Attack of the Jelly Monster Recensione: respingi l'attacco dei mostri gelatinosi

Attack of the Jelly Monster è un gioco da tavolo coloratissimo e divertente, un party game ideale per tutte le età.

recensione Attack of the Jelly Monster Recensione: respingi l'attacco dei mostri gelatinosi
Articolo a cura di

Esistono diversi giochi da tavolo nei quali il raggiungimento della vittoria non è poi così fondamentale, se confrontato con il fattore divertimento che si può vivere durante le varie sessioni. Spesso questi titoli rientrano nella categoria "party game", giochi fatti per un pubblico non necessariamente esperto, ma in grado di soddisfare anche i giocatori più scafati, accomunando tutti sotto un comune aspetto di condivisione: il divertimento. Che a ben vedere dovrebbe essere sempre uno dei valori principali di un gioco di società (se non l'assoluto). In queste calde serate estive, magari dopo una bella giornata in spiaggia, l'idea di potersi sedere a un tavolo con un gioco come Attack Of The Jelly Monster, un cocktail o una birra fresca, risulta decisamente accattivante. Lo scenario è semplice e l'idea di base molto divertente: una creatura aliena gelatinosa è apparsa in città da chissà dove e si sta rapidamente espandendo; l'esercito è impegnato a rispedire il super blob nello spazio, ma spetterà a noi cercare di recuperare più campioni possibili prima che l'orrido budino rosa torni alla dimensione da cui è arrivato.
Il gioco, di natura totalmente competitiva, vedrà impegnati da tre a cinque giocatori in una frenetica corsa contro il tempo, nel tentativo di ottenere il primato nella raccolta dei campioni di gelatina lungo quattro distinti round. Il modo con cui riusciremo a raccogliere i campioni di gelatina dipenderà dalle squadre che saremo in grado di piazzare nei vari quartieri della città, con il posizionamento delle truppe gestito attraverso il tiro dei dadi. Ciascuna zona sarà inoltre caratterizzata da bonus e malus attivabili sempre mediante i dadi e conquistati da chi otterrà il punteggio complessivo più alto. Ad ogni round saremo quindi chiamati a lanciare ripetutamente tutti i nostri dadi, piazzando i diversi risultati ottenuti sui vari quartieri e seguendo una strategia di conquista frenetica che può essere completamente ribaltata dai lanci dei nostri avversari. Il tutto non potrà che generare un divertentissimo effetto caos, specie quando avremo esaurito e piazzato tutti i nostri dadi blindando l'accesso a un determinato quartiere attraverso un apposito schermo di carta: a quel punto sarà una clessidra da dieci secondi a scandire il tempo rimanente a tutti gli altri giocatori per fare le loro mosse.

Effetto panico

Ogni round di gioco si svolgerà rigorosamente in contemporanea: ad ogni lancio dei dadi potremmo piazzare i risultati ottenuti sui diversi quartieri cercando di ottenere i punteggi più alti. Attenzione però, perché le cose non sono così semplici come sembra.

Se già l'azione simultanea sarà in grado di generare divertenti incidenti di percorso (braccia che si incrociano, dadi che finiscono dappertutto ecc.), il risultato dei lanci avrà alcuni effetti fondamentali:

Con i risultati uno e due potremo eliminare un dado avversario da un quartiere, trasportandolo al centro città e rendendolo inutilizzabile

Con i risultati tre e quattro faremo muovere l'indicatore bonus/malus del quartiere tra tre posizioni diverse, cambiando il valore dello stesso

Con i risultati cinque e sei non accadrà nulla, ma non cantate vittoria troppo presto, perché al momento del conteggio finale i risultati uguali dei propri dadi si annulleranno a vicenda, stravolgendo così le classifiche

