Recensione Evolve - Hunting Season Pass e Monster Pack

Arrivano i primi due DLC per lo sparatutto asimmetrico di Turtle Rock Studio. Quattro nuovi cacciatori si preparano a lanciarsi su Shear, per combattere il gigantesco e temibile Colosso.

Evolve
Videorecensione
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Tommaso Tommaso "Todd" Montagnoli è un maniaco e devoto videogiocatore da più di vent'anni, feroce appassionato di RPG, strategici e tutto il resto. Le poche ore che non spende giocando le passa fra fumetti, cinema, brit rock e snowboard. Lo trovate su Facebook, Twitter e su MORLU TOTAL GAMING.

Ed eccoci qui, jetpack sulle spalle ed un gigantesco fucile fra le mani, pronti per tornare nella riserva di caccia più pericolosa della galassia. L’avventura di Evolve è cominciata lo scorso febbraio e dopo un paio di mesi passati a ripulire Shear dalla fauna “troppo cresciuta”, i ragazzi di Turtle Rock Studios hanno deciso di ampliare ulteriormente la nostra esperienza venatoria con un succoso DLC denominato Hunting Season Pass. Acquistando il pacchetto in questione ci ritroveremo per le mani un set aggiuntivo di quattro cacciatori (giocabili sin da subito) e per coloro che invece preferiscono la fazione “bestiale” c’è il Monster Pack, che contiene invece il temibile Colosso.
È chiaro che in uno sparatutto asimmetrico come Evolve i ruoli e la cooperazione sono fondamentali: l’aggiunta di nuovi personaggi apre quindi la via a tattiche inedite e promette di aumentare significativamente la profondità strategica di ogni match, garantendovi un sapore tutto nuovo già nella classica modalità caccia. Dal team di sviluppo artefice di Left 4 Dead non potevamo aspettarci niente di meno, soprattutto alla luce della già ottima connotazione del roster base, e, dopo lunghe e intensive sessioni, siamo felici di confermarvi le nostre previsioni.
Oltre ad una perfetta caratterizzazione estetica, sempre accattivante e particolareggiata, i nuovi cacciatori riescono a stupirci anche sul fronte del gameplay. Il rinnovato arsenale e le abilità che lo accompagnano si rivelano quasi sempre efficaci e divertenti, capaci di riscrivere in parte le dinamiche delle stesse classi base, spronandoci -come sempre- alla sperimentazione di nuove combinazioni e manovre. Per ultimo (ma non per questo meno importante) c’è il Colosso, un imponente gigante coperto di scaglie rocciose che, siamo sicuri, debutterà al primo posto della hitlist del vostro bestiario. Insomma c’è un bel po’ su cui discutere, quindi accompagnateci giù nella carlinga della nostra aeronave, perché c’è qualcuno che vorremmo farvi conoscere...

TORVALD

Vi presentiamo il nuovo membro della classe assalto: Torvald. Questo energumeno dai capelli rosso cremisi è caratterizzato da una lunga lista di impianti cibernetici e da uno sguardo piuttosto truce, e per fortuna il suo aspetto intimidatorio è direttamente proporzionale alla potenza di fuoco del suo arsenale. La sua arma base è lo shotgun automatico, che si rivela un vero portento negli scontri ravvicinati grazie a delle raffiche ben cadenzate che permettono comunque un buon controllo del fucile. C’è poi anche la granata Shrapnel, un intelligente congegno che una volta colpito il bersaglio ne evidenzia tutti i punti deboli, aumentando di fatto il vostro danno e quello dei compagni di squadra (indispensabile per le tattiche di accerchiamento). Se a questi aggiungiamo il cannone mortaio avremo un quadro completo delle potenzialità aggressive del nostro Torvald. Quest’ultimo gioiellino infatti è una versione più veloce e leggera del bombardamento usato dal supporto Hank. Selezionando una piccola area potremo tempestarla di proiettili detonanti, capaci di infliggere pesanti danni al malcapitato che oserà transitare lungo la nostra linea di tiro. Provate a pensare a quando un vostro compagno viene atterrato e sovrastato dalla bestia: avrete un comodo bersaglio immobile da poter colpire ripetutamente, costringendo il mostro alla fuga e salvando così il vostro collega. Chiaramente potremo far affidamento anche sul fedelissimo scudo, da conservare con parsimonia per gli scontri frontali. Torvald è un personaggio che non rivoluziona la sua classe, ma si presenta come una variante comunque ben riuscita ed estremamente aggressiva: una vera manna per chi predilige gli scontri faccia a faccia (a patto che portiate con voi un buon supporto).

