Big Brain Academy Recensione: sfida tra menti su Nintendo Switch

Nintendo presenta un nuovo Brain Training per Switch, un vero e proprio software per allenare la mente con sfide e giochi di logica.

Big Brain Academy Recensione: sfida tra menti su Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Correva ancora il 2006 quando Nintendo, reduce dal successo del primo Brain Training del Dr. Kawashima, che solo un anno prima aveva raccolto parecchi consensi positivi, diede in pasto ai casual gamer un altro titolo con cui allenare il cervello e addirittura "pesarlo". A differenza di quanto fatto col primo, però, con Big Brain Academy la Casa di Kyoto scelse di adottare un approccio meno serioso, nonché accompagnato da un colorato stile grafico che permettesse al buffo Prof. Bilancini - un bizzarro personaggio di fantasia con toga e occhiali - di conquistare immediatamente le simpatie dei giovanissimi.

    Seguendo di nuovo le orme di Brain Traning, che dopo tanti anni di assenza dalla scena ludica è approdato su Nintendo Switch con la più sostanziosa tra le sue incarnazioni (per tutti i dettagli consultate la recensione di Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch), anche il Prof. Bilancini si prepara a inaugurare un nuovo ateneo sulla console ibrida. Big Brain Academy: Sfida da menti esordirà in esclusiva su Nintendo Switch il prossimo 3 dicembre, ma dal momento che abbiamo già avuto modo di misurare i nostri cervelli siamo pronti a svelarvi le nostre impressioni sullo sfizioso titolo confezionato dalla Grande N. Prendete dunque posto, poiché la lezione sta per cominciare!

    Cervelli sotto esame!

    Come i suoi predecessori, Big Brain Academy: Sfida tra menti è fondamentalmente una raccolta di mini-giochi con cui mettere in moto in neuroni e sottoporli a sessioni quotidiane di stretching, allo scopo di ottenere di volta in volta dei risultati sempre migliori. Divise in cinque categorie diverse e basate su Intuito, Memoria, Analisi, Algebra e Percezione, le prove sono venti in tutto, ma poiché il titolo presenta vari livelli di difficoltà - tra cui uno adatto ai bambini e uno indicato a chiunque desideri una sfida alquanto impegnativa - gli esercizi risultano sempre differenti e appaganti.

    Dopo aver creato il proprio avatar e averlo iscritto all'ateneo del Prof. Bilancini, il giocatore può infatti cimentarsi con prove a tempo che spaziano dai calcoli numerici al riconoscimento di ombre cinesi, passando per i test mirati ad allenare la memoria o la capacità di analizzare al volo gli elementi sullo schermo, che a nostro avviso sono i più riusciti. Se nella categoria "Analisi" ve ne sono ad esempio un paio in cui occorre distruggere dei blocchi per ricreare l'immagine dell'esempio o indicare gli animali che corrispondono alla descrizione ricevuta, la disciplina "Memoria" chiede all'utente di ricordare delle sequenze numeriche o ripetere al contrario una serie di sagome, senza dimenticare una simpatica variante del noto gioco delle tre campanelle.A meno che non ci si sottoponga alle versioni "Super", che si sbloccano ottenendo la medaglia d'oro in ciascuna disciplina, tutti gli esercizi sono alquanto intuitivi e nessuno di essi è mai realmente difficile, anche perché il livello di sfida sale progressivamente e in proporzione al punteggio raggiunto dal giocatore. Pertanto, ripetere più volte lo stesso test consente di acquisire una capacità di risposta più veloce e precisa, dimostrando anche nel giro di pochissimi minuti l'efficacia di un costante allenamento cognitivo.

    Se da una parte abbiamo apprezzato ciascuno dei mini-giochi proposti, dobbiamo riconoscere che in cuor nostro speravamo ve ne fossero un po' di più. Rispetto al passato il numero totale delle prove è aumentato soltanto di cinque (su Nintendo DS e Wii vi erano infatti 15 mini-giochi), oltretutto la maggior parte di questi proviene direttamente dai precedenti episodi del franchise.

    Sotto questo aspetto avremmo quindi gradito un maggior impegno produttivo da parte di Nintendo, anche per differenziare un minimo Big Brain Academy: Sfida da menti dai propri antenati e proporre qualcosa di nuovo a chiunque abbia già giocato le prime due incarnazioni del brand.

