Call of Duty Warzone Mobile è un gioco di altissimo livello! Recensione

Siamo tornati a Verdansk e Rebirth Island grazie alla versione mobile di uno degli FPS Battle Royale di maggior successo di sempre.

Call of Duty Warzone Mobile è un gioco di altissimo livello! Recensione
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Si è fatto attendere un bel po', ma alla fine il tassello mancante della strategia di Activision per conquistare il mercato dei free to play è arrivato. Dopo una serie di inattesi rinvii, infatti, Call of Duty Warzone Mobile è approdato sugli scaffali virtuali di App Store e Google Play Store, offrendo agli appassionati un'esperienza di gioco molto simile a quella casalinga e con l'aggiunta di alcune feature che rendono questo prodotto degno di attenzione. Ovviamente anche noi abbiamo fatto ritorno in quel di Verdansk e, dopo un bel po' di tempo trascorso nel nuovo sparatutto gratis, siamo pronti a parlarvene nel dettaglio (qui la recensione di Call of Duty Modern Warfare 3).

    Call of Duty Warzone... ma portatile

    Quella di Call of Duty Warzone Mobile è un'operazione ben diversa rispetto a quello che siamo abituati a vedere su smartphone e tablet poiché, a conti fatti, non è lo stesso gioco che troviamo su PC e console. A differenza di quanto accade ad esempio in un Warframe Mobile, i giocatori PC non possono interagire con quelli console e ogni titolo ha le sue modalità. Ma se non ci sono nuovi contenuti e si tratta di un gioco diverso dal classico Warzone, cosa si fa in questa versione mobile?

    Beh, la risposta è molto semplice: si vive l'esperienza più tradizionale possibile del battle royale forgiato dagli innumerevoli studi che lavorano sotto l'ala di Activision. Warzone Mobile rappresenta infatti ciò che i fan desideravano da tempo, poiché consente loro di tornare nelle due mappe più apprezzate di sempre, ossia Verdansk e Rebirth Island.

    Non ci sono quindi novità sostanziali sul fronte ludico, con l'unica eccezione che riguarda il numero massimo di utenti che possono prendere parte ad un match, sorprendentemente più elevato di quello visto sulle altre piattaforme: qui, infatti, possono atterrare fino a 120 operatori, un quantitativo assai generoso che garantisce un bel po' d'azione per via della maggior concentrazione di giocatori.

    Gli utenti si possono cimentare nell'ormai immancabile Ritorno, così come nelle modalità battle royale, anche con una serie di varianti ‘ridotte' che per numero di operatori e tempi di restrizione del cerchio comportano una minor durata della partita. In aggiunta, i giocatori che scaricano WZM possono godersi in maniera gratuita anche il multiplayer classico, cosa che paradossalmente pone questa versione mobile a un gradino più in alto rispetto al gioco che siamo abituati a vedere su PC, PlayStation e Xbox. Attraverso una serie di playlist, è possibile sbizzarrirsi nel comparto PvP che solitamente è parte del pacchetto premium degli episodi canonici di COD e che qui vanta la presenza di mappe iconiche come Shoot House e Shipment. Si tratta di un valore aggiunto significativo, poiché rende l'esperienza completa per chi adora la serie.

    Controlli personalizzabili e fuoco automatico

    Sul piano contenutistico, Call of Duty Warzone Mobile non delude grazie alla sua natura conservativa. È chiaro quindi che a fare la differenza sia la giocabilità, visto che stiamo pur sempre parlando di un prodotto pensato per la fruizione su cellulari e tablet (l'installazione su PC è severamente vietata e porta al ban).

    Le aspettative dopo aver visto in azione l'ottimo sistema di controllo di COD Mobile erano alte e, alla fine, il team di sviluppo è riuscito nell'impresa di non deludere, ampliando la formula del precedente FPS per dispositivi portatili tramite l'integrazione nativa del controller. Giocare in questo modo rende l'esperienza davvero vicina a quella delle piattaforme casalinghe.

    È ovvio che, vista la natura del titolo, non è sempre possibile avere un pad a portata di mano. Per fortuna, anche sfruttando i controlli touch possiamo dirvi che gli sviluppatori hanno svolto un ottimo lavoro e inserito un livello di personalizzazione dello schema dei comandi con ben pochi precedenti. Oltre a poter modificare a piacimento l'interfaccia, spostando i tasti, gli utenti possono accedere a una schermata per decidere quali azioni far compiere in autonomia al personaggio. Vi è persino la possibilità di scendere o salire le scale con la pressione di un tasto, così da evitare la continua rotazione della telecamera che potrebbe risultare scomoda con gli analogici virtuali.

