PS Experience 2016

Wipeout Omega Collection provato alla PlayStation Experience 2016

Alla PlayStation Experience, Sony ha annunciato Wipeout Omega Collection, raccolta che include Wipeout HD, Wipeout Fury e Wipeout 2048.

provato Wipeout Omega Collection provato alla PlayStation Experience 2016
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Wipeout lo riconosci subito. L'estetica graffiante e aggressiva, gli scorci sgargianti di un futuro asettico, e la musica martellante che ti entra in testa. Quelle sonorità martellanti che ti si incollano addosso, fatte di synth esasperati, di spericolate scalate verso le vette dei BPM, capaci di sottolineare in maniera davvero perfetta il brivido per la velocità, l'ebrezza di accelerazioni improbabili e l'estasi di una curva pennellata perfettamente senza staccare il tasto dal grilletto dorsale. E poi c'è la reattività delle vetture, il loro modo di fluttuare quasi senza peso.
    Wipeout, oltre ad essere una delle saghe più in vista dei tardi anni '90 ed un'icona del mondo PlayStation, è anche uno dei racing arcade più piacevoli e assuefacenti di sempre, unico vero rivale del magnifico F-Zero. È per questo che la notizia della chiusura di Studio Liverpool e del conseguente abbandono della serie aveva lasciato interdetti molti giocatori.
    Per fortuna sembra che ci sia spazio per un altro giro (nella speranza che possa non essere proprio l'ultimo), grazie ad una interessante collection annunciata dell'ambito della nostalgica PlayStation Experience (un evento in cui, oltre al racing che fu di Psygnosis, sono stati ripescati anche PaRappa The Rapper, Loco Roco e Patapon).

    La Wipeout Omega Edition, che abbiamo avito modo di provare all'evento di Anaheim, conterrà in buona sostanza gli ultimi capitoli del franchise, usciti in origine sulle piattaforme portatili di Sony ma che in qualche caso hanno fatto capolino anche su PS3. All'interno della raccolta troviamo infatti Wipeout HD (a sua volta una raccolta dei capitoli PSP: Pulse e Pure), Wipeout Fury e Wipeout 2048, una sorta di "prequel" dell'episodio più apprezzato del franchise.
    Il trittico, nonostante includa due prodotti completi e un'espansione (Fury era un add-on di Wipeout HD), arriva a comporre un'offerta bella densa. 26 tracciati e 46 vetture, si legge nei comunicati ufficiali, assieme a 9 modalità. Queste ultime coprono un ampio spettro di approcci al gioco: da Wipeout HD arrivano le varianti più arcade, compresa l'eccelsa Zone, in cui non si ha il controllo della velocità, che aumenta progressivamente ad ogni giro. Da Fury vengono invece recuperati i game mode più aggressivi, in linea con lo spirito battagliero dell'espansione. E infine da 2048 giunge la Carriera, summa dell'esperienza di gioco in single player e caratterizzata un ottimo senso di progressione.
    Notizia che accogliamo con estremo entusiasmo, è l'annuncio che la Omega Collection avrà un'opzione per il multiplayer locale in split screen. E - a sentire il team di sviluppo - senza effetti negativi sul framerate, inchiodato ovviamente agli irrinunciabili 60fps. È proprio la fluidità eccelsa di questo remake ad averci colpito positivamente durante il nostro breve playtest, assieme ovviamente all'ottimo lavoro di rifinitura grafica.

    L'impegno produttivo profuso nella Omega Collection ci sembra davvero ottimo, votato ad uniformare la qualità di tutti i contenuti inclusi nel pacchetto (alcuni dei quali arrivano da titoli usciti su PSP nel 2005 e nel 2007). Oltre ad un lavoro di ricostruzione e ammodernamento delle arene, il team di sviluppo ha pulito e arricchito i modelli, e ovviamente sostituito tutte le texture. Al momento il gioco gira ad una risoluzione di 1080p, con un segnale video eccezionalmente nitido ed una pulizia quasi perfetta, ma certamente su PS4 si potrà aspirare a risultati ben maggiori (pur senza raggiungere, probabilmente, il 4K nativo).
    Al di là delle questioni tecniche (per inciso, ci sarà anche l'HDR su PS4 PRO), le sensazioni di guida sono le stesse di sempre, per un arcade che appare furioso, lanciatissimo e adrenalinico. Che si voglia giocare sfruttando i power-up (non certo determinanti al punto da contare più delle abilità di guida), oppure propendere per le modalità più cliniche dove contano solo i riflessi e la conoscenza dei tracciati, Wipeout funziona alla grande ancora oggi, resistendo alle ingiurie del tempo. Ed anzi dimostrandosi incredibile divertente e attuale.
    In quello che rappresenta un completissimo "compendio" degli ultimi undici anni di Wipeout, comunque, c'è spazio anche per qualche novità, almeno dal punto di vista musicale. Sarà infatti aggiornata la soundtrack, con brani che rispetteranno ovviamente lo stile e le sonorità tipiche della saga.
    In attesa di scoprire qualcosa di più su data d'uscita e -soprattutto- sul prezzo, non possiamo che essere entusiasti di questo ritorno. Potrebbe essere una bella occasione per far conoscere una saga storica a chi solo di recente si è avvicinato al mondo PlayStation. E chissà che un eventuale successo commerciale non convinca Sony a riprendere in mano il brand addirittura per un nuovo capitolo.

    Che voto dai a: Wipeout Omega Collection

    Media Voto Utenti
    Voti: 50
    8.7
    nd
    PS Experience 2016
    4 Provato Vane
    Vane