Fall Guys Ultimate Knockout Recensione: i campioni della corona

Fall Guys Ultimate Knockout è arrivato in regalo per tutti gli abbonati al PlayStation Plus, ma anche su Steam sta macinando numeri da record.

recensione Fall Guys Ultimate Knockout Recensione: i campioni della corona
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Nonostante siano ormai spariti dai radar, programmi televisivi come il mitico Takeshi's Castle (conosciuto ai meno giovani come Mai Dire Banzai e commentato dalla Gialappa's Band) e Wipeout sono rimasti nel cuore di numerosi appassionati, che ancora oggi ricordano le esilaranti cadute e le situazioni al limite del surreale che catturavano gli spettatori episodio dopo episodio. A prendere spunto da questo format televisivo è Fall Guys: Ultimate Knockout, l'ultima fatica di Mediatonic che basa il proprio gameplay sulla volontà di riproporre in salsa videoludica gli show in questione e che, stando al successo riscosso negli ultimi giorni, sembra che lo abbia fatto discretamente bene.

    Ready, set, go!

    Il funzionamento di una partita di Fall Guys è davvero semplice: si inizia con un match da 60 giocatori nel quale a qualificarsi è circa il 70% dei partecipanti e si prosegue così, sfida dopo sfida, fino ad arrivare ad un mini-gioco finale che vede scontrarsi solo una manciata di concorrenti.

    Descritto in questo modo, FallGuys potrebbe quasi sembrare un generico e anonimo titolo sportivo, ma vi assicuriamo che non è così: immaginate se a gareggiare per il primo posto siano degli enormi fagioli panciuti (gli stessi sviluppatori hanno confermato che ogni "tizio che cade" è alto più o meno 180 centimetri) dalle movenze incredibilmente goffe, in grado di strattonarsi emettendo strani versi e di tuffarsi per evitare rovinose cadute all'ultimo secondo, volutamente esagerate grazie alla particolare fisica di gioco.

    A questo scoppiettante mix aggiungete anche una grafica molto pulita, colorata, semplice ma al tempo stesso funzionale e il risultato è una sorta di battle royale in cui ci si dà battaglia a suon di salti e spintoni.

    A fare da sfondo alle gare troviamo una miriade di arene tutte caratterizzate dalla presenza di colori accesi, facilmente leggibili e con elementi che ricordano quelli di un parco giochi per bambini. Dopotutto tra i membri del team che si sono occupati del level design troviamo anche una ex designer di attrazioni per parchi a tema, che ha tratto vantaggio dalla sua esperienza lavorativa per conferire agli stage di Fall Guys una cura per il dettaglio eccezionale.

    Meglio soli...

    Il semplice gameplay di Fall Guys, che ruota tutto intorno a soli tre tasti, si combina perfettamente con tutti e 24 i mini-giochi disponibili al lancio, suddivisi in diverse categorie: troviamo quelli disponibili solo per gli stage finali, quelli a squadre, quelli di sopravvivenza e i classici percorsi ad ostacoli che riescono sempre a mietere vittime e a dare vita a situazioni caotiche e spassose.

    In linea di massima ognuna delle sfide proposte riesce a divertire, ma non possiamo certo ritenerci soddisfatti del tutto dal loro bilanciamento, dal momento che ci si rende presto conto che il numero di utenti squalificati è elevatissimo per alcuni giochi (Slime Climb su tutti) e troppo basso per altri (vedi Block Party e Perfect Match). A sottolineare questo sbilanciamento è la diversa durata complessiva delle partite che si basa sulla selezione delle sfide effettuata randomicamente dal sistema: i round in cui si gareggia nei mini-giochi più semplici hanno infatti scarsa rilevanza per via dell'esiguo numero di giocatori eliminati e dilatano inutilmente la durata di una gara per aggiudicarsi una Corona.

    Il vero tallone d'Achille del titolo Mediatonic sono però i giochi di squadra: a meno che non stiate giocando in gruppo con i vostri amici e possiate coordinarvi con loro, molti di questi mini-giochi rischiano di diventare frustranti e basati sulla fortuna, dal momento che non capita poi così di rado di ritrovarsi in partite le cui squadre hanno un numero di giocatori diverso. Comprendiamo perfettamente che il fattore fortuna debba essere inserito in un contesto del genere per consentire davvero a tutti di avere il proprio momento di gloria, ma avremmo preferito la possibilità di decidere se inserire o meno le competizioni di squadra tra i match di qualificazione.

    Sia chiaro, questo discorso non coinvolge tutti i mini-giochi di questo tipo e in molti di questi ci si diverte senza problemi poiché anche l'abilità del singolo può ribaltare le sorti della partita, ma in altri casi regna il caos e tutto ciò che si può fare è attendere che il timer raggiunga lo zero sperando di non essere i prossimi eliminati.

