Recensione Dragon Ball Advanced Adventure

Riscopri le prime avventure di Goku alla ricerca delle sette Sfere

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Gba
  • Dopo tanti anni...

    Dopo tonnellate di titoli dedicati Dragon Ball Z, finalmente qualcuno ha pensato di realizzare un gioco basato sulla prima mitica serie delle avventure di Goku.
    Dragon Ball Advanced Adventure è il gioco che milioni di appassionati aspettavano dai tempi del Super Nes, e che a dire il vero avrebbero anche osato chiedere se non avessero saputo che le loro richieste sarebbero state vane.
    In ogni caso, dopo anni di speranze, finalmente i sogni degli utenti ormai trentenni sono stati realizzati: come sarà andata?

    La via della forza

    Dragon Ball è una serie che non ha certo bisogno di presentazioni. Come già anticipato qualche riga più in alto, questo gioco prende in esame le vicende del fumetto quando Goku era ancora un bambino, ma se questa non fosse già di per sè una bella notizia, la novità più grande è che finalmente non si tratta di un semplice picchiaduro ad incontri, ma di un frenetico actionplatform!
    La struttura di gioco è la classica di questo genere: inquadratura laterale, qualche piattaforma e decine di nemici che ci sbarrano la strada. Controllando Goku dobbiamo portare a termine i livelli procedendo nella maggior parte dei casi da sinistra verso destra, combattendo l’esercito del Red Ribbon che vuole impossessarsi delle sfere del drago, fino ad arrivare all’immancabile boss di fine livello. Gli scontri con questi particolari “capi area” si possono svolgere in due modi differenti a seconda della situazione: con i controlli di base che si utilizzano durante il gioco o con un sistema di comando più adatto ad un picchiaduro ad incontri.
    La sezione in stile “street Fighter” è disponibile anche come gioco bonus da selezionare dal menù di avvio e si tratta comunque di una fase molto carina e ben curata (è addirittura possibile giocare contro un amico che possiede un’altra copia del gioco). Inizialmente sono disponibili solo 4 personaggi, ma è possibile sbloccarne giocando con le altre modalità.
    Tornando alla modalità storia, in alcuni livelli è anche possibile ingaggiare divertenti inseguimenti a bordo della Nuvola Kinto (speedy in Italia), che rimangono fondamentalmente uguali alle altre, se non per l’aggiunta di potersi spostare in ogni direzione anche senza saltare.

    Dal cartone al videogioco

    La grafica di DBA è incredibilmente curata. Le vignette che compaiono durante i dialoghi sono prese direttamente dal fumetto, mentre le animazioni degli sprite sono assolutamente splendide! Certo, gli intermezzi sono ridotti davvero all’osso, risultando del tutto accessori e insoddisfacenti per chi per caso non conoscesse la storia, mentre durante le sezioni di gioco, i movimenti e le espressioni dei personaggi sono rese benissimo nonostante le loro ridotte dimensioni. Purtroppo l'intelligenza degli avversari, tra l'altro poco vari, è di livello molto basso. Vi troverete ad affrontare quasi per tutto il gioco gli stessi “dieci” nemici, fatta eccezione per i Boss, che sono in alcuni casi di dimensioni davvero considerevoli.
    I fondali si rifanno naturalmente alle ambientazioni dell’ANIME originale, con una buona caratterizzazione delle locazioni, anche se un po’ ripetitivi in generale.
    Per finire il comparto tecnico: troviamo alti e bassi anche in questa situazione. Le musiche sono carine e gradevoli, anche se non eccezionali, mentre ottimi sono gli effetti sonori che riportano i suoni e le voci dei personaggi della TV.

    Dragon Ball Advanced Adventure Dragon Ball Advanced AdventureVersione Analizzata Gameboy AdvanceIn generale questo dragon ball advance adventure è un ottimo prodotto. Non supera livelli di eccellenza in nessun campo, ma riesce a mantenersi su livelli di divertimento più che dignitosi, soprattutto per gli appassionati della serie. Per una volta niente super Sayan, a vantaggio di un po’ di freschezza in un gameplay un po’ datato e ripetitivo che nonostante tutto si sposa perfettamente con il soggetto del gioco. La longevità è garantita dalla sezione picchiaduro che può essere giocata con un amico e la possibilità di terminare il gioco una seconda volta utilizzando Crilin, che possiede un set di mosse tutto nuovo rispetto a Goku e potrà accedere ad aree prima irraggiungibili per recuperare oggetti che si vanno ad aggiungere alla galleria di items collezionabili. Come spesso accade, un gioco carino, che senza la licenza del cartone animato forse non avrebbe lo stesso fascino, ma che risulta sopra la media dei tie-in di questo genere. Con un pizzico di cura in più, sarebbe potuto diventare un autentico must-have, obbiettivo che sfiora per un pelo, e nonostante questo resta un acquisto davvero obbligatorio per i fans della serie.

    8

    Che voto dai a: Dragon Ball Advanced Adventure

    Media Voto Utenti
    Voti: 15
    7.1
    nd