Warcraft 3 Reforged: Provata la remastered dell'RTS di Blizzard

Durante il Blizzcon 2018 abbiamo potuto mettere le mani sulla nuova versione di Warcraft 3: eccovi le nostre impressioni.

provato Warcraft 3 Reforged: Provata la remastered dell'RTS di Blizzard
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Facciamo due calcoli: il nuovo personaggio di Heroes of The Storm è il primo ad essere completamente separato dagli altri franchise Blizzard ed una piacevole aggiunta, la pistolera di Overwatch ci ha stregato tutti, ma quello che ci ha fatto letteralmente cadere dalla sedia a quest'ultimo Blizzcon è stato sicuramente l'arrivo della remaster di Warcraft III, denominata orgogliosamente "Reforged". Ok, Blizzy se la gioca sulla nostalgia, gli piace vincere facile, ma quando sul maxischermo è comparso lo stendardo rosso dell'Orda, quando abbiamo ammirato la vecchia cinematica in tutta la sua magnificenza, ristrutturata da cima a fondo, siamo crollati tutti. Pochi altri titoli del passato sanno smuovere gli animi come ha fatto Warcraft III, che quasi si potrebbe definire un padre per chi quell'epoca l'ha vissuta in prima persona, e l'idea di tornare su quei sentieri assieme ad Arthas, Uther, Jaina, è un piacere in cui è bello sprofondare.
    Il successo del remaster di Starcraft aveva già dimostrato l'attenzione per i fan a questo tipo di operazioni, perciò era solo una questione di tempo prima che ne arrivasse un altro. Anche se era plausibile vedere per prima quella di Diablo, dopo tutto quel chiacchierare dietro alla fan mod di Warcraft, un annuncio del genere era nell'aria. Ovviamente, essendo presenti in carne ed ossa qui al convention center di Anaheim, non potevamo non giocarlo subito, ma non volevamo farci mancare niente, perciò abbiamo anche quattro chiacchiere con il senior producer Pete Stilwell, che oltre a mostrare un certo entusiasmo ci ha svelato anche qualche gustosa informazione sulla sua ultima creazione. Attenzione: la lettura di quanto seguirà può causare significativi attacchi di nostalgia coatta, perciò prima di cominciare, sappiate che Warcraft III: Reforged comprende anche l'immancabile espansione The Frozen Throne, vi sentite meglio?

    "Reforged" is better than "Remastered"

    Non è come in Brood War, non si tratta solo di un refresh in alta definizione di sprites in 2D: Warcraft III Reforged è un lavoro di ristrutturazione totale, che parte dalle cinematiche (tutte ri-renderizzate, mentre quella di apertura è stata completamente rifatta) e arriva fino alla ri-modellazione -da zero- di tutte le strutture e le unità, passando anche per il ri-doppiaggio e anche l'aggiunta di qualche contenuto inedito. In operazioni del genere la fedeltà è obbligatoria, specialmente se si tratta di un prodotto Blizzard, perciò sì: tutto è ancora come una volta, dagli eroi all'effettistica un po' "old school", ma la conta dei poligoni e quella che useremmo oggi, ed anche gli shader e i riflessi.
    Neanche a dirlo, tutto ci verrà consegnato in un uno scintillante 4K, ma non sono soltanto la risoluzione e le mesh a cambiare, anche le animazioni sono state ricreate dalle fondamenta, sempre rispettando il tempo di quelle originali. Gli sviluppatori ci hanno rivelato che verranno aggiunti anche nuovi layer di illuminazione, più moderni e credibili (ancora non mostrati). Il devteam ha soprannominato questo look "stylized/realistic", perché riesce a fondere i tratti super-deformed caratteristici del titolo originale con una lunga lista di tecniche grafiche iper-attuali, che addirittura non troviamo negli altri titoli Blizzard, e vi assicuriamo che non era un risultato semplice da ottenere. Anche l'interfaccia è stata raffinata, sempre fedele all'estetica tradizionale, ma adesso la resa è più minimale, meno oppressiva, e può essere riposizionata a piacimento dal giocatore. Insomma, l'obiettivo è ricreare il vecchio standard e migliorarlo.

    Ma i ragazzi del team non vogliono soltanto questo: intendono ampliarne l'esperienza rendendola appetibile anche per i giorni nostri, in termini di contenuti. Se ci pensate, dopo WoW sappiamo molte più cose dell'universo di Warcraft e dei suoi personaggi, e una riproposizione "scolastica" in UHD sarebbe stata riduttiva. Stillwell ci ha infatti confidato che gli eroi che conosciamo oggi hanno -in un certo senso- influenzato gli eroi originali di Warcraft, perciò, anche se le linee di dialogo di Jaina non sono diverse da allora, in questa nuova versione i personaggi sono stati realizzati con un occhio di riguardo per il futuro, creando un contesto più ampio, che va dal design dei vestiti, a quello delle strutture sino agli easter egg e ad alcune battute aggiuntive.

    A cambiare è anche la regia, che stavolta si avvale non soltanto di inquadrature fisse dall'alto, ma diventa dinamica, utilizzando primi piani con contro campo, piani a due, campi medi e tutta una serie di scelte tipiche della direzione e del gusto contemporaneo, che hanno il merito di arricchire lo storytelling. Metteteci anche che il lip sync in Warcraft III fa la sua figura: vedere Uther litigare con Arthas durante la celebre missione "The Culling" ha tutto un altro sapore.
    Il risultato finale è, come potete immaginare, ottimo, e non ci stiamo rivolgendo soltanto a chi nonostante tutto ha continuato a giocarlo con le mod in questi anni, ma soprattutto ai nuovi arrivati: Warcraft III Reforged è l'occasione perfetta per recuperare un grande classico, una delle campagne single player più belle di sempre, ma anche quella di mettere le mani su uno dei migliori RTS di tutti i tempi, che ancora oggi sa farci sudare un bel po' se giocato in modalità difficile.

    Ovviamente, oltre all'inserimento dell'espansione The Frozen Throne, ritorna anche il celebre World Editor, che purtroppo non abbiamo avuto modo di provare, ma pare esser stato enormemente migliorato e potenziato, fedele alla politica mod-friendly e al principio di condivisione. Abbiamo anche chiesto a Stilwell e al team di sviluppo che tipo di progetti avevano in mente per il futuro, soprattutto per quanto riguarda l'ambito multiplayer, ipotizzando una virata eSport in stile Starcraft. Ci è stato risposto che Blizzard tiene molto a questo fronte, che ha intenzione di aggiungere un nuovo livello di competitività nel PvP grazie al miglioramento dell'ecosistema online. Ma come per la questione estetica, anche nel gameplay la fedeltà ha la precedenza, perciò il core del gioco non subirà cambiamenti. Insomma, Warcraft III: Reforged è sicuramente un progetto di enorme pregio, e noi non vediamo l'ora di tornare a fargli visita...

    Quanto attendi: Warcraft 3 Reforged

    Hype
    Hype totali: 17
    88%
    nd