Arena of Valor: Recensione del nuovo MOBA per IOS e Android

Giunge anche in Occidente Arena of Valor, il nuovo MOBA con cui il team cinese Tencent Games punta a dominare il settore mobile.

recensione Arena of Valor: Recensione del nuovo MOBA per IOS e Android
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Switch
  • Il genere MOBA, non c'è nemmeno bisogno di ricordarlo, in questi ultimi anni ha letteralmente sbancato macinando miliardi e consensi. Acronimi come DOTA, LoL, SMITE, HOTS (nonché una ricca congerie di giochi che recano almeno un "League" o un "Arena" nel titolo) ci sono ormai familiari e possono contare su una base attiva di milioni di giocatori sparsi per tutto il mondo, specialmente in Asia. Il florido mercato del lontano Est, infatti, è senza dubbio quello più redditizio, perché in costante crescita. Cinesi, coreani, giapponesi sono letteralmente impazziti per giochi come quelli testé citati. Il mercato asiatico, però, è anche quello più attivo e ricco sotto il profilo dei device mobile. In paesi in cui l'imperativo è muoversi senza sosta, tutti possiedono almeno un cellulare o un tablet. Ed ecco che nuovi, ricchissimi terreni di conquista si aprono a lungimiranti investitori attirati dall'immenso bacino di potenziali utenti. Di MOBA mobile (perdonate l'apparente iterazione) ne esistono ormai a bizzeffe. Negli store digitali c'è davvero l'imbarazzo della scelta, con una miriade di titoli sviluppati da più o meno oscuri developer orientali che cercano di imitare titoli ben più quotati. Ecco, in questo vivace contesto, il colosso cinese Tecent Games (per intenderci, il proprietario di Riot Games) punta ad eclissarli tutti con Arena of Valor - precedentemente conosciuto come Strike of Kings, nome troppo "mobile" e poco attraente -, MOBA dal piglio classico già molto apprezzato dagli utenti orientali. Da qualche giorno Tecent Games, dopo il soft launch in madrepatria e in qualche altro paese, lo ha reso disponibile anche in occidente forte di una partnership con DC Comics. Ebbene sì, tra gli eroi acquistabili compaiono il buon Batman e Superman. Noi l'abbiamo testato a lungo su differenti dispositivi (sia iOS che Android) e ci siamo trovati per le mani un prodotto che potremmo definire come un "Tripla A", chiaramente riferito alla scena mobile la quale comunque può già vantare i suoi esponenti (Heroes of Order and Chaos di Gameloft e Vain Glory su tutti).

    Di nuovo nell'arena

    Arena of Valor, insomma, può essere considerato come il fratellino minore del fenomeno planetario League of Legends. Non potrebbe essere altrimenti dato che, come ricordavamo, le due proprietà intellettuali sono saldamente in mano al colosso cinese di cui sopra. Le somiglianze sono molte ed evidenti, a partire dall'estetica e dalla struttura generale delle partite. Sotto il profilo prettamente ludico, Arena of Valor rientra nella definizione canonica di MOBA: ovvero scontri all'interno di arene speculari suddivise in tre differenti "lane" in cui due team composti da un numero variabile di giocatori se le danno di santa ragione per raggiungere il nucleo della base avversaria per distruggerne il nucleo. In questo sono coadiuvati dai classici minion, carne da cannone molto utile per penetrare le difese avversarie e disintegrare le torrette difensive. Niente di nuovo, in effetti. Anche il roster di combattenti non si distanzia molto - tanto per lo stile quanto per la scelta tecnica - da ciò che già conosciamo ampiamente. In questo senso, nei quarantaquattro eroi ritroviamo i classici tank, i dps e i range. Di support (ovvero coloro che in teoria dovrebbero mantenere i compagni di squadra vivi e attivi), invece, non ce ne sono ancora molti e il motivo è presto detto. Essendo un'applicazione pensata per girare su dispositivi con schermi dalle dimensioni estremamente ridotte, il team di sviluppo ha ben pensato di mantenere l'azione di gioco quanto più possibile libera da un'effettistica e da mischie che avrebbero potuto creare forse troppa confusione. Gli eroi support, inoltre, comporterebbero un difficoltà maggiore per il giocatore, il quale si troverebbe a occupare forzatamente buona parte dello schermo con le dita. In Arena of Valor, insomma, le tattiche di squadra si fanno leggermente più immediate rispetto agli esponenti maggiori, ma questo non significa che il titolo non promuova una certa varietà. I diversi eroi possiedono abilità, build personalizzabili (il sistema Arcana permette di scambiare artefatti con cui variare statistiche passive come ATK power; Life e Defense) e approcci allo scontro ben diversi tra loro, estremamente ramificati, definiti e pienamente coerenti con l'estetica e i talenti del combattente; cosa che, in ogni caso, consente di imbastire strategie divertenti e soddisfacenti.

    Il roster, al momento, ci permette di provare alcuni eroi tramite la rotazione settimanale; mentre altri si possono acquisire gratuitamente come ricompensa per il completamento di determinate attività o, semplicemente, attraverso il log in quotidiano. Il titolo, infatti, tramite l'evento speciale "Road to Honor" si presenta molto generoso con i giocatori (giocando con continuità si guadagnano ben 14 combattenti) e un sistema di achievement, unito ad altre ricompense legate alla reputazione in game (importante mantenerla alta per non incorrere in sanzioni ed esser esclusi dalla modalità classificata), consente di accumulare gold e gemme con cui acquistare nuovi combattenti e potenziamenti senza per forza spendere denaro reale.

