Valorant: tutte le novità dell'Atto 3 in anteprima, benvenuta Skye

Il 13 ottobre Valorant si aggiornerà ufficialmente con il terzo Atto. Abbiamo potuto provare in anteprima tutte le novità del gioco di Riot Games.

provato Valorant: tutte le novità dell'Atto 3 in anteprima, benvenuta Skye
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • VALORANT si è imposto rapidamente nel sempre più affollato panorama dei tactical shooter. Dalla closed beta di aprile alla release di inizio giugno, il titolo targato Riot Games ha fatto breccia nel cuore degli appassionati macinando una gran quantità di record e divenendo in breve tempo uno dei giochi più popolari del primo semestre 2020 (in merito, potete leggere la nostra recensione di VALORANT). La nuova creatura del colosso statunitense, poi, è rimasta sulla cresta dell'onda durante l'estate, complici anche le iniziative dei content creator e dei tournament organizer, che hanno dato vita a migliaia di ore di contenuti inediti sulle piattaforme streaming. La stessa Riot, poi, non è stata con le mani in mano e ha contribuito ad alimentare il sacro fuoco dell'hype mantenendo alta l'attenzione con i primi tornei e la promessa di una scena competitiva addirittura di scala globale con l'annuncio del primo torneo ufficiale di VALORANT.
    Ora VALORANT si appresta a ricevere un nuovo aggiornamento, il più importante e ricco della storia del titolo, sino ad ora. Invitati da Riot Games, abbiamo potuto testare in anteprima le principali novità dell'Atto III, in arrivo il prossimo 13 ottobre. Vi raccontiamo cosa abbiamo visto.

    Benvenuta Skye, eco-combattente Aussie

    VALORANT, come ogni game as a service che si rispetti, è un titolo in continua evoluzione. Dopo aver ampliato il roster con la messicana Reyna e la teutonica Killjoy, i ragazzi di Riot Games hanno deciso aggiungere una nuova agente, giusto per allietare questi ultimi mesi del 2020. Dovremo comunque attendere ancora un po' per vedere Skye nel roster. La combattente, infatti, farà il suo debutto giusto un paio di settimane dopo l'inizio dell'Atto: il prossimo 27 ottobre. Nel frattempo, abbiamo testato le sue abilità.

    Skye, come anticipato dal titolo del paragrafo, è australiana e può vantare una spiccata sintonia con Madre Natura. Non a caso tutte le sue abilità riflettono la sua profonda connessione con il mondo che la circonda. Skye, con l'abilità "Apripista", può evocare un "tilacino" (altrimenti conosciuto come Lupo della Tasmania, ormai estinto) di cui assume il controllo. Con il canide etereo ai propri comandi, il giocatore può balzare addosso all'avversario, provocando un'esplosione stordente e danneggiando tutti i nemici direttamente colpiti.

    Con "Luce guida", invece, l'agente australiana evoca un falchetto che può essere direzionato attraverso il campo visivo del personaggio. L'abilità ci è parsa è particolarmente interessante nell'early phase, in quanto permette di lanciare il falco e aggirare gli angoli più infidi della mappa mantenendo al contempo il controllo della combattente. Lo spirito del volatile, inoltre, può esser fatto esplodere, provocando la temporanea cecità dell'eventuale avversario colpito.

    La skill "Ricrescita" invece consente di evocare un cristallo di guarigione. Con questo è possibile curare tutti gli alleati che si trovano all'interno del campo di canalizzazione, ovviamente a patto d'avere a disposizione energia con cui curare. Purtroppo, però, Skye non può beneficiarne. Sembra che il team di sviluppo voglia limitare le abilità di auto-guarigione per gli agenti, così da contrastare pratiche egoistiche dei giocatori in favore del gioco di squadra.

    La Ultima è "Cercatori". Con la sua abilità suprema, Skye equipaggia tre Cercatore e li lancia all'inseguimento dei i tre nemici più vicini. Se un Cercatore raggiunge il bersaglio, lo acceca temporaneamente. Ottima, quando si tratta di stanare i roamer o i camper.

    Skye è sicuramente un'agente interessante, versatile (soprattutto in fase di "iniziazione"), utile in diverse team composition e con del buon potenziale anche se, durante la nostra prova, non siamo riusciti a sviscerare appieno tutte le sue peculiarità. Vale la pena sottolineare che ogni evocazione è comunque abbastanza semplice da abbattere, dato che possono essere tutte distrutte semplicemente sparando loro. L'australiana appare come una combattente adatta a un team già rodato, forte di una comunicazione efficace. A mali estremi con squadre casuali può essere sfruttata al massimo come sostituta di Sage.

    Winter is coming: Icebox, la nuova mappa

    Come ampiamente annunciato sui canali social ufficiali di VALORANT nei giorni scorsi, l'Atto III vedrà anche l'arrivo di una mappa inedita, battezzata Icebox. Il nuovo campo di battaglia pare essere un sito di scavo super segreto ben celato tra i ghiacci dell'Artico.

    Il nostro settingPer la nostra prova abbiamo utilizzato un laptop gaming di fascia alta: un Asus ROG Zephyrus M, con Intel Core i7-10750 e NVIDIA GeForce GTX 1660Ti che ci ha accompagnati senza mai perdere un colpo. Chiaramente VALORANT non è un titolo esoso in termini di risorse e requisiti, anche se per godere della massima reattività abbiamo settato le impostazioni video a un livello medio, con filtro anisotropico a 8x e Anti-Aliasing MSAA 4x, disattivando il Vsync e il bloom. Per quanto riguarda, invece, le impostazioni del mouse, abbiamo optato per le seguenti: DPI 800; Aim Sensitivity 0.5, Scoped Sensitivity 1.

