Valkyria Chronicles 4: Cronache di Guerra

In attesa del lancio previsto per la seconda metà di settembre vi raccontiamo le prime ore di Valkyria Chronicles 4...

provato Valkyria Chronicles 4: Cronache di Guerra
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Nelle scorse settimane abbiamo provato in anteprima Valkyria Chronicles 4, ultimo capitolo della saga di giochi di ruolo strategici di SEGA iniziata ormai dieci anni fa. Nel primo episodio i giocatori erano chiamati a impersonare il luogotenente Welkin Gunther, a capo della Squadra 7 e del carro armato Edelweiss, in uno scenario fantabellico che vede scontrarsi la nazione di Gallia contro la Federazione Imperiale che ha invaso la regione. Riscuotendo un grande successo sia di pubblico che di critica, la saga ha visto due sequel per PSP (Valkyria Chronicles 2 nel 2010 e Valkyria Chronicles 3 nel 2011) e uno spin-off (Valkyria Revolution) oltre a vari adattamenti manga e una serie anime. Questa quarta iterazione, disponibile da marzo nella terra del Sol Levante, segna l'arrivo del brand su console di attuale generazione e, di conseguenza, rappresenta un bel salto qualitativo rispetto al passato. Il titolo approderà in Occidente il prossimo 25 settembre per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch: in attesa di poter testare la versione completa, abbiamo saggiato con mano una demo di circa due ore per PlayStation 4 in cui erano presenti i primi quattro capitoli dell'avventura. Eccovi le nostre impressioni.

    Soffia un vento di guerra

    "Il giorno in cui la nostra città andò a fuoco, tutti noi ci arruolammo.
    Finalmente qualcosa in cui credere. Qualcosa per cui lottare.
    "

    Queste le parole con cui si apre Valkyria Chronicles 4: un'opera intenzionata a raccontare una storia di guerra, con una sceneggiatura che sembra ispirata alla scrittura di un diario di campo e ai briefing che precedono un'operazione bellica, come è possibile notare dalle lunghe scene filmate e nelle schermate esemplificative che ci accompagnano fin dall'inizio del gioco. Posto cronologicamente nello stesso periodo in cui si svolgono gli eventi del primo e del terzo capitolo, il titolo del team di Kei Mikami mette a fuoco un'altra zona della carta geografica, concentrandosi sul conflitto tra l'Impero e la Federazione Atlantica.

    Lo scenario che fa da sfondo alle vicende è quello della Seconda Guerra Europea, un conflitto esploso nel 1935 dopo un armistizio durato più di cento anni. La causa della guerra è l'invasione dei territorio del vecchio continente da parte dell'Impero Esteuropeo, che mira ai giacimenti del prezioso minerale noto con il nome di Ragnite. La Federazione Atlantica, dopo aver perso gran parte dei propri territori, ha incaricato la 101ª Divisione dell'Esercito di Edinburgh di compiere una missione pericolosissima: l'Operazione Croce del Nord. L'obiettivo è di aggirare la linea del fronte e piombare sull'Impero con la speranza di occuparne la capitale, Schwartzgrad, e porre fine alle ostilità.
    Per farlo occorrerà però attraversare la gelide asperità montuose dell'Europa settentrionale; il protagonista delle vicende è il giovane luogotenente membro del primo Battaglione Ranger e comandante della Squadra E, Claude Wallace, che alla guida del carrarmato Hafen si troverà ben presto a fare i conti con l'arma più potente a disposizione dell'Impero: la Valkyria. La prima battaglia, che funge sostanzialmente da tutorial per le dinamiche base del gameplay, ci fionda in breve alla conquista di una fortezza nemica intervallando l'azione con sequenze filmate e dialogate, durante le quali abbiamo modo di approfondire le prime sfumature dei personaggi della Squadra E, e di intaccare la superficie dell'intricata e tragica situazione in cui versa la Federazione.

    Non ci dilungheremo oltre per evitare spoiler sulla storia: per quello che abbiamo potuto vedere però da sole due ore di gioco, tuttavia, la struttura narrativa di Valkyria Chronicles 4 sembra molto solida e coinvolgente, rappresentando uno degli aspetti principali della produzione, grazie alla quale, almeno per quanto concerne la qualità del racconto, i fan della serie possono dormire sogni tranquilli.

    Il ritorno del sistema BLiTZ

    Dopo la parentesi di Valkyria Revolution, con Valkyria Chronicles 4 la saga torna alle origini non solo del conflitto che fa da cornice alla trama, ma anche per quanto concerne il gameplay: il sistema BLiTZ apprezzato nei primi tre esponenti della saga incarna una riuscitissima commistione di vari generi videoludici; si parte dall'azione dinamica con visuale in terza persona fino ad arrivare a meccaniche da gioco di ruolo a turni con visuale isometrica quando si scende sul campo di battaglia. Durante i combattimenti ogni turno prevede un certo numero di azioni, legate ai CP in nostro possesso, i quali vengono spesi ogni volta che si decide di muovere alcune unità o eseguire diverse manovre. Altro vincolo importante è la stamina, che varia a seconda della classe del personaggio e aggiunge una forte componente strategica alle fasi dedicate alla battaglia.

    Per arricchire ulteriormente l'offerta rispetto ai capitoli precedenti, in Valkyria Chronicles 4 si affianca alle classi già note (Soldati d'assalto, Ricognitori, Lancieri, Cecchini e Ingeneri) anche una nuova unità, ossia Artigliere, in grado di lanciare granate a lungo raggio contro il nemico mediante l'uso di un mortaio, oltre che di sparare in direzione degli avversari anche quando questi non risultino visibili, grazie al supporto fornito dai ricognitori. Altra sostanziale differenza in termini di gameplay con gli episodi precedenti consiste nel fatto che ora tutte le classi (non soltanto quelle armate di mitragliatrice e fucile) saranno capaci di produrre fuoco di sbarramento e rispondere ai colpi nemici, qualora attaccate. Interessante anche la nuova funzione Last Stand che consente a Claude di ritirarsi dall'orlo di una sconfitta per combattere successivamente, così come una rinnovata gestione dei conflitti su carro che appaiono meno statici e lenti rispetto al passato. Insieme a tutte queste aggiunte, siamo sicuri che restano ancora da sviscerare diverse novità pronte ad arricchire la formula già piuttosto solida della saga.

    Valkyria Chronicles 4 Declinata nell’affascinante stile artistico del Canvas Engine, a metà tra una fotografia d'altri tempi e il coloratissimo tratto da manga nipponico in cel shading, Valkyria Chronicles 4 sembra aver raccolto l’eredità dei tre titoli che lo hanno preceduto e di avere tutta l’intenzione di alzare l’asticella qualitativa della saga sia sul fronte narrativo che su quello del gameplay. Con questo episodio SEGA aggiunge anche in Occidente un altro tassello importante ad una line up mai così ricca, ma per il giudizio definitivo sulle gesta della Squadra E e dell’Operazione Croce del Nord vi rimandiamo alla recensione, quando il gioco arriverà ufficialmente su PC e console, il prossimo 25 settembre.

    Che voto dai a: Valkyria Chronicles 4

    Media Voto Utenti
    Voti: 8
    9
    nd