    Verso l'infinito e oltre

    Sembra che i piani dell'azienda per supportare il titolo siano di quelli a lunga scadenza. Insomma, Tencent Games ci crede, e anche tanto. Chi frequenta da tempo i principali esponenti del genere sa già cosa stiamo per scrivere. Arena of Valor non ha nulla da invidiare al fratello maggiore; non soffre di alcun complesso di inferiorità. Il titolo, oltre alle canoniche partite veloci 5vs5, 3vs3, Deathmatch e Controllo, possiede una modalità Ranked (con una prima stagione che terminerà ad ottobre) strutturata in divisioni, ricche di ricompense.

    Il livello della competizione è già altissimo, anche a causa della pesante attività degli utenti asiatici, già attivi da un po'. Inoltre, i giocatori possono aggregarsi (o dare avvio) a una Gilda con cui reclutare nuovi membri. Questi ultimi ricevono ricompense settimanali ulteriori rispetto ai player solitari quindi, se meditate di passar molto tempo con Arena of Valor come noi, vi consigliamo caldamente di entrare a far parte di una Gilda. Come se non bastasse con i prossimi aggiornamenti, oltre a nuovi eroi ed eventi a tempo limitato, è previsto anche il debutto del titolo nell'alveo competitivo professionale con tornei e campionati. Bisognerà ovviamente verificare la risposta della community sul lungo periodo, ma questi primi giorni di presenza del titolo sul mercato, ha dato delle risposte positive in tal senso. Sotto il profilo prettamente ludico, Arena of Valor ci è sembrato un titolo bilanciato e, soprattutto, solido. Il sistema di matchmaking funziona ed è rapido, mentre i server non hanno mai dato alcun problema. Abbiamo provato il titolo con connessione wi-fi e in 3/4G senza mai riscontrare difetti o improvvise disconnessioni dovute all'impennata del Ping. Inoltre, abbiamo testato l'opera su iPad (quindi uno schermo decente con cui giocare) e su cellulare Android con display da 5,5 pollici. Solo con quest'ultimo abbiamo incontrato inizialmente qualche difficoltà nella lettura dell'affollata schermata di gioco e nella gestione dei controlli (il sottoscritto si ritrova le mani grandi). Ad ogni modo, essi rimangono intuitivi e di semplice comprensione una volta collaudate le meccaniche di gioco. Il team di sviluppo, di certo, ha studiato a lungo per proporci la migliore interfaccia di gioco possibile. E, a parer nostro, ci sono riusciti, dividendo in modo chiaro la mappatura dei comandi. Sul lato sinistro troviamo lo stick virtuale necessario per muovere l'eroe; un'icona relativa allo shop dell'equipaggiamento e l'immancabile minimappa zoomabile.

    L'intera parte destra, invece, è deputata alla chat (per far prima ci sono anche gli ordini rapidi); alle due abilità attive del combattente e alla sua immancabile Ultimate. Se giocate con auricolari dotati di microfono, il titolo vi permette anche di comunicare con i compagni di squadra a voce. Insomma, Arena of Valor non sembra nemmeno un'app mobile. Effettivamente, ciò che ci lascia abbastanza sorpresi è proprio il fatto che le partite tendono a prolungarsi per almeno una ventina di minuti (una decina, se affrontate modalità più semplici); quindi un tempo leggermente fuori scala quando l'utente si trova fuori di casa. Dobbiamo considerare, infatti, che l'applicazione tende a fare un largo uso delle risorse del device, con conseguente affanno della batteria. Senza contare, poi, la violenza esercitata sulla CPU, la quale tende a riscaldarsi un po' troppo.

    Arena of Valor Arena of ValorVersione Analizzata iPadArena of Valor è la carta vincente con cui Tencent Games punta a dominare il mercato mobile. Il titolo, disponibile da qualche giorno su App Store e Google Play, è un degno esponente del genere MOBA che non ha nulla da invidiare ai titoli maggiori che tutti ormai conosciamo. Dopo la nostra prova, Arena of Valor ci è sembrato un titolo bilanciato e solido. Il sistema di matchmaking funziona ed è rapido, mentre i server non hanno mai dato alcun problema, senza riscontrare quindi in nessuna occasione improvvise disconnessioni, né testando il titolo con una connessione wi-fi, né sfruttando il 3/4G. Il metodo migliore di fruizione di Arena of Valor resta comunque lo schermo di un iPad, perché sul display degli smartphone potreste incontrare qualche difficoltà sia nella lettura della schermata di gioco sia nell'utilizzo dei controlli, i quali, comunque, rimangono intuitivi e ben posizionati. Gli unici difetti riscontrati, se così possiamo definirli, riguardano la durata delle partite (poco adatte a un contesto "on the go") e il dispendio di risorse a cui i device vengono sottoposti dall'applicazione.

    8.5

    Che voto dai a: Arena of Valor

    Media Voto Utenti
    Voti: 23
    7
    nd