    Longevità e multigiocatore

    Per estendere la longevità del prodotto - che non avendo uno scopo vero e proprio si esaurirebbe di norma nell'arco di poche ore - il colosso nipponico ha ben pensato di puntare sui collezionabili, attraverso i quali è possibile modificare l'aspetto dell'avatar. In base al punteggio ottenuto in ciascuna sfida, infatti, il Prof. Bilancini tende a ricompensare gli sforzi del giocatore con medaglie (bronzo, argento e oro) e punti da scambiare in maniera casuale coi 300 capi di abbigliamento da indossare e collezionare.

    Un'impresa, questa, che può portare via un numero impreciso di ore e che permette di sfoggiare uno stile unico. Laddove Brain Training è fondamentalmente un'esperienza single player, in quanto la modalità multiplayer risulta molto scarna, Big Brain Academy: Sfida tra menti può essere totalmente fruito sia da soli che in compagnia. Andiamo però per gradi, esaminando ad una ad una le modalità extra del nuovo episodio. Mettendo da parte l'Esame, che sostituisce il classico test giornaliero con cui misurare l'intelletto, ottenere un voto e scoprire scherzosamente il tipo di cervello in proprio possesso, durante la nostra prova in solitaria abbiamo gradito non poco l'inclusione della cosiddetta "Sfida Fantasma". Dal momento che il titolo memorizza tutte le azioni degli utenti, nella suddetta modalità è possibile sfidare le registrazioni degli altri giocatori - che qui prendono il nome di fantasmi - e provare a scalare la classifica mondiale. Un'esperienza multiplayer asincrona, insomma, che introduce una dilettevole vena competitiva e offre una valida alternativa a chiunque non abbia la possibilità materiale di sfidare in loco amici o familiari.

    Va comunque detto che Big Brain Academy: Sfida tra menti presenta anche una modalità multiplayer vera e propria, in cui un massimo di quattro giocatori in locale possono sfidarsi e stabilire, attraverso le varie gare di stretching, chi abbia il cervello più allenato. La peculiarità della suddetta è rappresentata dalla facoltà di impostare per ciascun partecipante un differente livello di difficoltà, in questo modo anche i bambini e i principianti possono gareggiare con gli adulti e i giocatori dalla corteccia assai sviluppata.

    Semplicemente elementare... quasi come una scuola

    Passando infine al comparto grafico, Big Brain Academy: Sfida tra menti si conferma un prodotto estremamente minimalista, che tuttavia (tenendo anche presente il target principale cui è rivolto) si lascia apprezzare proprio per lo stile colorato, essenziale e cartoonesco. A non averci convinto minimamente è l'accompagnamento musicale, in quanto le melodie già tutt'altro che ispirate vengono ripetute all'infinito.

    Abbiamo qualche riserva anche sui controlli escogitati per la modalità docked, poiché in alcuni giochi la necessità di scorrere tra le varie risposte impatta negativamente sui tempi di risposta e, di conseguenza, sul punteggio finale. Un problema che, in ogni caso, non sussiste affatto in portabilità (e in modalità multigiocatore), grazie ai comodissimi e ben più immediati comandi touch.

    Big Brain Academy: Sfida tra Menti Big Brain Academy: Sfida tra MentiVersione Analizzata Nintendo SwitchA distanza di tanti anni dall’esordio del franchise, Big Brain Academy torna sulla scena con un episodio che ha poco di nuovo. Seppur sfiziosi e divertenti, gli esercizi proposti da Sfida tra menti sono infatti venti, ripescati perlopiù dai titoli pubblicati a suo tempo su Wii e Nintendo DS. Le vere novità vanno ricercate nella componente competitiva, che attraverso il multiplayer asincrono permette di mettersi alla prova con utenti provenienti da ogni parte del pianeta, e la modalità multigiocatore in locale, grazie alla quale Big Brain Academy assume le caratteristiche di un autentico party game. Al netto di qualche difetto, Sfida tra menti si conferma comunque una valida alternativa al più blasonato Brain Training, nonché un prodotto indirizzato ai giovanissimi.

    7.5

    Che voto dai a: Big Brain Academy: Sfida tra Menti

    Media Voto Utenti
    Voti: 1
    8
    nd