SLIM

Fra le fila della classe medico spunta Slim, l’ex soldato con le sembianze di un insetto: i suoi occhi sono quelli di una mosca e il rombo del jetpack è sostituito dal ronzio delle sue ali. La sua opzione d’attacco è costituita dal fucile sanguisuga, capace di sparare otto colpi a frammentazione che, oltre a infliggere un buon danno dalla media distanza, ricaricheranno la vostra indispensabile abilità curativa, dal raggio d’azione più ampio rispetto agli altri medici. Oltre a questo, Slim può supportare la squadra ricoprendo una vasta area con la sua nube di spore che, pur non arrecando alcun danno alla preda, gli impedisce di utilizzare il suo fiuto, garantendovi un grande vantaggio negli scontri ravvicinati. L’ultimo asso nella manica del nostro insetto è il drone curatore, un piccolo robot volante che potrete agganciare a uno qualsiasi dei vostri compagni, curandolo costantemente e rianimandolo all’occorrenza (senza quindi preoccuparvi di tenergli costantemente gli occhi addosso). Slim è un medico che vi spingerà ad uno stile di gioco particolare e più ravvicinato (esattamente l’opposto di Val), che se da un lato vi esporrà maggiormente agli assalti della bestia, dall’altro vi permetterà di curare più agevolmente il vostro team senza correre troppi rischi.

SUNNY

La piccola Sunny è il nuovo supporto: simpatica e irrimediabilmente ottimista, saprà apportare alla vostra squadra un importante beneficio tattico. La sua dotazione principale prevede un lanciagranate dotato di micro testate atomiche, che vi regalerà uno splash damage devastante, controbilanciato purtroppo da lunghi tempi di ricarica e da una gestione della mira piuttosto difficile da padroneggiare. Sunny potrà inoltre rendere invisibili i suoi compagni, ma il vero punto di forza di questo personaggio è il drone-scudo. Sganciando infatti questo vitale gadget nel campo di battaglia, potremo proteggere automaticamente un cacciatore nel suo raggio d’azione (esattamente come lo scudo di Hank), ma questa volta avremo le mani libere per imbracciare il nostro lanciagranate e partecipare attivamente all’assalto. In ultima istanza ci sarebbe anche il Potenziatore di jetpack, un fucile che può agganciare un bersaglio alleato fornendo maggior velocità e durata ai suoi balzi. Fatta eccezione per qualche raro caso di salvataggio, quest’ultimo oggetto ci è sembrato spesso inefficace, e addirittura inutile durante gli scontri caotici di fine match. Il supporto è una classe estremamente importante per l’economia del party e a conti fatti la nuova arrivata è forse la meno riuscita fra le scelte disponibili. Sicuramente in una squadra ben affiatata il binomio drone-scudo e lanciagranate può rivelarsi fondamentale, ma vista la concorrenza di un Hank o di un Bucket abbiamo i nostri dubbi che sceglierete Sunny come vostra “ultima difesa”.

CROW

Anche la classe dei Trapper si allarga con il misterioso Crow: un eremita che conosce il pianeta di Shear come le sue tasche, un cacciatore preciso e letale. L’abilità più importante a sua disposizione è lo scouting dell’area mediante Gobi, il suo personale Mantastrello addomesticato. Questo simpatico animaletto è un mix fra un rapace e un pipistrello e, grazie alla sua ronda, ci permetterà di analizzare continuamente una buona porzione di mappa da noi designata, evidenziandone i pericoli e all’occasione fiutando la bestia. Il volatile si è rivelato utile soprattutto nelle prime fasi della caccia, dove per braccare velocemente il giocatore avversario è necessario coprire grandi spazi: in tal caso è stato spontaneo mandare il nostro Gobi in una direzione per poi buttarsi nell’altra. Anche in questo caso ritroviamo la Cupola intrappolante, ma ben più importate è il fucile-stasi, che vi permetterà di rallentare il mostro per mantenere un controllo maggiore sul campo di battaglia. Crow è inoltre munito di un Long Rifle che, oltre alla normale modalità di fuoco primario, potrà avvalersi di un forte colpo caricato, che ignora direttamente la corazza del mostro. Anche i Trapper avranno quindi di che divertirsi, poiché con la giusta conoscenza delle mappe diventeranno un vero fastidio per i nostri avversari ferini.

