Destiny2

Destiny 2 Oltre La Luce: recensione della campagna

Bungie riapre le porte di Destiny 2 per accompagnarci in una nuovissima campagna fra i ghiacci di Europa. Pronti per conquistare Giove?

recensione Destiny 2 Oltre La Luce: recensione della campagna
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Con Oltre la Luce Bungie si è prefissata un chiaro e cruciale obiettivo: dare origine a una nuova trilogia per l'universo di Destiny 2, destinata ad accompagnare i giocatori fino al climax del 2022, l'anno d'esordio del misterioso contenuto "Eclissi". L'ultima espansione ricopre quindi un ruolo alquanto importante a livello narrativo, proprio perché rappresenta l'inizio di un'intricata e affascinante serie di eventi dovrebbe arrivare a regalarci il "miglior Destiny mai visto". Ma senza perdersi nel fascino del futuro, concentriamoci sul presente guardando alla campagna di Oltre la Luce e alla sua storyline, che vede grandi protagonisti del calibro di Eramis e Variks, e lascia invece in secondo piano l'Ignota e ancor di più Eris e il Ramingo.

    Un piccolo grande avviso: l'articolo conterrà alcuni spoiler importanti!

    Tempi duri richiedono leader duri

    Tutta la campagna di Oltre la Luce è incentrata su un semplice concetto: il fine giustifica i mezzi. Questo adagio dal sapore machiavellico è stato applicato tanto da Eramis, e dal suo Casato della Salvezza, quanto dai guardiani che hanno deciso di brandire l'oscura Stasi proprio per opporsi alle forze della Kell, anch'esse dotate del medesimo potere. Eramis è un'antagonista affascinante in quanto non è malvagia per il puro gusto di esserlo, ma agisce spinta dal desiderio di riscattare il suo popolo dopo il trauma subito in seguito all'abbandono del Viaggiatore.

    In questo la caduta ricorda un po' Skolas, il principale avversario del DLC Il Casato dei Lupi (per inciso, qui trovate la nostra recensione de Il Casato dei Lupi). Nel corso dell'avventura, tra l'altro, Eramis prova spesso ad insinuare il dubbio nell'animo dei nostri guardiani, chiedendoci se siamo sicuri della fedeltà del Viaggiatore e suggerendoci che prima o poi verremo abbandonati proprio come successe al popolo degli Eliksni. Nonostante queste intriganti sfumature, Eramis è purtroppo il classico villain di Destiny: si vede tutto sommato poco e ha vita breve, sebbene la sua morte non sia poi così certa. L'altro grande protagonista è sicuramente Variks che, complice un doppiaggio davvero azzeccatissimo, spicca come figura un po' ambigua e ambivalente (fu il responsabile della fuga dei Baroni infami ai tempi de I Rinnegati), dotata però di grande ludicità. A differenza di Eramis, Variks mantiene un ruolo importante anche oltre io confini della campagna, in qualità di vendor su Europa.

    A questo punto è necessario spendere qualche parola su un punto cruciale nel bilancio qualitativo di Oltre la Luce, ossia la durata dell'espansione. Ve lo diciamo sin da subito: chi si aspettava una campagna lunga e articolata rimarrà inevitabilmente deluso. Beyond Light offre infatti una gamma piuttosto contenuta di missioni, collocandosi tra I Rinnegati (eccovi la recensione di Destiny 2: I Rinnegati) e Ombre dal Profondo (qua c'è invece la recensione di Destiny 2: Ombre dal Profondo) per quanto concerne la longevità. Il conteggio delle ore di gioco viene aumentato "artificialmente" con uno stratagemma già visto in passato, ossia con l'aumento progressivo del livello di potere richiesto di missione in missione. In questo modo, i giocatori meno preparati saranno costretti a fermarsi per "livellare" tra un incarico e il successivo, in modo da poter affrontare le missioni senza eccessive difficoltà.

    Un'impostazione che, in tutta onestà, non gradiamo particolarmente: il crescente aumento del livello di difficoltà è più che legittimo nel corso di una campagna, tuttavia non deve mai diventare l'unico mezzo per incrementare la longevità dell'esperienza. Ad ogni modo, giocando in squadra il peso dei livelli si sente relativamente poco, e forse la proposta è stata modellata proprio per offrire un invito alla cooperazione. Del resto già in passato i portavoce dello studio avevano stabilito che "l'amicizia è il miglior contenuto end-game di Destiny 2".

