Chakra Recensione: il gioco da tavolo per riequilibrare le energie

Il board game di 3 EMME ci chiede di armonizzare i "nodi energetici" del nostro corpo con un gioco semplice ma non per questo elementare.

recensione Chakra Recensione: il gioco da tavolo per riequilibrare le energie
Articolo a cura di

Nella valanga di nuovi giochi da tavolo che sta per travolgere le nostre fredde serate invernali, Chakra è uno di quelli che merita tutta la nostra attenzione. Portato in Italia da 3 EMME Games, questo board game è pronto a riequilibrare le nostre energie, con l'obiettivo di toccare i nostri "punti giusti" e permetterci di rilassarci in compagnia. Anche con Chakra, in sostanza, i ragazzi di 3 EMME mantengono il loro marchio di fabbrica: ossia quello di proporre giochi semplici ma non banali, nonché dotati di una componentistica di ottimo livello. Quest'ultimo aspetto si è palesato già nel momento in cui abbiamo aperto la confezione e siamo stati subito colpiti sia dalle bellissime immagini rappresentate sulle plance di gioco, sia da un sacchettino pieno di cristalli (di plastica) colorati.
Dopo aver appagato la vista, è giusto che un prodotto sappia soddisfarci anche con la sostanza: fortunatamente Chakra è un gioco molto solido anche sul piano delle meccaniche ludiche.

Alimentare, riequilibrare e armonizzare

Lo scopo della partita è quello di armonizzare cinque chakra ottenendo più punti possibile. Ad inizio partita si sceglie la propria plancia (le differenze sono solo estetiche) su cui vengono segnati i sette chakra tradizionali, ed al loro interno troviamo tre spazi vuoti. Il gioco si svolge a turni, durante i quali ogni partecipante può compiere una delle seguenti tre azioni: Ricevere Energia, Far Fluire Energia e Meditare.

La prima possibilità prevede di raccogliere da una a tre gemme dalla riserva centrale, e di posizionarle sugli spazi liberi in alto sulla propria plancia personale. Tramite l'azione Far Fluire potremo spostare le gemme verso i chakra corrispondenti per armonizzarli in base al medesimo spettro cromatico. Chiaramente non è possibile muoversi in maniera del tutto libera, ma bisogna attenersi alle Azioni presenti sul lato sinistro della plancia, sulla quale sono segnate tutte le combinazioni disponibili. Una volta deciso ciò che si vuole fare, è necessario porre sullo spazio corrispondente uno dei cinque gettoni ispirazione disponibili per ogni giocatore. A tal punto entra in gioco l'ultima azione, ossia Meditare: in questa fase si recuperano tutti i gettoni spesi, che ritornano disponibili per i frangenti successivi.Info varieDurata: 30'
Numero di giocatori: 1-4
Numero ideale di giocatori: 3-4
Tipologia: competitivo
Complessità: bassa
Publisher: 3EMME Games
Lingua: italiano
Età: 8+
Prezzo suggerito: 24.99 euro su Amazon.it

Il gioco continua così fino a quando non si armonizzano cinque chakra, ovvero si riempiono i tre spazi vuoti con pietre dello stesso colore del chakra corrispondente. In base al punteggio totalizzato si decide il vincitore. È opportuno far notare che i punti sono abbinati casualmente ad inizio partita: ad esempio, armonizzare un chakra potrebbe valere solo 1 punto oppure addirittura 4. Solo durante la fase di meditazione è possibile spiarne un singolo per sapere il suo valore e seguire così un'adeguata strategia. Infatti non basta essere il primo giocatore ad armonizzare: se si scelgono i chakra con pochi punti, d'altronde, si rischia di perdere lo stesso. Oltre alle gemme dei cromatismi dei vari Chakra, ne sono presenti anche alcune di colore nero.

Queste non hanno un loro posizionamento (se non in fondo alla plancia), e tendono più che altro ad intasare i nodi, rallentando il gioco. Per quale ragione dovrebbero dunque essere selezionate? Il motivo è presto detto: se presenti all'interno della riserva, simili pietre vanno raccolte insieme ai cristalli colorati che sono stati selezionati. La riserva viene rimpinguata ad ogni pescata, e pertanto i cristalli cambiano di continuo.
Il ritmo di gioco tende ad essere non particolarmente frenetico (e in questo caso non è un male) se non nelle fasi conclusive, dal momento che - una volta armonizzato un chakra - esso non conta più come casella di movimento e viene pertanto saltato a piè pari. Così facendo gli spostamenti dell'energia diventano molto più serrati e la possibilità di chiudere in fretta la partita risulta assai più alta!