COLOSSO

Il Colosso (Behemoth) irrompe in scena con il nuovo Monster Pack: una minaccia completamente diversa che darà del filo da torcere anche ai cacciatori più esperti di Shear. Oltre alle classiche abilità di routine e sopravvivenza questo immenso bestione vanta un set di abilità davvero particolare. Oltre alla sua innata resistenza e all’abilità di scalare praticamente ogni superficie, il Colosso può trasformarsi (letteralmente) in una gigantesca pietra rotolante e questa abilità sostituisce quella più naturale del salto, riuscendo comunque a bilanciare la goffaggine dovuta alla stazza del mostro. Ogni qualvolta saremo messi alle strette potremo appallottolarci su noi stessi, defilandoci in fretta verso un rifugio, e, vista anche l’inarrestabilità di questa forma, sarà naturale caricare i cacciatori schiacciandoli con facilità. Una funzione molto comoda del Colosso è quella della lingua prensile, un’abilità molto intuitiva ma efficace, che trascina istantaneamente dinnanzi a noi ogni tipo di preda e, nel caso dei cacciatori, ci permetterà di separarli dal gruppo. Gli attacchi a distanza sono costituiti principalmente dalle Bombe di Lava, proiettili di ceneri ardenti che possono colpire anche a grandi distanze e che, una volta esplosi, lasciano uno strato di lava incandescente al suolo. La nostra abilità preferita resta comunque “Fenditura”, che permette di scuotere il terreno generando una veloce ondata di lava bollente che si propaga in linea retta, sbaragliando le fila dei cacciatori, soprattutto se questi sono ben allineati. Per ultima troviamo anche l’abilità muro di roccia, che interpone una grossa e impenetrabile barriera fra noi e qualunque predatore intenzionato a farci la festa. Una risorsa difensiva utilissima nelle situazioni disperate, o addirittura offensiva in quei casi ove sarà opportuno dividere i nostri inseguitori. Il Colosso è dunque un tipo mostro che dà il suo meglio nei lunghi e stretti corridoi, ma che soffre della sua lentezza nelle aree troppo aperte. Ad ogni modo è da considerarsi un esperimento ben riuscito e piacevole da giocare che ha le carte in regola per sconfiggere anche il più affiatato team di cacciatori.

Evolve Evolve si arricchisce con quattro nuovi personaggi più un mostro inedito e il risultato è davvero notevole. I ragazzi di Turtle Rock Studio dimostrano ancora una volta la loro dedizione per il bilanciamento dei ruoli, che lascia intatto il sottile equilibrio di fondo ma riesce ad aggiungere una nuova profondità strategica alla loro ultima produzione. I cacciatori sono ben assortiti e convincenti, con qualche piccolo difetto che non intacca minimamente il risultato generale del pacchetto, mentre il nuovo mostro ci ha subito convinto con il suo concept diverso dagli altri ma pur sempre divertente. C’è però un problema non di poco conto in questi due DLC: il prezzo. L’Hunting Season pass è acquistabile alla cifra di 22,99€ mentre sono 14,99€ per la controparte ferina del Monster Pack: tralasciando l’assenza di nuove modalità, ci sembra un compenso troppo alto nonostante l’indiscutibile valore ludico. Questa scelta potrebbe essere uno scoglio non indifferente per i giocatori più casual del titolo; inutile dire che per tutti gli altri cacciatori già soddisfatti l’offerta principale di Evolve, questi contenuti sono di fatto imprescindibili per restare aggiornati. Nella speranza, ovviamente, che i tempi di matchmaking vengano un po' ridotti dalle prossime patch.

7

Che voto dai a: Evolve

Media Voto Utenti
Voti: 30
6.4
nd