Recensione Club Football: Juventus

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Club Football: Juventus - 308

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Chi ha paura
    dell'evoluzione?

    Il popolo ‘Boxaro' dei calciofili vive
    ormai i suoi giorni in attesa della venuta del messia Pro Evolution Soccer,
    passando di Fifa in Fifa e contando i giorni che passano da un annuncio
    all'altro circa il titolo Konami. Chi infatti ha voluto giocare al calcio
    simulato sulla nostra scatola nera preferita, ha dovuto finora accontentarsi
    della serie sfornata da Electronic Arts: apprezzata da tutti per l'impatto
    grafico di primo livello ma da troppi considerata alla stregua di un simulatore
    di flipper; Ecco quindi spiegarsi la grande attesa e le aspettative sul titolo
    oggetto di questa recensione, fornitoci gentilmente in versione griffata
    Juventus da Codemasters. Eggià, perché di Club football esistono ben 17 versioni
    differenti: ognuna modellata su una squadra diversa (per l'Italia: Juventus,
    Milan e Inter) e limitata a quella. La personalizzazione del titolo infatti
    oltre a offrirvi confezione e menu' personalizzati, aneddoti storici e video da
    sbloccare incentrati sui più bei goal del vostro team, vi precluderà l'accesso
    alle altre squadre. Ma andiamo con ordine e vediamo cosa ha codemasters da
    mettere sul piatto.

    Le premesse per un successo

    Club Football è stato lanciato con l'ambizioso obiettivo
    di essere il Winning Eleven dell'Xbox, e soddisfare quindi tutti gli utenti
    della console Microsoft delusi dal gameplay di FIFA. Nel gioco potrete
    utilizzare soltanto una squadra (fatte salve le amichevoli in cui potrete
    impersonare anche il team contro cui giocate), anche se come avversarie sono
    presenti tutte le squadre di tutti i campionati principali, ma chiaramente non
    le nazionali. Dal menu' principale (allietato dalla presenza a rotazione di
    tutti i giocatori che fanno gli ‘sboroni' palleggiando) potrete scegliere se
    iniziare subito un'amichevole, cimentarvi nella super Lega (una specie di
    Champion's league che presumibilmente non si chiama così per motivi di diritti)
    oppure nella stagione completa. All'inizio di quest'ultima vi verrà presentata
    la possibilità di inserire voi stessi all'interno della rosa: attraverso un
    editor potrete ricreare un vostro alter ego dotato della vostra altezza, stazza
    e caratteristiche facciali: davvero simpatico. Un'altra divertentissima
    possibilità è quella data dal menu' delle modalità personalizzate: qui infatti
    oltre ai tornei personalizzati potrete creare svariate squadre da zero inserendo
    nomi e volti degli amici, colleghi e parenti e divertirvi come degli scemi :).
    Ultima voce del menu degna di nota e' la sala dei trofei, dove potrete imparare
    di più sulla vostra squadra del cuore, guardare i filmati e le moviole delle
    vostre partite che avrete salvato.

    La cura per i dettagli

    Club football in un certo senso si presenta
    come un titolo che dovrebbe fare della cura per i dettagli la sua bandiera,
    eppure è proprio lì che spesso delude nonostante altrettanto spesso esalti: I
    giocatori delle 17 squadre principali sono perfettamente curati e realizzati
    meglio che in FIFA, le altre squadre invece sono perfettamente anonime, gli
    stadi sono inferiori a quelli del titolo EA Sports mentre è davvero carina
    l'idea di implementare l'allenatore (perfettamente riprodotto Lippi, come
    Ancelotti ecc) che salta su dalla panchina per esultare o arrabbiarsi. La
    localizzazione dei vari menu' è a volte approssimativa e tutte queste piccole
    cose fanno riflettere su come un gioco che vi lega a una sola squadra sia
    inferiore nei dettagli a uno che invece propone quasi lo stesso livello di
    accuratezza per centinaia di squadre diverse.

    In
    campo

    La prova del fuoco per un gioco
    di calcio non è nella cosmesi e nel contorno, quanto nel feeling di gioco in
    campo. Ebbene come si comporta Club Football da questo punto di vista? Così e
    così. Il controllo dei movimenti dei giocatori è migliore di quello di Fifa e si
    ha la sensazione di potersi muovere più liberamente e rapidamente, ma comunque
    la meccanica di gioco ci lascia una certa sensazione di lentezza; cercare di
    tessere le varie azioni è abbastanza complicato e molto spesso improduttivo,
    anche se con la pratica potrete togliervi qualche soddisfazione. I portieri sono
    dei superman che a volte sono inspiegabilmente preda di attacchi di kriptonite,
    ma quello che manca davvero a questo gioco è la somma di tante piccole cose che
    lo avrebbero potuto rendere il titolone che non è: giocandoci vi troverete
    addosso un lieve senso di insoddisfazione. Rispetto ai due titoli di calcio più
    volte citati nel corso della recensione vi renderete conto che ha sacrificato i
    lati buoni di uno (la cosmesi e la cura per il realismo ‘visivo' di fifa) per
    cercare di eguagliare senza riuscirci l'altro (la giocabilità di pro evolution
    soccer non è raggiunta e nemmeno la fluidità di gioco).

    Grafica, Sonoro e conclusioni

    Come già detto la
    grafica presenta alti e bassi: ottime le riproduzioni dei giocatori e degli
    allenatori, buoni gli stadi. Le animazioni dei giocatori sono nella media ma
    l'accoppiata giocatore/palla è poco realistica, specialmente nel gioco aereo:
    pallonetti, cross e colpi di testa danno una elevatissima sensazione di ‘finto'
    e cioè che ne consegue è molto lontano da quello che si vede di solito in tv la
    domenica sera. Il sonoro è un po' sottotono: la telecronaca italiana è affidata
    a Sandro Piccinini, che sarà pure un bravo giornalista, ma in questa
    trasposizione digitale ha un elevatissimo contenuto soporifero, e il
    bilanciamento dell'audio con i rumori dello stadio (anch'essi globalmente
    inferiori a quelli della concorrenza) è abbastanza sballato.

    Fischio
    finale

    Andando a tirare
    le somme Club Football rappresenta un buon gioco con degli ottimi spunti per
    poter migliorare in seguito ma che delude proprio in quelli che dovevano essere
    i suoi punti di forza: la cura dei dettagli e la giocabilità. Detto cio' appare
    ancora più evidente come la personalizzazione del gioco su una singola squadra
    sia più un limte che un pregio. Da comprare solo se non potete reggere Fifa e
    non sapete aspettare il futuro titolo Konami per
    Xbox.

    Quanto attendi: Club Football

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd

    Altri contenuti per Club Football