Before Your Eyes Recensione: la vita scorre in un battito di ciglia

Un sistema di lettura del movimento delle palpebre consente di giocare Before Your Eyes con gli occhi: un'esperienza suggestiva e coinvolgente.

Before Your Eyes Recensione: la vita scorre in un battito di ciglia
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Universo variopinto popolato di progetti, idee e aspirazioni, Kickstarter si è ormai trasformato in una fucina creativa sempre più interessante, capace di portare sul mercato produzioni videoludiche parecchio peculiari. È il caso di Before Your Eyes, - in origine progetto studentesco conosciuto come Close Your -breve avventura in prima persona che si gioca...con gli occhi! Webcam, mouse e qualche minuto di pazienza per calibrare il sistema di lettura del movimento delle palpebre sono infatti tutto ciò di cui i giocatori hanno bisogno per calarsi in questo suggestivo viaggio emotivo, a cavallo tra la vita e la morte.

    Disponibile in esclusiva su PC (via Steam ed Epic Games Store), Before Your Eyes è frutto della creatività di GoodbyeWorld Games, piccolo collettivo indipendente composto da una decina di giovani sviluppatori. Edito da Skybound Games, il titolo è già disponibile, pronto ad avvolgervi in un'esperienza assolutamente originale e coinvolgente.

    Uno sguardo sul passato

    Before Your Eyes mette in scena il viaggio interiore di un'anima persa, impegnata nel percorrere l'ultimo sentiero possibile. La sua destinazione è infatti l'aldilà e a traghettarla verso il giudizio ultimo di una misteriosa entità superiore è una figura alquanto insolita. Moderno Caronte videoludico, un lupo antropomorfo è solito navigare attraverso un cupo mare ultraterreno, dove ama pescare le scintille di vita che più gli paiono brillanti. Neanche a dirlo, a finire nella rete del canide è stato questa volta il nostro alter-ego, che, un po' confuso, si ritrova all'improvviso su di una piccola barchetta, tempestato di informazioni e di domande.

    Apprendiamo così che il destino della nostra anima è vincolato al giudizio inappellabile di un'entità astratta che risiede oltre le mura di una torre che si erge minacciosa all'orizzonte. A sancire la sorte del personaggio sarà il racconto che il nostro anomalo accompagnatore farà della nostra vita, sulla base delle informazioni da noi offerte. Su queste basi, prende il via un accelerato viaggio nei ricordi, dalla più tenera infanzia del protagonista sino al primo amore, passando per episodi di quotidianità famigliare e - soprattutto - la ferrea volontà di realizzare sogni e aspirazioni.

    Il tempo a disposizione per la traversata non è però molto, ragion per cui non sarà possibile soffermarsi a lungo sugli scenari rievocati dal potere della memoria. Lungo l'intera durata di Before Your Eyes ci si ritroverà dunque a compiere continui salti temporali, tra un'istantanea di vita e l'altra, dalla giovinezza sino alla piena maturità. Amore, amicizia, risentimento, dedizione, ambizione o comprensione: lo spettro di sentimenti ed emozioni proposto dall'avventura è estremamente ampio, per una produzione semplice solamente in apparenza.

    Non vogliamo offrire però troppe anticipazioni sul contesto narrativo che caratterizza l'indie: ci limiteremo perciò a garantire che GoodbyeWorld Games ha saputo collocare lungo il percorso una apprezzabile dose di sorprese. Una svolta inaspettata, in particolare, saprà rimettere in discussione l'intera natura dell'esperienza proposta dal gioco. Pur non protraendosi oltre le 3 ore circa, il titolo riesce a stupire e a coinvolgere, soprattutto grazie alla peculiare formula di gameplay concepita dai suoi giovani autori.

    Tieni gli occhi aperti

    Come anticipato in apertura, Before Your Eyes si gioca - letteralmente - con gli occhi, tramite un sistema di controllo semplice, ma estremamente efficace. La webcam in dotazione al PC inquadra il volto del giocatore, registrandone il battere delle palpebre. Chiudendo gli occhi, interagiamo con lo scenario o con la narrazione, generando diverse reazioni a schermo. Gli elementi con i quali è possibile relazionarsi sono identificati da un'apposita icona, sulla quale dovremo posare lo sguardo - tramite movimento del mouse - prima di poter scoprire quale storia nascondono. Talvolta sarà necessario compiere delle scelte, con azioni che andranno ad influire sull'evolversi della vicenda.

