Recensione Burnout 2: Recensione della versione GameCube

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Burnout 2: Recensione della versione GameCube - 2097

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • Xbox
  • NGC
  • Intro

    Uscito su Ps2 lo scorso inverno, arriva anche su Gamecube uno dei racing game più ispirati e divertenti degli ultimi anni. Esattamente come il suo predecessore, Burnout 2 riparte da questo: uno stile arcade senza compromessi, tutto velocità e adrenalina.

    Fast and forious + incidenti spettacolari = Burnout 2

    Il gioco vi metterà al volante di oltre 20 bolidi, da quelli supersportivi, fino a jeep, hot rod stile anni '50 e auto da corsa. Purtroppo, vista la più totale assenza di licenze, nessuna di queste sarà realmente esistente, ma si avvicineranno moltissimo alle controparti reali, tant'è che non vi sarà difficile riconoscere i vari modelli. Questo perché le auto subiranno danni terribili, e, come GT insegna, alle case automobilistiche non piace vedere sforzi di anni ridursi a semplici brandelli di lamiere.
    Ogni gara si corre contro altri 3 avversari e, per arrivare primi, potrete ricorrere a qualsiasi espediente tipico dei pirati della strada; proprio così, visto che la particolarità del titolo Criterion è quella di poter gareggiare su strade normali, "abitate" dal canonico traffico infernale. Manifestatamene ispirato al film Fast and Forious, il gioco sarà dunque ricco di sorpassi incredibili, derapate al limite del reale e incidenti spettacolari; proprio quest'ultimi, come vedremo anche in seguito, saranno determinanti ai fini del vostro successo. Ogni volta che passate, senza toccare, vicino ad una macchina, oppure quando saltate o eseguite una sbandata, caricherete la barra del boost, un turbo temporaneo che vi farà aumentare la velocità. La novità in questo seguito è che sarà possibile eseguire combo di boost, facendo ulteriori acrobazie, con la conseguenza che sarà possibile accelerare per periodi molto lunghi.

    Modalità

    Il gioco prevede molte modalità di gioco; inizialmente dovrete affrontare "guida aggressiva 101", ovvero una sorta di scuola guida in cui saranno insegnati tutti i trucchi per guidare da veri scapestrati; successivamente vi ritroverete nel solito menù di apertura, dove alloggeranno, oltre alle classiche "campionato" e "sfida al tempo", 2 modalità realmente "rivoluzionarie"e inedite: Crash e Pursuit.
    La prima avrà come obiettivo quello di generare l'incidente più spettacolare possibile. Come dichiarato da Alex Ward, programmatore di Criterion , per raggiungere i risultati migliori si deve generare una sorta di effetto domino, decisamente complesso da risolvere vista la grande quantità di veicoli da coinvolgere nello scontro. Per la versione Gamecube è previsto un aumento di circa 15 piste per questa modalità, che si vanno così a sommare alle già numerose piste presenti nell'originale.
    La seconda, seguendo le orme di Need for Speed, vi metterà alla guida di un auto della polizia, e il vostro compito sarà quello di fermare i delinquenti a suon di speronate.
    Il campionato invece sarà suddiviso in 32 circuiti differenti, tutti ambientati in America. Se si otterranno tutti primi posti, sarà inoltre possibile affrontare, e di conseguenza sbloccare in caso di vittoria, le numerosissime macchine segrete, inserite in abbondanza per mantenere alta la longevità.
    A detta dei programmatori, sarà incredibile l'I.A. sia degli avversari che dei comuni cittadini: alcuni cercheranno di evitarvi, altri vi lampeggeranno, mentre altri ancora potrebbero per errore venirvi addosso. Questo può portare a degli incidenti davvero paurosi con decine di macchine coinvolte, con ovvia soddisfazione di noi spettatori. Fare un incidente farà perdere molto tempo, ma fortunatamente anche i vostri avversari ne saranno spesso protagonisti, di conseguenza non creerà nessun problema ai fini del gioco. I programmatori hanno dunque trovato un bilanciamento veramente valido.

    Grafica e sonoro

    Il motore grafico utilizzato sarà l'ennesima versione del Renderware, tool sviluppato proprio dalla Criterion.
    Graficamente parlando il titolo si difendeva già su Ps2, ma sulla nostra amata console cubica i poligoni saranno addirittura raddoppiati. Le texture saranno notevolmente migliorate, sebbene si intuisca la natura del titolo(ovvero porting da Ps2). Inoltre il senso di velocità è reso egregiamente, soprattutto sfruttando i 60 hz, ormai diventati una prassi anche per i giocatori europei.
    Anche dal punto di vista sonoro non possiamo lamentarci; infatti, oltre ad un eccellente sonoro originale, è da sottolineare l'ottima realizzazione dei rombi dei bolidi.

    Difetti

    Purtroppo però non tutto è oro ciò che luccica: innanzitutto l'assenza della modalità per 4 giocatori; scordatevi le serate ricche di sorpassi, risate e, perché no, senso di sfida, con altri 3 vostri amici(in ogni caso anche in 2 il divertimento è assicurato). Inoltre, se non siete amanti del genere e possedete il primo episodio, non sentirete il bisogno di accaparrarvi anche questo seguito, che si è limitato esclusivamente ad affinare le modalità e lo stile improntato dal team di sviluppo.

    Outro

    Proponendo uno stile tipo sala giochi, alla lunga potrebbe risultare ripetitivo, ma questo Burnout 2 è in poche parole il nuovo Ridge Racer: se amate i racing arcade questo è un titolo che non dovrete farvi sfuggire.

    Che voto dai a: Burnout 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 61
    7.6
    nd