Recensione Amplitude

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Amplitude - 1093

Amplitude
Recensione: PlayStation 4
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • PS3
  • PS4
  • Il ritorno dei
    FreQ

    Circa
    un anno fa Scee rese disponibile un titolo prettamente musicale sviluppato da
    uno studio allora sconosciuto alla maggioranza del pubblico, lo studio Harmonix.
    Il titolo in questione, FreQuency, proponeva un innovativo approccio alla
    composizione e rivisitazione di brani musicali garantendo un’esperienza di gioco
    profonda ed estremamente appagante. Ad un anno di distanza, forte di un motore
    di gioco rivisitato e migliorato e di una meccanica che conserva i caratteri del
    predecessore correggendone alcune imprecisioni, Amplitude fa il suo ingresso nel
    panorama videoludico, pronto a scalzare dal trono di miglior gioco musicale
    titoli del calibro di Sega Space Channel Part 2 o Dance Dance Revolution di
    Konami. In verità, va precisato che il vero obiettivo di Amplitude non è tanto
    tentare di insidiare titoli ben noti ed apprezzati, ma piuttosto di innovare un
    genere che da un paio di anni a questa parte ha saputo donarci solamente qualche
    simpatico tappetino da utilizzare magari per le sfide tra amici. Proseguite
    nella lettura per scoprire cosa sono riusciti a fare i ragazzi dello studio di
    programmazione della Harmonix.

    Gameplay

    La struttura di gioco di Amplitude si distingue
    nel panorama videoludico musicale per la sua innata immediatezza, frutto di un
    accurato lavoro di limatura da parte dei programmatori. Sarebbe stato facile,
    infatti, inserire una notevole quantità di parametri ci cui obbligatoriamente
    tener conto prima di premere il tasto giusto, ma tale decisione avrebbe
    comportato un unico risultato: snaturare il vero obiettivo del gioco e dei
    programmatori, ovvero divertire in un modo nuovo, rivivendo e ricomponendo
    l’inedita track list. Una breve sessione in cui il videogiocatore sarà libero di
    scegliere uno dei numerosi FreQ disegnati dai programmatori (decisione
    prettamente stilistica che non influisce in alcun modo sull’esito dell’intensa
    modalità carriera) ci introduce al cuore di Amplitude: l’esplorazione
    sequenziale di cinque vasti complessi cittadini sbloccabili solamente attraverso
    il raggiungimento di un punteggio minimo. Ogni città sarà costituita da un
    blocco di tre canzoni più o meno conosciute (la track list di Amplitude è
    estremamente varia e al suo interno sono individuabili molti generi musicali)
    che noi dovremo “suonare” per intero, o per lo meno provare a suonare con più
    strumenti nello stesso momento. Si, avete capito bene: l’innovazione apportata
    con FreQuency e riproposta in versione migliorata da Amplitude è quella di
    interpretare una canzone facendo suonare contemporaneamente più strumenti
    possibile, cosa che ci garantirà punteggi record e vari tipi di bonus
    estremamente utili per facilitare la riuscita del pezzo e per incrementare
    notevolmente il punteggio finale. Il nostro FreQ, a bordo di una strana
    navicella dotata di tre cannoni (corrispondenti ai tasti quadrato, triangolo e
    cerchi - o oppure ai tasti R1, R2 e L1) dovrà sorvolare le 6 strisce che
    rappresentano i vari strumenti utilizzati dall’artista nel suo brano,
    bersagliando con colpi precisi le note sparse fino a completare le cosiddette
    “frasi”, ovvero parti di brano corrispondenti a circa un trentaduesimo di
    canzone contenenti le note di ogni singolo strumento. Completata una frase, per
    esempio, della batteria, le successive 8 frasi saranno completate in automatico
    dalla CPU ed il videogiocatore potrà passare ad un secondo strumento. Così
    facendo, creando potenzialmente catene di frasi illimitate, il nostro punteggio
    salirà vorticosamente garantendo bonus e premi davvero speciali, come le
    biografie dei vari artisti. Nel caso in cui, però, la canzone si rivelasse
    particolarmente ostica dovremmo preoccuparci della nostra barra d’energia che
    andrà via via svuotandosi, mano a mano che la canzone prosegue e il giocatore
    non riesce a completare neppure qualche semplice frase. In questo caso, i
    programmatori, per non rendere troppo frustrante l’esperienza di gioco hanno
    inserito bene 3 check point lungo le tracce, atti a ricaricare quasi
    completamente la barra d’energia e permetterci di proseguire nella composizione
    del brano.

    Grafica

    Amplitude non è certo un titolo che vuole impressionare per resa
    grafica o bumpmapping, ma il motore di gioco lavora sempre e comunque su buoni
    livelli, dato che non è necessario gestire milioni di poligoni. Il lavoro svolto
    dai ragazzi della Harmonix è ben curato: dovizia di particolari e qualche
    effetto grafico che fa sfoggio di sé sulle pareti dei tortuosi tunnel che
    accompagnano i nostri viaggi. La telecamera, ovviamente, è fissa appena dietro
    alla navicella, inquadrandone i tre quarti e garantendo un’ottima visuale
    d’insieme nell’avanzamento nella canzone: ad un livello di difficoltà elevato
    sarà fondamentale pianificare con cura i movimenti tra le strisce musicali, ma
    soprattutto cercare di conquistare quanti più bonus possibili, vista la loro
    utilità. Di buona fattura le animazioni dei vari personaggi mentre nelle
    sequenze animate non interattive sono riscontrabili alcuni fastidiosi cali di
    frame rate e alcune incertezze fisiche per quanto riguarda le compenetrazioni
    tra solidi.

    Sonoro

    Cuore di Amplitude è la particolare track list che Sony è riuscita
    ad acquistare per il suo gioiellino musicale: le tracce di alcune star della
    musica internazionale, come Pink e Madonna, affiancate da sconosciuti autori di
    brani metal ed hip hop. Accanto ai Blink 182 troveremo inoltre David Bowie, i
    Papa Roach ed i Garbage in un mix di generi e ritmi davvero unico per varietà e
    musicalità. Se a ciò affianchiamo un'ottima compressione audio secondo il
    formato Dolby Pro Logic II otteniamo un audio semplicemente
    perfetto.

    Online

    Caratteristica sicuramente apprezzata di Amplitude è la
    possibilità di sfruttare il tanto atteso Network Adapter per sfidare altri
    giocatori provenienti da ogni parte del globo. Nelle sfide a cui ho partecipato
    personalmente ho avuto modo di riscontrare l’assenza totale di lag e il generale
    senso di sfida che permeava i giocatori nella lobby pre partita. Grave pecca, a
    mio modo di vedere, sta nel fatto di non poter utilizzare le cuffie Usb che
    avrebbero reso il tutto ancora più divertente e coinvolgente. Aramtevi quindi di
    pazienza, perché l’unico modo che avrete per organizzarvi sarà chattando
    attraverso la tastiera su schermo di Central Station.

    Conclusioni

    Amplitude è sicuramente
    un ottimo titolo musicale basato su di una meccanica semplice ma innovativa che
    garantirà agli appassionati ore ed ore di puro divertimento e di sfida contro se
    stessi. La prontezza di riflessi e il senso del ritmo sono gli elementi che
    Amplitude richiede di base. Allenatevi intensamente, le sfide online sono il
    teatro dove mettere realmente a prova le vostre
    abilità.

    Che voto dai a: Amplitude

    Media Voto Utenti
    Voti: 13
    6.2
    nd