    Con un guizzo di astuzia da parte del team di sviluppo, una meccanica sfugge

    però al sistema di input appena descritto. Come già accennato, il tempo a nostra disposizione non è infinito, circostanza che ci sarà sovente ricordata dalla comparsa di un metronomo a schermo. Quando ciò si verifica, l'unica opzione per continuare a vivere nei ricordi del protagonista è evitare di sbattere le palpebre. Un compito semplice solamente in apparenza, e che ben presto metterà alla prova la vostra capacità di resistenza, sino a far lacrimare - soprattutto nelle fasi iniziali - gli occhi. Grazie a questo peculiare sistema, si percepisce sulla propria pelle l'inesorabile scorrere del tempo, l'impossibilità di rifugiarsi per sempre nei ricordi, con la conseguente necessità di farsi forza e andare avanti, anche quando ciò che ci si para di fronte è qualcosa che vorremmo solamente cancellare.

    La necessità di fare i conti con se stessi e con ciò che si è scelto di fare del tempo a propria disposizione è del resto un tema centrale in Before Your Eyes. Ogni cosa, tuttavia, non può che essere filtrata dall'esperienza individuale, dal proprio carattere, dalle convinzioni pregresse. Come vediamo gli altri? Come sono realmente, come vorremmo che fossero o in una maniera del tutto idealizzata? Quanto siamo in grado di metterci nei panni di chi ci sta accanto? Da un certo punto di vista, queste sono le riflessioni essenziali proposte dall'avventura indipendente.

    Te lo leggo nello sguardo

    L'efficacia della formula di gioco, lo ripetiamo, è strettamente vincolata al ricorso al sistema di controllo basato sugli occhi. Lo sottolineiamo, poiché Before Your Eyes consente in verità di optare anche per un assetto più tradizionale, in cui la pressione del tasto sinistro del mouse sostituisce lo sbattere delle palpebre. Dopo aver testato entrambe le possibilità, sconsigliamo caldamente di sfruttare questa seconda alternativa, che modifica in maniera radicale la modalità di fruizione del titolo, riducendone notevolmente l'impatto emotivo e il potenziale.

    Nel corso della nostra esperienza non abbiamo peraltro ravvisato alcuna motivazione valida per desiderare di abbandonare il sistema di lettura del movimento degli occhi. A patto che il volto resti ben illuminato durante le sessioni di gioco, la formula funziona infatti in maniera eccellente, registrando i battiti delle ciglia con precisione e prontezza. Nessun problema nemmeno nel caso in cui si portino gli occhiali, con la fase di calibrazione del tracking che prevede un'opzione specifica. Proprio l'efficacia del sistema ci ha anzi spinto a dispiacerci per la scelta di GoodbyeWorld Games di mantenere al minimo il livello di interazione con il mondo virtuale: un maggiore impegno su questo fronte avrebbe infatti reso Before Your Eyes un'esperienza di maggior rilievo.

    Anche il comparto artistico avrebbe giovato di una maggiore cura. Se è vero che lo stile estetico cartoonesco e stilizzato riesce a mettere in scena con efficacia la narrazione, non possiamo non evidenziare una generale carenza nella resa delle animazioni facciali dei personaggi che vediamo alternarsi nei nostri ricordi.

    Una circostanza che smorza l'impatto emotivo di alcune istantanee, che vedono ridursi il carico emozionale della messa in scena. Estremamente apprezzabile invece l'idea di conservare alcune sezioni oscure nelle rappresentazioni del passato, a ribadire come ogni ricostruzione di ciò che è stato non possa che essere parziale, filtrata dal tempo trascorso e dai sentimenti.

    Sottolineiamo infine la presenza in-game di un doppiaggio di buon livello, limitato però alla sola lingua inglese. L'idioma britannico resta peraltro la scelta più accessibile anche in termini di sottotitoli, dato che Before Your Eyes non supporta l'italiano.

    Before Your Eyes Before Your EyesVersione Analizzata PCCon un costo del biglietto di soli 8,99 euro, Before Your Eyes rappresenta sicuramente un'esperienza suggestiva e peculiare. Un viaggio interiore fortemente emotivo, non esente da colpi di scena e risvolti inattesi, in grado di coinvolgere con forza il giocatore. Il merito di tale efficacia comunicativa è da rintracciarsi nel sistema di controllo ideato dai giovanissimi autori di GoodbyeWorld Games, che hanno scelto di affidare agli occhi del giocatore il compito di interagire con la loro creatura virtuale. Una soluzione che cela in sé un potenziale maggiore di quanto messo in campo con Before Your Eyes, e che ci auguriamo il team di sviluppo decida di tornare ad approfondire con maggiore coraggio nel prossimo futuro.

    CONFIGURAZIONE PC DI PROVA

    • CPU: AMD Ryzen 5 3450U
    • RAM: 16,0 GB
    • GPU: Radeon Vega Mobile Gfx
    7

    Che voto dai a: Before Your Eyes

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    7
    nd