Yoshi's Crafted World: ultima prova prima della recensione

Yoshi's Crafted World approderà su Nintendo Switch a fine marzo: abbiamo provato in anteprima la build definitiva del gioco.

Yoshi's Crafted World
Anteprima: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Yoshi's Crafted World ha il compito non facile di aprire la nuova stagione di esclusive Nintendo, inaugurando di fatto un'annata che si preannuncia importantissima per Switch. La linea-up della console ibrida per il 2019 è infatti piuttosto densa: da Animal Crossing a Pokémon Scudo e Spada, passando per il remake di Link's Awakening e il nuovo capitolo di Fire Emblem, la casa di Kyoto sembra non volersi risparmiare. Di fronte a nomi così altisonanti l'avventura del verde dinosauro rischia di passare in secondo piano, soprattutto perché il pubblico l'ha accolta con qualche pregiudizio. L'idea che molti sembrano avere è quella di un platform troppo accessibile e di conseguenza poco stimolante, tenuto in piedi soprattutto dalle trovate stilistiche che ci consegnano un delizioso mondo fatto di carta e cartone. Un'ultima prova del codice completo prima della recensione ha in parte smentito queste considerazioni, mettendoci di fronte ad un prodotto che definiremmo sicuramente "inclusivo", ma che non rinuncia a stuzzicare le corde dei giocatori più esigenti.

    Diciamolo subito per evitare fraintendimenti: se quello che cercate è un platform puro, basato sulla precisione dei salti, sul tempismo e sulla prontezza nell'esecuzione, Yoshi's Crafted World potrebbe non essere il titolo adatto alle vostre esigenze. Come abbiamo avuto modo di ribadire il prodotto sviluppato da Good-Feel si colloca in quel filone di platform "esplorativi", concentrati sullo spirito d'osservazione, su un'attenta ricognizione dei livelli di gioco, e sull'impulso a collezionare determinati elementi disseminati negli stage. In Super Mario Odyssey erano le Lune, in questo caso sono le margherite, "moneta di scambio" che permette di sbloccare i nuovi mondi avanzando nell'avventura, nonché indice delle nostre performance.

    Yoshi fai da te con carta, colla e forbici

    Similmente a quello che succedeva nel mitologico Yoshi's Island, infatti, le margherite che è possibile raccogliere in un livello non sono solo quelle che riusciamo a recuperare: ce ne verranno assegnate altre se arriveremo illesi al traguardo, e se scoveremo una ventina di monete rosse davvero ben mimetizzate.

    A mettere alla prova gli utenti più smaliziati sarà proprio quest'ansia di completamento, la voglia di "esaurire" gli stage invece che limitarsi a completarli. Se l'obiettivo è solo quello di arrivare alla fine dell'avventura, lo diciamo subito, l'impegno richiesto è sicuramente moderato. D'altro canto esplorare ogni anfratto e soprattutto trovare tutti i segreti è un compito che richiede attenzione, dedizione, ed una discreta conoscenza del genere di riferimento.

    Per questo nell'introduzione abbiamo preferito il termine "inclusivo": se Yoshi's Crafted World è un gioco che può andare bene "per la famiglia", è perché tutti possono trovarci dentro uno stimolo, un guizzo, un espediente adatto a loro. I player in erba si lasceranno guidare dai colori e da una difficoltà non certo punitiva, i giocatori di lungo corso impazziranno per cercare quella margherita lascia inavvertitamente indietro.
    Alla stessa logica risponde la varietà di situazioni che il gioco propone fin da subito. Per diversificare la progressione, ad esempio, Yoshi's Crafted World alterna ai livelli regolari una serie di sfide un po' fuori dagli schemi: lunghe partite ad "acchiappa la talpa" oppure prove di demolizione a bordo di un gigantesco Yoshi-robot. Anche in questo caso si tratta di diversivi apparentemente leggeri, pensati per un pubblico di giovanissimi, ma per ottenere il punteggio massimo ed essere ricompensati con un tris di margherite bisogna mettersi di buona lena, studiare la conformazione dei livelli e riprovarli una manciata di volte. La dedizione necessaria non è molto dissimile a quella che richiedeva il già citato Super Mario World 2, anche se per il momento le trovate di Yoshi's Crafted World sono meno originali e non così brillanti. La speranza è che questa nuova avventura, soprattutto nei livelli avanzati, recuperi un po' sul fronte dell'inventiva.