Alla scoperta dei Chakra

La parola chakra è originaria dell'India e proveniente dal sanscrito. Nella tradizione induista (ma anche in quella buddhista) i chakra sono, letteralmente, "ruote" di energia. Esse si situano lungo la linea della spina dorsale, che separa in due metà simmetriche il nostro corpo. Le tradizioni si differenziano moltissimo per quanto concerne sia il numero, sia la posizione sul corpo, e sia i colori a cui sono legati: la variante che il gioco ha scelto di utilizzare è quella più "moderna", quasi occidentalizzata e più diffusa, che assegna 7 chakra ai 7 colori dell'arcobaleno. Eccoli in ordine, dal basso verso l'alto:

Muladhara: si trova alla base della colonna vertebrale e gli è assegnato il rosso. Rappresenta le emozioni primarie e la consapevolezza del proprio ego.
Svadisthana: si situa alla base dell'organo sessuale ed è associato all'arancione; è il centro della creatività e della sessualità.
Manipura: è posizionato all'incirca nel plesso solare ed è contraddistinto dal colore giallo. Controlla la digestione e rappresenta una consapevolezza di sé più elevata.
Anahata: lo troviamo nel cuore e il suo cromatismo è il verde. Rappresenta i sentimenti e le emozioni che si provano verso il prossimo.
Vishuddha: è il "nodo" della gola e il suo colore è l'azzurro, o il blu chiaro; è il nodo della comunicazione e della parola.
Ajna: è il famoso "terzo occhio" situato più o meno al centro della fronte, tra le sopracciglia; il suo colore è il blu indaco. Governa le intuizioni e le idee più elevate.
Sahasrara: si trova sopra la "fontanella" del cranio, ed è di colore viola. Raffigura il superamento dell'ego e l'unione con l'assoluto; di solito è associato alla spiritualità.

Numero di giocatori e durata complessiva

Le partite durano intorno ai 30 minuti, ma nel caso di giocatori un po' troppo riflessivi si rischia anche di impiegare circa un'oretta. Il gioco non prevede delle grosse differenze in base al numero di partecipanti: tuttavia, nel caso di solo due giocatori, l'attenzione si focalizza maggiormente sulla necessità di studiare le mosse dell'avversario in modo da limitargli l'accesso alle gemme più appetibili.

Pro e Contro

Chakra è un gioco dai ritmi molto compassati, quasi meditativi. Infatti si basa sul ragionamento e sull'importanza di massimizzare al meglio le poche azioni che si possono compiere, poiché risulta sempre indispensabile tenere d'occhio le gemme disponibili in riserva, per non correre il rischio di non avere più materiali con cui armonizzare.

Inoltre bisogna controllare costantemente la plancia degli avversari, sia per capire se il proprio rivale è vicino alla vittoria, sia per farsi un'idea (in base alla sua priorità nell'armonizzare) di quali siano i chakra più remunerativi. Si tratta comunque di un gioco leggero, che ben si adatta a chi cerca un prodotto non troppo impegnativo ma comunque dotato di un briciolo di strategia. I giocatori più esperti impiegheranno poco a sviscerare le varie meccaniche; ciononostante, visto anche il prezzo molto contenuto, l'opera a marchio 3 EMME si dimostra un buon titolo per avvicinarsi al mondo dei giochi da tavolo. Chakra può rivelarsi una produzione ottimale anche per giocare in famiglia, dato che i materiali e i temi possono colpire ed intrigare persino i più piccoli.

Giochi da Tavolo e Board Game Giochi da Tavolo e Board GameVersione Analizzata Multi3 EMME distribuisce un altro board game che riprende i capisaldi dei suoi prodotti: giochi semplici ma non per questo elementari, caratterizzati inoltre da ottime componenti. Chakra si presenta come un titolo di “gestione risorse” snello e funzionale, molto adatto a chi cerca un passatempo capace di regalare belle soddisfazioni, se giocato in compagnia di tre o quattro partecipanti. Non si tratta certo di un'opera adatta a chi desidera meccaniche ludiche molto elaborate ed un buon tasso di sfida. Visto il tema trattato e le accattivanti immagini che lo supportano, Chakra è infatti la produzione ideale per avvicinare i più scettici al mondo dei giochi da tavolo: questo titolo “meditativo” potrebbe conquistarli già dopo pochi minuti.

7.5