Esport

Teamfight Tactics: il nuovo set Gizmos & Gadgets alla prova

Abbiamo provato il nuovo set di Teamfight Tactics che introduce meccaniche, nuovi tratti dei personaggi e la modalità due contro due.

Teamfight Tactics: il nuovo set Gizmos & Gadgets alla prova
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • Non è una semplice patch né un classico nuovo set: Gizmos & Gadgets presentato da Riot Games è qualcosa di più. Già, perché il nuovo set che abbiamo potuto provare in anteprima non è solo un lungo elenco di novità ma introduce una differente esperienza di gioco. Il titolo è tutto un programma e non è infatti un caso che sia un riferimento a un videogioco educativo pubblicato nel 1993 ma diventato famoso solo quattro anni dopo grazie alla compatibilità con Windows 95 e Macintosh. Realizzato dalla The Learning Company, aveva il compito di insegnare ai bambini dai 7 ai 12 anni le basi della meccanica e dell'ingegneria costruendo veicoli, in tre differenti categorie (auto, energia alternativa e aerei), necessari per vincere delle gare di corsa.

    Tante strategie, un solo obiettivo

    Il meccanismo di Teamfight Tactics (a proposito, ecco la nostra guida per muovere i primi passi su Teamfight Tactics), se ci pensiamo, è decisamente simile: bisogna costruire la "macchina" migliore, in questo caso rappresentata dalla composizione migliore data dal mix di campioni utilizzati, montandola pezzo dopo pezzo e nei più svariati modi possibili.

    Uno degli obiettivi principali di Riot, da sempre e in tutti i giochi, è infatti cercare di fornire ai giocatori più possibilità possibili per arrivare alla vittoria, come confermato anche durante la presentazione del nuovo set: "Cerchiamo sempre di dare ai nostri utenti più strade da percorrere per vincere, piuttosto che delinearne una sola dominante su tutte le altre, rendendo probabilmente così noioso il gioco. Fornendo più strumenti e più possibilità possiamo aggiungere dinamicità al gioco e creare un'esperienza che sposa meglio il singolo playstyle di ogni giocatore. Con il nuovo set di TFT pensiamo di aver realizzato un ottimo lavoro."

    Ecco gli Hextech Augments

    Una delle principali novità che riguardano proprio questo aspetto è l'introduzione degli Hextech Augments, una meccanica totalmente nuova che consentirà a ogni giocatore nel corso della partita per tre volte di scegliere un bonus aggiuntivo per la propria composizione tra una scelta di più di 140 possibilità. Un'enormità in termini di numeri che incrementa indubbiamente il fattore casuale del gioco ma che al tempo stesso garantisce enorme variabilità ed eterogeneità per la direzione che ogni giocatore vuole dare al proprio stile di gioco.

    Gli Hextech Augments sono suddivisi su più livelli, dal Tier 1 al Tier 3, in modo che ogni giocatore della partita scelga tra bonus di pari livello, salendo dai meno a quelli più potenti: non sarà possibile vedere contemporaneamente un Hextech di Tier 1 e di Tier 2 proposti nello stesso round né allo stesso giocatore né tra i vari giocatori partecipanti.

    Nuovi oggetti

    Per tenerne traccia troviamo l'Hexcore sul tavolo da gioco, un oggetto che ci mostrerà tutti i bonus guadagnati con gli Hextech Augments in modo da modellare la composizione dei campioni scelti anche in base a cosa il destino ha ci ha riservato. Insieme ovviamente agli oggetti, alcuni dei quali sono stati modificati o ne sono stati introdotti di nuovi proprio con il Set 6 di Teamfight Tactics.

    Gli oggetti non sono però i protagonisti del nuovo set, aspetto sottolineato da Riot stessa: "Il nostro principale focus per Gizmos and Gadgets non sono stati gli oggetti ma ciò non significa che dovevamo ignorarli. Ne abbiamo ugualmente approfittato per migliorare il sistema facendo anche solo piccoli aggiustamenti e bilanciamenti grazie ai feedback ricevuti."

    Tra gli oggetti che hanno ricevuto numerose attenzioni menzioniamo la nuova Banshee's Claw che adesso fornisce uno scudo da 600 punti vita e blocca un'abilità nemica; o la Statikk Shiv che adesso dà anche il 15% di velocità d'attacco; o ancora l'Uragano di Runaan che aggiunge +15 di attacco fisico ma non funziona più sugli attacchi sul colpo, in gergo gli "on-hit".

    Studiare è utile

    Ciò che modifica radicalmente l'esperienza di gioco è l'introduzione delle nuove classi dei campioni. In particolare sono nove sui 27 presenti a far capolino per la prima volta, o a ritornare dopo l'assenza dello scorso set, sul tavolo virtuale da gioco. I campioni Academy, nel senso di "Accademici", "Studiosi", hanno attacco fisico e potere magico aggiuntivo che permette inoltre di amplificare le abilità di un compagno di squadra.

