GamesCom

Windjammers 2: l'inaspettato (e gradito) ritorno di un classico arcade

A 25 anni di distanza dal predecessore, DotEmu annuncia a sorpresa Windjammers 2. Lo abbiamo provato alla Gamescom!

Windjammers 2: l'inaspettato (e gradito) ritorno di un classico arcade
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Un campo diviso a metà da una linea bianca, un disco e due sfidanti che lo lanciano instancabilmente da una parte all'altra, con l'obiettivo di scagliarlo oltre l'avversario. Questo il concept con cui Data East pubblicò nell'ormai sempre più lontano 1994 Flying Power Disc, meglio noto come Windjammers fuori dai confini della terra del Sol Levante. Uscito per sistemi Arcade e su Neo Geo, il titolo diventò fin da subito popolarissimo, ed è ancora oggi ricordato come uno dei videogiochi arcade più divertenti e immediati di sempre, una sorta di pietra miliare dei nineties videoludici. Tra le sorprese di questa edizione 2018 della Gamescom di Colonia c'è stato l'annuncio, da parte dei francesi di DotEmu, di un sequel ufficiale, Windjammers 2, che abbiamo potuto provare per qualche minuto in compagnia di uno sviluppatore.

    Nostalgia scagliami via

    Definire disciplina sportiva quella che anima l'azione di gioco di Windjammers è un esercizio alquanto audace, non trattandosi di una reale interpretazione del gioco del frisbee, quanto più di una variazione del sempreverde concept di Pong. La semplicità delle meccaniche è stato anche il punto di forza che ha reso celebre il titolo originale, e non stupisce dunque che la formula sia rimasta sostanzialmente invariata: il sequel, ci dicono gli sviluppatori, non ha altre velleità se non quella di restituire agli appassionati la stessa esperienza che hanno amato in passato, con pochi interventi di ammodernamento, qualche piccola aggiunta e una revisione stilistica. Si tratta insomma di un'operazione nostalgia che non nasconde la propria natura.

    Piccoli interventi di restauro, in ogni caso, non mancano, a partire dall'introduzione di personaggi inediti e di una nuova azione speciale chiamata "EX Move".
    Partiamo proprio da quest'ultima che, molto banalmente, rappresenta un colpo poderoso che il nostro personaggio potrà effettuare dopo aver caricato un'apposita barra energetica, riempita segnando punti contro l'avversario. Nel corso della partita abbiamo potuto innescare quella del poderoso K. Wessel, di ritorno dal primo titolo. Ci siamo trovati di fronte ad una versione potenziata del suo lancio speciale, che risultava al contempo familiare ma più imprevedibile, permettendo all'utente di controllare, grazie allo stick analogico, i rapidi cambi di traiettoria del frisbee. Se tutte le mosse EX dovessero seguire questa filosofia, non si tratterebbe insomma di uno stravolgimento sostanziale, ma di un'opzione strategica in più. Da citare anche la EX Move dell'atleta femminile, nuovo ingresso nel roster di Windjammers 2: Grace Hornet è agile e scattante, ed ha un'abilità che le permette di coprire con una densa nube un'abbondante zona del campo nemico, impedendo al contendente di calcolare la traiettoria del disco.
    Le altre dinamiche sono rimaste sostanzialmente invariate: ci si muove liberamente nella propria zona del campo per intercettare il frisbee (eventualmente raggiungendolo grazie ad un piccolo scatto) e lo si lancia direzionandolo, sempre con l'analogico, con un colpo diretto oppure con un effetto pallonetto. La velocità del lancio sarà inoltre maggiore se scaglieremo il disco subito dopo averlo ricevuto, ed è sempre possibile eseguire un stop perfetto, sollevare il frisbee e caricare, durante questa parabola, il tiro speciale. Inalterate anche le altre regole, dall'assegnazione del punteggio ai colpi "di sponda", passando per i criteri di vittoria. Siamo molto curiosi i verificare se, oltre a Wessel, torneranno altre vecchie conoscenze del primo episodio: speriamo ovviamente che l'Italia venga nuovamente rappresentata dall'abbronzatissimo L. Biaggi.

    Spendiamo anche qualche parola sul comparto stilistico, non proprio in linea con quello tradizionale. La nuova grafica è tutta disegnata a mano, e dobbiamo confermare che gli scatti diffusi nel corso della Gamescom non rendono merito al lavoro del team: in movimento Windjammers 2 resta fluido e piacevole da vedere. L'operazione si può assimilare, almeno dal punto di vista tecnico, a quella già eseguita dalla software house sul remake di Wonder Boy III The Dragon's Trap. In quel caso tutto era andato per il meglio, e speriamo che la "magia" possa ripetersi.

    Windjammers 2 Windjammers 2 è un tributo al grande classico degli anni ’90 che ha conquistato il cuore di tantissimi giocatori. Senza stravolgere il gameplay dell'originale, il sequel prova a svecchiarlo leggermente, aggiungendo non solo nuovi personaggi, ma anche dinamiche inedite che giustifichino l'operazione. Attualizzando la componente visiva per renderla più fluida e in linea coi tempi, Windjammers 2 rischia forse di tradire lo stile originario, ma in altri casi (come per il terzo Wonderboy) la scommessa di DotEmu ha funzionato: speriamo possa farlo anche con questo baluardo del gaming arcade. Sappiamo infine che il gioco implementerà una modalità multiplayer online e arriverà, nel corso del 2019, per PC e Nintendo Switch. In attesa di poter provare la versione definitiva e considerando anche che il prezzo dovrebbe essere in linea con quello del remake dell’originale, non possiamo che dirci soddisfatti di quanto provato alla Gamescom. Chissà se in futuro si aggiungeranno altre piattaforme di destinazione. 

    Che voto dai a: Windjammers 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 29
    7.4
    nd