Recensione Dragon Ball Z: Supersonic Warriors

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Dragon Ball Z: Supersonic Warriors - 1867

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Gba
  • Goku è tra noi

    Purtroppo, sin dalle origini del cartone animato e del manga, al crescere del successo di Goku e co., è corrisposto un insuccesso degli stessi in campo videoludico. Se si escludono uno o due titoli validi e qualche altro mediocre, siamo stati invasi da titoli indubbiamente scarsi qualitativamente e tecnicamente.
    Finora anche il GBA ha subito la stessa sorte, costrigendoci, nel caso volessimo per forza usare l'allegra combriccola ideata da Toriyama, a giocare due squallidi RPG, o, al limite, un gioco di combattimento davvero di pessima fattura.
    La Banpresto però ha deciso finalmente di dare un taglio a questo uso improprio di un simile marchio cercando di usare Goku, Vegeta e il resto della ciurma per dar vita ad un titolo che, una volta tanto, cerca di essere giocabile.

    È bello fare a botte

    Per l'occasione la Banpresto ha deciso di abbandonare il campo degli RPG per gettarsi su quello che forse è il tipo di gioco più adatto alla serie di Dragonball ossia il beat'm up. Preparatevi quindi a darvele di santa ragione con tutti i personaggi della serie.
    Il gioco riprende in pieno l'intera trama di Dragonball Z con tutti i protagonisti della serie; ma di questo parleremo dopo, per ora voglio puntualizzarmi sul sistema di combattimento ideato dalla Banpresto.
    Abbandonando combo, mosse e altre diavolerie varie, il gioco è stato ideato all'insegna della semplicità: A e B servono per gli attacchi deboli o forti, L serve per cambiare il combattente ed R sprigionerà la vostra energia. I movimenti, come è logico aspettarsi da un gioco di Dragonball, avvengono sia a terra, sia soprattutto in aria. Premendo il tasto su inizierete a volare e per scendere, a meno che il vostro avversario non voglia "gentilmente" darvi una mano a farlo, dovrete usare il controller in basso.

    Più veloce della luce

    Tutto questo potrebbe far apparire il gioco come semplice e casuale, ma non è così. Questa semplicità da vita ad azioni di gioco tanto rapide quanto precise; se vorrete prendere un avversario alle spalle mentre sta caricando un colpo, potrete farlo, dovrete semplicemente essere abbastanza veloci da evitare il suo attacco e posizionarvi dietro. La scelta tra colpo debole o forte non è puramente estetica, ma va ben ponderata. Si assiste, in certi momenti, a combattimenti simili a quelli della serie, in cui i due avversari si fronteggiano, colpendo e difendendosi con tale velocità che è impossibile vedere braccia e gambe.
    Inoltre, premendo due volte rapidamente nella stessa direzione, si otterrà uno scatto. Questo scattò è estremamente utile, permettendovi di allontanarvi dalla scena del combattimento per poi ripiombarvici.

    KAME - HAME - HAAAA

    Cosa sarebbe un gioco di Dragonball senza le onde di energia? E questo gioco non poteva essere da meno.
    Ogni attacco energetico è legato all'utilizzo del tasto R. Prima di riuscire a effettuare questo tipo di attacco però sarà necessario aver accumulato un buon quantitativo di energia; quest'ultima si può ottenere o assestando colpi sull'avversario o restando fermi mentre si preme il tasto R. Quest'ultimo modo, sebbene più rapido, vi lascia senza alcuna difesa.
    Praticamente, tenendo premuto il tasto R potremo decidere che tipo di attacco effettuare, quindi avremo una serie di piccole sfere energetiche qualora lo usassimo insieme al tasto A o delle sfere di energia più potenti se lo usiamo insieme al tasto B. Inoltre, vi sono gli attacchi speciali, che si differenziano da personaggio a personaggio, i quali si ottengono mediante la pressione contemporanea di R, A e B. Sebbene impieghino un po' di tempo a caricare, sono attacchi devastanti, e così vedremo la kame-hame-ha di Goku o il Kienzan di Crilin.
    Ci sono comunque due cose da specificare, ossia che, per essere effettuati gli attacchi necessitano di un'energia pari almeno al 50% (100% qualora volessimo sprigionare il colpo al massimo della forza), inoltre, il colpo cambia in base alla posizione del nemico rispetto a noi; così, se si trova alla nostra destra, potremo sparare una bella kame-hame-ha, mentre, qualora fosse sotto di noi, gli lanceremo una devastante sfera Genkidama.