    Battute a parte, la struttura della campagna di Oltre la Luce non riserva grandi sorprese. Nel corso dell'avventura dovremo rintracciare ed eliminare gli aiutanti di Eramis (in totale tre scagnozzi tutto sommato ben caratterizzati a livello visivo) tramite il classico farming di nemici/eventi fino ad arrivare a lei, affrontare il nuovo assalto incluso nel DLC, esplorare Europa un po' dappertutto (facendo una capatina anche al Cosmodromo) e poi approfondire la nostra conoscenza della Stasi, entrando più e più volte in comunione con l'Oscurità per gustarci un corposo assaggio delle nuove classi.

    Piccola grande nota di merito: le due sequenze realizzate in stile "graphic novel" (quella d'apertura e quella dedicata alla storia dei Caduti) sono una vera gioia per gli occhi. In generale va sottolineato che tutto il comparto artistico e visivo si attesta su livelli molto soddisfacenti: Europa offre scorci suggestivi che alternano strutture fantascientifiche a spietate distese di ghiaccio, dove si resta incantati di fronte alla forza degli elementi.

    In poche parole, Oltre la Luce non riesce a staccarsi dagli schemi classici delle campagne di Destiny, nelle quali la lotta contro il nemico di turno e la crescita del nostro guardiano vanno di pari passo, con nuove abilità da sfoggiare e da padroneggiare. Tra i grandi assenti, come dicevamo in apertura, ci sono sono l'Ignota Exo (il suo "esserino volante" è totalmente sparito dai radar), Eris Morn e il Ramingo. Quando venne pubblicato il trailer di lancio di Oltre la Luce con il trio in bella vista, infatti, tutti pensammo che questi personaggi avrebbero avuto un ruolo cruciale nella storia dell'espansione, ma così non è stato.

    Se non altro l'Ignota si ritaglia un suo spazio come guida alla scoperta della Stasi, ma gli altri sono semplicemente delle comparse con appena un paio di linee di dialogo. Dal canto nostro, avremmo gradito anche solo una missione a testa, giusto per contestualizzare meglio la presenza di Eris e del Ramingo sulla gelida luna gioviana. Una grande occasione persa vista l'importanza rivestita da questi due personaggi nel quadro della lore di Destiny.

    Cercando di tirare le somme, quindi, come possiamo valutare in concreto l'offerta di Oltre la Luce? A nostro avviso, non si tratta di una brutta campagna in senso stretto, ma si poteva certamente fare qualcosa in più: gli eventi scorrono bene, gli spunti per approfondire la propria conoscenza dell'universo del titolo vengono sicuramente offerti, l'occhio ha la sua parte, tuttavia è difficile ritenersi pienamente soddisfatti. Il mancato coinvolgimento di Eris e del Ramingo, l'assenza di particolari guizzi ludonarrativi e il peso del farming nel bilancio della longevità impediscono a Beyond di Light di aggiudicarsi un posto tra i migliori contenuti aggiuntivi prodotti da Bungie, al fianco di espansioni come Il Re dei Corrotti e I Rinnegati.

    Certo, rispetto a Ombre dal Profondo c'è stato un miglioramento, ma si poteva fare un ulteriore passo in avanti, osare un po' di più, magari piazzando un altro paio di missioni d'impatto. Se sul fronte della narrazione Bungie ha tenuto il freno a mano tirato, ciò non si può dire per quanto riguarda tutto ciò che ci viene raccontato oltre i confini del gioco, ossia nei trionfi dedicati a Eramis e al suo Casato della Salvezza, all'oscura timeline dell'Ignota o ancora ad Eris Morn e alla Stasi, senza dimenticare i magistrali diari di Clovis Bray, ricchissimi di informazioni sugli Exo e sull'Età dell'Oro.

    Oltre la Luce sembra quindi gettare le basi per qualcosa di grandioso (basti pensare alla discesa in campo di Xivu Arath e del Corvo nella Stagione della Caccia), tuttavia la sua campagna rischia di essere dimenticata rapidamente, in quanto incapace di imporsi come una delle più brillanti della saga.

    Che voto dai a: Destiny 2 Oltre la Luce

    Media Voto Utenti
    Voti: 40
    7.5
    nd