    Torna anche l'opzione per il fuoco automatico, che rispetto al vecchio COD Mobile risulta però meno efficace. Questa volta, infatti, trascorre qualche istante extra tra quando il puntatore finisce sul bersaglio e la pressione del grilletto: da una parte, questa scelta è utile ai fini del bilanciamento, ma dall'altra rende tale feature quasi inutilizzabile nelle frenetiche modalità multiplayer, dove l'azione è fulminea e anche quella frazione di secondo in più si traduce in una sconfitta.

    Progressione condivisa

    Call of Duty Warzone Mobile è un gioco a sé stante, ma al tempo stesso fa parte del nuovo ecosistema della serie. La feature che più abbiamo apprezzato di questo shooter è proprio la progressione condivisa, che ricompensa sia i giocatori che nel tempo hanno messo mano alla carta di credito, sia quelli che si sono cimentati in sfide a tempo per sbloccare ricompense estetiche di vario tipo. È sufficiente accedere al proprio account di COD al primo avvio per ritrovarsi davanti a tutto il proprio inventario: dagli emblemi alle skin, passando per i progetti delle armi. Tutto quello che avete sbloccato nel corso dell'ultimo anno e mezzo sarà a vostra disposizione, senza contare la possibilità di continuare a scalare i livelli del Battle Pass, che è lo stesso fra tutte le versioni. Persino le armi sono le medesime, e potrete personalizzarle con gli accessori che avete sbloccato negli ultimi due Modern Warfare. Tale sistema vale anche in direzione opposta e, giusto per fare un esempio, la skin gratis Ghost Condannato che è stata regalata a tutti per celebrare il lancio di Warzone Mobile è perfettamente utilizzabile anche su PC e console.

    L'unico inconveniente riscontrato riguarda la schermata di selezione degli operatori. Per ovvie ragioni, già al lancio il numero di skin selezionabili è elevatissimo e non è agevole navigare nel menu ideato dagli sviluppatori. Risulta a tratti frustrante anche solo scorrere tra i vari costumi disponibili per scegliere quale utilizzare per il prossimo lancio su Verdansk.

    Questo discorso si può estendere anche ad altri menu, che forse per restare fedeli nella struttura a quelli della versione domestica sono stati adattati in maniera non perfetta, difatti richiedono un po' di accorgimenti affinché si possano gestire i loadout e altri aspetti del gioco in modo più pratico e veloce.

    Quanto consuma la batteria?

    Quando si vuole trasporre un'esperienza come quella di Warzone su mobile, bisogna fare i conti con un hardware che, nella stragrande maggioranza dei casi, è limitato e fatica a reggere uno sparatutto in soggettiva moderno. Proprio sul lato tecnico neanche a dirlo emergono i più grandi problemi di Call of Duty Warzone Mobile, che soprattutto su smartphone e tablet meno recenti fa molta fatica, persino se si gioca con tutte le impostazioni grafiche al minimo. L'ottimizzazione, soprattutto su Android, è il tallone d'Achille della produzione Activision, senza contare che il comparto grafico non è affatto sorprendente nemmeno quando si gioca a ‘Picco', ossia il preset visivo più elevato.

    Oltre a qualche svista tecnica, Warzone Mobile soffre anche di un altro grosso problema: mette a dura prova la durata della batteria. Nel corso della nostra prova abbiamo deciso di testare l'app su un'ampia varietà di dispositivi Android e iOS più o meno recenti, costatando che il quantitativo di batteria consumata con una sola partita varia dal 6-8% sugli iPhone di ultima generazione al 12% sui device con l'OS di Google con qualche anno sulle spalle. Abbiamo notato anche una certa tendenza degli smartphone a surriscaldarsi durante il gioco, sebbene questa sia una problematica diffusa tra i titoli mobile che spingono l'acceleratore sul comparto tecnico.

    Dobbiamo infine segnalare che, in maniera del tutto insolita, i tempi di matchmaking per qualsiasi modalità di gioco sono molto lunghi. Dubitiamo fortemente che ciò sia dovuto ad uno scarso numero di utenti e speriamo che in futuro venga velocizzato il sistema, così da evitare noiosi tempi morti.

    Call of Duty Warzone Mobile Call of Duty Warzone MobileVersione Analizzata Android GamesIn definitiva, Call of Duty Warzone Mobile rappresenta quella che è al momento l'esperienza più completa per gli appassionati della serie. In maniera completamente gratuita, è possibile giocare le due mappe più popolari di Warzone e accedere al multiplayer classico senza dover acquistare un capitolo premium della saga. Peccato solo per la scarsa ottimizzazione per i dispositivi non troppo recenti e per i consumi eccessivi in termini di batteria, problemi che non possono essere aggirati installando il gioco su PC.

    8

    Che voto dai a: Call of Duty Warzone Mobile

    Media Voto Utenti
    Voti: 7
    6.3
    nd