Con sette dadi a disposizione per ciascuno, un round, se giocato rispettando lo spirito di velocità e coinvolgimento con il quale il gioco è stato progettato, può durare al massimo tre o quattro minuti prima di essere chiuso, portando la durata complessiva della partita a circa venti minuti. Solo allora potremo stabilire chi ha raggiunto il punteggio più alto su ogni quartiere e distribuire i segnalini gelatina, i Jelly Pod, i bonus ed ogni altro effetto attivabile. Avete capito di cosa stiamo parlando? Se anche in qualche modo la vostra mente super matematica fosse riuscita ad elaborare una strategia vincente su diversi quartieri di gioco, tutto potrebbe essere stravolto e modificato, rendendo il gioco divertentissimo, frenetico, competitivo ma senza per questo diventare frustrante o ripetitivo. Attack of The Jelly Monster, creato da Antonin Boccara e distribuito in Italia da Asmodee, è un party game freschissimo e molto coinvolgente, ideale per i giocatori occasionali ma anche come ottimo pre-serata per scaldare i motori in un'occasione di festa. In BreveDurata: 20'
Numero di giocatori: da 3 a 5
Numero ideale di giocatori: 5
Tipologia: competitivo
Complessità: bassa
Publisher: Asmodee Italia
Lingua: Italiano
Età: 8+
Prezzo suggerito: 24,99 €

Riderete e anche parecchio, specie quando cercherete di piazzare i vostri dadi proprio dove lo sta già facendo qualcun altro. E che dire di quando vi ritroverete attaccati da più lati?
Difficile smettere di ridere, specie quando i diversi round vi vedranno inanellare brutte figure in serie.Quando l'ho giocato la prima volta all'edizione 2018 di Play Modena, ho quasi perso la voce e fatto un baccano del diavolo con i miei amici, perché credo che lo spirito di base di questo titolo sia proprio quello di creare un po' di sana e divertente confusione. Una confusione comunque distensiva, che ti lascia col sorriso stampato in faccia. Da aggiungere poi che, round dopo round, in tutte le partite il divertimento è stato tale da farmi quasi dimenticare l'obiettivo ultimo, ovvero quello di vincere. Il che non è per niente una cosa negativa: ho giocato anche solo per mettere i bastoni tra le ruote a un singolo avversario, ho cercato di seminare il caos in maniera randomica, ho puntato ripetutamente a un singolo quartiere. Nel farlo, non ho mai smesso di ridere. Anche quando per scherzo ho minacciato vendetta contro un particolare avversario o quando mi sono lamentato dei risultati deludenti dei tiri di dado.
La componentistica semplice, buffa, coloratissima e decisamente azzeccata a cura di Guillaume Duchemin contribuisce a creare una comfort zone ideale per un party game che vanta due anime: una prettamente strategica e di ampio respiro e l'altra squisitamente demenziale. Attack of the Jelly Monster è insomma un titolo davvero consigliatissimo, specie se volete avvicinare qualche neofita al mondo dei giochi da tavolo. Ma è anche uno di quei titoli da avere nella propria collezione per sfruttarlo come ideale "antipasto di serata", di quelli che in venti minuti possono contribuire a creare il giusto ambiente.

E se un giorno vi venisse mai voglia di provarlo in modalità "furia divina", vale a dire a velocità supersonica, cercate magari di trovare una stanza e un tavolo adeguati: correreste altrimenti il serio rischio di incastrare in modo irrecuperabile i vostri arti superiori con quelli dei vostri compagni di gioco. Io, in ogni caso, non credo mangerò più un budino alla fragola in vita mia.

Giochi da Tavolo e Board Game Giochi da Tavolo e Board GameVersione Analizzata MultiAttack of the Jelly Monster, distribuito da Asmodee, rappresenta un ideale party game per tutte le età: colorato, divertente e frenetico. Si presta ad essere giocato in parecchi modi diversi, dal più strategico al più demenziale, e sa farsi apprezzare anche da chi non è abituato ai giochi da tavolo. Il mio consiglio è quello di usarlo come “antipasto” per una serata o per dare una botta di energia a momenti di festa con amici e parenti, aumentando la velocità partita dopo partita: il coinvolgimento è garantito. Attack of the Jelly Monster dimostra inoltre un'elevata longevità, perché se è vero che la meccanica risulta decisamente semplice, l’imprevedibilità di ogni round farà sì che ogni partita sia potenzialmente diversa dalle precedenti.

7.5