    Poi i Chemtech che puntano a fornire riduzione danno, velocità d'attacco a rigenerazione in base alla vita massima ogni secondo: ogni personaggio aggiuntivo di questo tratto permette di incrementare la durata degli effetti. I Mutanti si adatteranno invece al gioco prendendo casualmente una delle sette forme disponibili, migliorandone le statistiche.

    Casse e oggetti

    Poi arrivano i Mercenari che forniscono una cassa del tesoro nel momento in cui saranno presenti in tre sul tavolo da gioco. Vincere contro un avversario permette al giocatore di aprirla ma se si decide di non aprirla il bottino sarà sempre più capiente e "fortunato": ogni round infatti possiamo lanciare due dadi e aggiungere ricompense alla cassa, più aspettiamo per aprirla e più fortunati saremo nel momento in cui l'apriamo.

    Sicurezza invece con gli "Scrap": all'inizio del combattimento i campioni di questo tratto vedono le loro componenti di oggetti trasformarsi in item completi per tutta la durata del round, insieme a uno scudo che cresce con il numero di oggetti equipaggiati.

    Uno Yordle, due Yordle

    I piccoli e teneri esseri di Runeterra tornano a essere presenti come tratto su TFT: con tre di loro in campo, il giocatore ne riceve uno gratuitamente in panchina. A sei Yordle, il loro costo in mana si riduce drasticamente.

    Più complicati gli Innovator: alla presenza di tre campioni con questo tratto si attiva uno scarabeo meccanico che crea una barriera su di sé e sui campioni alleati, attirando le attenzioni (si tratta di un vero e proprio taunt) dei nemici vicini. Con cinque di questi lo scarabeo si trasforma in un orso fino a diventare un drago con sette campioni, incrementando di volta in volta le proprie statistiche difensive e offensive.

    Che colossi

    Infine i Colossus, campioni più grandi, più potenti e che occupano però due slot nel vostro esercito. Tuttavia sono anche immuni agli effetti di controllo e, avendone due, comportano una drastica riduzione dei danni per il proprio team. Ultimo ma non meno importante gli Spotlight, sempre al centro dell'attenzione: sul campo da gioco un esagono si illuminerà, posizionando il campione in tale casella riceverà bonus che riguardano il 15% di danno in più con un solo personaggio con questo tratto presente, un +5 rigenerazione mana al secondo (con due) e un +20% omnivamp (con tre).

    La coppia che scoppia

    Indubbiamente la novità più interessante arriva però dalla tanto attesa modalità cooperativa che permette a due giocatori di giocare insieme nella Double Up: una partita in cui si gioca sempre in otto ma a coppie (con un amico o con un giocatore casuale) nel formato 2v2v2v2 che si aggiungerà a Gizmos & Gadgets dalla seconda patch, il 17 novembre. I giocatori della stessa squadra condivideranno la barra della vita: nel momento in cui arriva a zero la prima volta, la prima e successiva sconfitta eliminerà entrambi i partecipanti.

    La novità è anche la possibilità di collaborare nel costruire la miglior composizione possibile: con l'Assist Armory possiamo inviare al nostro compagno di squadra un componente, denaro e altri oggetti chiave per il gioco.Non solo: con la Rune of Allegiance è possibile inviare anche campioni o oggetti completi.

    Ogni giocatore ne riceve uno all'inizio della partita ma è possibile trovarne un altro utilizzando la già menzionata Assist Armory. La collaborazione non finisce qui: se un giocatore sconfigge il proprio avversario prima del compagno di squadra, dopo un breve periodo di tempo i propri campioni rimanenti saranno catapultati sul tavolo da gioco del compagno, aiutandolo a sconfiggere il secondo l'avversario.

    Tante nuove dinamiche per Double Up che verranno tuttavia tenute sotto controllo già a partire dal lancio sul PBE il 2 novembre, in modo da arrivare preparati e con eventuali aggiustamenti per l'uscita ufficiale il 17 novembre: "Abbiamo sperimentato davvero tantissimo con Double Up per renderla un'esperienza unica e divertente. Attenderemo e ascolteremo attentamente il feedback della community per apportare eventuali migliorie alla modalità."

    Nuove leggende: mini

    Con l'uscita di Gizmos & Gadgets arrivano immancabilmente anche tanti nuovi contenuti estetici come la nuova serie delle Little Legends Species: Arcane Spirit, Dr Shisha, DuckBill, Gloop e Piximander. Ma a loro si aggiungono anche i Chibi Champions, così da avere al nostro fianco sul tavolo da gioco alcuni dei nostri campioni preferiti, partendo con Jinx, Ekko e Vi.

    Quanto attendi: Teamfight Tactics

    Hype
    Hype totali: 11
    77%
    nd