    La mappa presenta due siti per innescare la Spike e, da quanto abbiamo potuto vedere, sembra essere intenzione degli sviluppatori favorire il più possibile la verticalità. Icebox, infatti, presenta non solo una gran quantità di "colli di bottiglia" e angoli ciechi, perfetti per il close combat, ma anche diversi punti sopraelevati da cui tenere sotto scacco gli avversari. Inoltre, per consentire lo spostamento rapido tra un lato e l'altro della mappa, il team ha ben pensato di inserire una zipline che ha tutto il potenziale per trasformarsi in un punto decisamente caldo.

    "Icebox è stata creata per favorire schermaglie, colpi mirati e gioco adattivo. Icebox si basa sul fatto che ogni punto di piazzamento è una complessa arena di combattimento piena di ripari e verticalità. C'è anche una teleferica che amplifica ulteriormente azione e verticalità". Queste le parole di Salvatore "Volcano" Garozzo, map lead designer.

    Riguardo ai riferimenti emersi durante il processo creativo, Devon Fay (direttore artistico mappe) ha dichiarato di aver preso a modello dei pilastri della cinematografia d'ogni epoca: "Inizialmente ci siamo ispirati ai film che trasmettevano un senso di isolamento. Pellicole come La cosa e Aliens. La nostra sfida creativa è stata creare un'ambientazione isolata che offrisse più di quanto potesse apparire, ma anche che non fosse tanto desolata da far venire meno la voglia di giocarci per ore".

    Icebox, lo ricordiamo, è la quinta mappa di VALORANT (dopo l'uscita di Ascent durante il lancio ufficiale dello scorso giugno). Insomma, dopo diversi mesi finalmente i giocatori potranno vedere una nuova location.

    Modifiche alla Ranked, arriva il Deathmatch

    Skye e Icebox non saranno le uniche novità a giungere con l'Atto III. Anzitutto, la modalità competitiva verrà aggiornata con un update foriero di diverse modifiche.

    I giocatori, per il matchmaking, potranno selezionare uno o più data center di loro preferenza e il sistema li inserirà con maggiore probabilità in una partita ospitata su uno dei server di loro scelta. In questo modo il rischio di code e attese inutili dovrebbe essere mitigato.
    Verrà inoltre limitata la differenza di grado a 3 (prima era 6). Le modifiche ai gradi da Immortale in poi verranno determinate solo da vittorie, sconfitte e incisività del risultato e non prenderà in considerazione le prestazioni individuali. Infine, il team di sviluppo ha deciso di collaudare un nuovo sistema visivo dedicato ai banner dei giocatori. I nuovi "stemmi" andranno a ostentare i successi dei giocatori nelle modalità competitive e verranno mostrati nella carta giocatore per evidenziarne il grado raggiunto.

    Con l'Atto III, poi, debutterà ufficialmente anche la tanto discussa modalità Deathmatch di VALORANT. L'Atto II, infatti, è stato semplicemente una lunga fase di test. Il Team sembra aver ascoltato le richieste della community e, con la prossima patch, introdurrà diverse novità a questa modalità (decisamente poco tattica) tutti contro tutti. Anzitutto, i giocatori non saranno più dieci ma diverranno addirittura quattordici.

    Il vincitore, poi, sarà decretato solamente una volta che un giocatore raggiungerà quota quaranta uccisioni. In alternativa si porterà a casa il match chi ne metterà a segno di più entro il limite temporale di nove minuti. In game, il team ha previsto che a ogni uccisione, i giocatori otterranno una ricarica completa immediata dell'arma attiva (le mitragliatrici, invece, recupereranno 30 colpi).

    Riguardo al Radar, invece, il reveal dei nemici passa dall'attivarsi una volta ogni cinque secondi all'attivazione immediata in fase di respawn. Questo dovrebbe permettere ai giocatori di gestire meglio i rientri e gli eventuali nemici nelle vicinanze.

    Infine, come di consueto, l'aggiornamento giungerà corredato di un nuovo bundle estetico a tema futuristico (chiamato Singolarità), un battle pass (sempre per 1000 VP) ricco di oggetti sbloccabili esclusivi come modelli arma, varianti potenziabili dei modelli arma, accessori, spray, carte giocatore, titoli e Punti Radianite.

    Valorant Il tactical shooter targato Riot Games sta per dare il benvenuto all'Atto III. Dalla prossima settimana, infatti, inizierà ufficialmente una stagione tutta nuova, ricca di interessanti migliorie e die due aggiunte assolutamente gradite: la nuova agente Skye e la mappa Icebox. Quest'ultima va finalmente ad ampliare il map pool, rimasto fermo da giugno (e quota quattro). La combattente australiana, invece, si aggiungerà al roster solamente due settimane dopo l'inizio della nuova stagione (ovvero il 27 ottobre). Da quanto abbiamo potuto vedere, Skye sembra essere un personaggio molto versatile, adatto a quasi tutte le team composition, grazie alle sue peculiari abilità. Resta da capire, all'atto pratico, se avrà davvero la forza di imporsi nel meta. L'Atto III di VALORANT inizierà ufficialmente a partire da martedì 13.

    Che voto dai a: Valorant

    Media Voto Utenti
    Voti: 26
    6.1
    nd