    C'è da dire che un "crescendo" si avverte, almeno nella prima parte dell'avventura: Yoshi's Crafted World è uno di quei prodotti che all'improvviso aggiunge elementi inediti, come ad esempio delle calamite che, una volta acchiappate con l'appiccicosa lingua del protagonista, possono essere scagliate contro le superfici metalliche, formando piattaforme improvvisate su cui saltellare.

    Come nella miglior tradizione Nintendo, basta un piccolo oggetto inedito per stravolgere le regole di intero stage, rendendolo letteralmente memorabile. Se trovate di questo genere fossero dispensate con buona regolarità durante tutto il corso dell'avventura ci diremmo senza ombra di dubbio incantati dal "fattore sorpresa".

    L'elemento che invece spicca già ad adesso, ben prima di avvicinarci alle fasi finali del viaggio, è la grande rigiocabilità promossa da Yoshi's Crafted World. Considerate infatti che oltre alla questione dei collezionabili ogni stage può essere giocato in due varianti, da "diritto" (ovvero normalmente) oppure da "rovescio" (con un gergo opportunamente legato ai fogli di carta): in questo secondo caso il livello sarà percorso al contrario, trasformandosi in una sorta di prova a tempo, dove oltre a stare attenti al cronometro dovremo anche trovare i tre cuccioli di Poochy nascosti chissà dove.

    Ci sono infine degli oggetti speciali da adocchiare e colpire con un uovo, solitamente nascosti sullo sfondo dei vari scenari: un festoso pupazzo di cartone chiamato Bricolo ci chiederà di recuperarli, di fatto assegnandoci una serie di "side quest" basate sullo spirito d'osservazione. Visti ritmi comunque compassati non è detto che tutti i giocatori vogliano attraversare più volte i livelli, ma chi ha lo spirito del completista dovrebbe metterci un bel po' a terminare l'avventura. In ogni caso valuteremo, al momento della recensione, quali saranno le tempistiche di completamento di Yoshi's Crafted World a seconda delle vostre propensioni.

    Prima di chiudere è giusto ribadire che a livello visivo il titolo di Good-Feel è delizioso. Dalla conformazione della mappa di gioco a quella dei livelli, tutto mette in risalto il tema portante del bricolage e del fai-da-te. Gli stage danno l'idea di essere costruiti con carta e cartone, piccoli oggetti riciclati, spago e lattine. È un guizzo artistico piacevolissimo: sappiamo che si tratta di una soluzione in parte derivativa, per certi versi simile a quella già vista in Kirby e La Stoffa dell'Eroe (recentemente ripubblicato su 3DS), Yoshi Wolly World e persino in certi altri prodotti della concorrenza (da Little Big Planet a Tearaway); eppure è un approccio sempre efficace, soprattutto se accompagnato dai cromatismi sgargianti e spensierati che qui opportunamente si ritrovano.

    Yoshi's Crafted World Yoshi's Crafted World sembra avere quel che serve per risultare un prodotto solido e piacevole, migliore di certe altre claudicanti avventure del draghetto verde. Difficile pensare di raggiungere i fasti di Yoshi's Island, o di lasciare un segno indelebile nel mondo del platform, ma sarebbe ingiusto bollare come rinunciataria questa nuova avventura di carta. L'avanzamento non è proibitivo, alcune scelte strizzano l'occhio ad un pubblico più giovane, ma non si tratta dell'unica direzione intrapresa dal titolo. Questo suo puntare sul collezionismo e sull'esplorazione, anzi, stimola anche gli appassionati di lungo corso, che potrebbero farsi incantare dalla direzione artistica ma trovare poi una sfida abbastanza duratura. Avremmo gradito un ritmo di gioco leggermente più acceso, e vedremo se sulla lunga distanza il passo rilassato di Yoshi's Crafted World costituirà o meno un fatto re di rischio. Per il momento, siamo comunque curiosi di scoprire quali sorprese hanno in serbo gli stage avanzati.

    Quanto attendi: Yoshi's Crafted World

    Hype
    Hype totali: 69
    79%
    nd