    Che facciamo?

    Una volta alla schermata dei titoli, potremo scegliere tra sette diverse modalità, una per ogni sfera. Quindi, oltre alle configurazioni del gioco, avremo la modalità storia, challenge, multiplayer, sfida singola e training.
    Quasi tutte le modalità vi permetteranno di guadagnare dei punti, utilizzabili per ottenere nuovi personaggi, nuove opzioni o per potenziare i personaggi già acquisiti.
    Ogni personaggio sbloccato potrà essere usato nella modalità storia per vedere la storia stessa dal suo punto di vista.
    Proprio per questo motivo si vedranno delle piccole imprecisioni rispetto la storia originale; così, se Crilin che batte Majin Bu potrebbe essere accettato ai fini del gioco, Vegeta che diventa Super Sayan prima di Goku fa un po' storcere il naso. Ma sono comunque cose di poco conto. Le altre modalità permettono di affrontare il gioco con uno o più personaggi.

    Chi siamo e quanti siamo

    Mentre nella modalità storia potremo scegliere i personaggi al loro livello base, in tutte le altre modalità potremo decidere, previa acquisizione attraverso l'uso dei punti, a che livello usare il personaggio. Un personaggio di livello più alto non si riduce ad un semplice fattore estetico; oltre ad aumentarne la forza, né cambiano anche gli attacchi speciali, così se a livello 1 Goku dall'alto userà la sfera Genkidama, a livello 3, sempre dall'alto, effettuerà la sempre spettacolare kame-hame-ha con teletrasporto.
    Ogni modallità di gioco vi permetterà, preventivamente, se affrontare il gioco con un solo personaggio o con un massimo di tre, intercambiabili fra loro in qualsiasi momento della battaglia. Il numero e la qualità dei personaggi dipenderà dal loro livello. Quindi, scegliendo un personaggio di livello 3, al massimo, potremo trovarci un compagno di livello 1.
    Però in base agli attacchi speciali e alle caratteristiche tra i personaggi c'è un leggero dislivello, e così, per quanto ciò faccia apprezzare la cura per i dettagli, la capacità di rigenerarsi di Majin Bu o la durata limitata della fusion tra Goten e Trunks, fanno si che la scelta non sia proprio così ininfluente ai fini della difficoltà del gioco.

    Tecnicamente parlando...

    Il gioco si attesta su livelli medio-buoni. La grafica, per quanto non sia ricca di dettagli, svolge bene il suo compito, rendendo il gioco fluido in ogni situazione ed offrendo degli ottimi effetti di zoom-in e zoon-out in base alla distanza tra i due avversari.
    Menzione speciale va fatta agli attacchi speciali, spettacolari nella preparazione e nel loro risultato.
    Se le musiche non fanno gridare al miracolo, le voci digitazzate dei personaggi sono molto piacevoli da ascoltare.

    Commento

    Finalmente i fan di Dragon Ball hanno trovato pane per i loro denti. Se da principio il gioco appare facile e basilare, ad una analisi più approfondita si evince una profondità ed una giocabilità frenetica e divertente, ben adatta ai personaggi di Dragonball.
    Coloro che cercano un picchiaduro tecnico, con mosse e combo dalla difficile esecuzione, è meglio che guardino altrove.

    Che voto dai a: Dragon Ball Z Supersonic Warriors

    Media Voto Utenti
    Voti: 13
    6.5
    nd