci punti vita al posto dei cento normali), una diversa gestione dell'economia e del "roll" dei campioni, così come inedite modifiche al Carosello e agli incontri con le creature neutrali.

    Insomma, sarà una modalità tutta da scoprire, e magari potrà essere utile anche per raccogliere un po' di punti esperienza con cui sbloccare i livelli del Pass. Il Reckoning Pass includerà una miriade di ricompense, tra cui nuove mini Leggende, emote, Boom, tre nuove arene (Sanctum of Order, Realm of Harmony e Court of Chaos) e altre due mappe esclusive (una a tema prettamente balneare e l'altra molto più oscura, che ricorda gli abissi attorno a Bilgewater).

    Volete iniziare a giocare ma avete bisogno di consigli? Ecco la nostra guida con i trucchi di Teamfighter Tactics.

    Teamfight Tactics Il quinto Set di Teamfight Tactics sta per giungere con il suo carico di grandi - e oscure - novità. La tematica scelta dagli sviluppatori ci ha conquistati sin da subito, anche se siamo riusciti a provare il gioco per meno tempo di quanto avremmo sperato. Ad ogni modo, la prossima stagione promette di esser molto ricca: ordine e caos, due “fazioni” agli antipodi, portatrici di potenti oggetti corrotti, nuove Origini per i campioni (alcune potenzialmente destabilizzanti per il meta futuro), classi e sinergie inedite. Infine, il Set 5 introdurrà anche il Laboratorio, con la prima modalità a tempo di Teamfight Tactics, ossia Hyper Roll. Insomma, la carne al fuoco è tanta, e presto potremmo testare più a lungo e più a fondo tutte le succulente aggiunte.

    Quanto attendi: Teamfight Tactics

    Hype
    Hype totali: 10
    78%
    nd