    Cadere con stile

    I simpatici protagonisti non devono necessariamente correre per i percorsi come mamma li ha fatti ed è possibile personalizzarli con una gran quantità di colori, fantasie e costumi che si possono sbloccare o scalando gratuitamente i 40 livelli del pass stagionale o spendendo le valute accumulate giocando: i Kudos e le Corone. I primi si possono ottenere in quantità più o meno importanti in base al posizionamento in partita, le seconde sono invece preziosi gettoni che vengono assegnati ad ogni vittoria.

    Riempire il proprio portafoglio virtuale di Kudos è un gioco da ragazzi (chi vuole può anche acquistarli nello store) e spendendoli si possono collezionare gli oggetti meno rari del negozio. Paradossalmente, quindi, le skin più preziose come quella ispirata a Jacket di Hotline Miami sono relegate alle Corone e possono essere sfoggiate solo ed esclusivamente dai giocatori con un certo numero di vittorie alle spalle.

    Per quanto idealmente perfetto, questo sistema potrebbe non rivelarsi poi così efficace in futuro, specialmente se consideriamo che al momento non vi è alcun bisogno di ricorrere alle microtransazioni, qualora non si prendano in considerazione gli unici due bundle comprendenti ciascuno tre skin esclusive e non acquistabili nel negozio.

    Una simile strategia, sul lungo termine, potrebbe infatti impedire al team di sviluppo di incassare abbastanza da supportare il prodotto con nuove stagioni e i contenuti necessari a tenerlo in vita, tra l'altro già confermati. Per come è strutturato il gioco si intuisce, infatti, che anche i prossimi Season Pass saranno gratuiti o acquistabili tramite Kudos (a meno che non venga introdotta una terza valuta legata esclusivamente alle microtransazioni), lasciando quindi ai giocatori più pazienti la possibilità di acquistare qualsiasi tipo di contenuto futuro.

    Conseguenze di un successo inaspettato

    In questa prima settimana dall'uscita i server di gioco sono stati più tempo offline che online ma riteniamo sia ingiusto incolpare gli sviluppatori di questi problemi. Vi ricordiamo infatti che quello di Mediatonic è un team dalle dimensioni ridotte e che, cosa ancor più importante, per quanto fosse sicuro del proprio progetto non aveva la più pallida idea che potesse raggiungere un pubblico tanto ampio da balzare in cima alle classifiche di vendita (Fall Guys ha addirittura superato GTA V su Steam).

    Al netto dei problemi di connessione riscontrati negli ultimi giorni, il gioco non soffre di grosse problematiche dal punto di vista tecnico e a darne conferma sono i numerosi weekend di Closed Beta ai quali abbiamo preso parte sia su PS4 che su PC nelle settimane che hanno preceduto l'uscita, tutti privi di problemi anche lontanamente simili a quanto sta accadendo nelle ultime ore.

    TrofeiNon capita spesso che i titoli venduti a prezzo budget sul PlayStation Store includano anche un Trofeo di Platino e Fall Guys è una di queste eccezioni. Riuscire a collezionare tutti i Trofei sarebbe un'impresa alla portata di tutti se non fosse per un solo ed unico obiettivo che impedirà a molti di ottenere il tanto ambito Platino: Infallibile. Questo difficilissimo Trofeo d'Oro richiede di vincere ben cinque partite di fila e occorre quindi avere tanta fortuna oltre a dei riflessi fulminei per poterlo sbloccare. Nel corso delle nostre numerose partite, infatti, non siamo mai riusciti a superare le tre vittorie consecutive.

    Ciò non significa che il gioco sia perfetto, anzi, e le speranze sono che il team possa il prima possibile risolvere una volta per tutte il problema di sovraffollamento dei server per concentrarsi sull'integrazione di nuove funzionalità, sulla risoluzione di problemi noti (su tutti la gestione della telecamera in prossimità di muri e ostacoli) e sullo sviluppo di contenuti inediti. Tra le più gravi mancanze di un gioco di questo tipo non possiamo non citare la pagina relativa a statistiche e classifiche, dal momento che ad oggi non esiste alcun modo di conoscere dati rilevanti come il numero di vittorie o informazioni più stupide come il quantitativo di giocatori spintonati e il tempo trascorso "in volo".

    Un'altra funzionalità che potrebbe dare maggior forza al gioco su Twitch è un'integrazione con la piattaforma, così che gli streamer possano giocare con i propri spettatori tramite un semplice click, un po' come avvenuto nell'Open Beta di Hyper Scape. C'è quindi abbastanza lavoro da fare per rifinire il prodotto e renderlo più completo, ma siamo fiduciosi del fatto che Mediatonic riuscirà a colmare questi vuoti nelle prossime settimane.

    Nulla da eccepire per quello che riguarda il comparto tecnico, la cui semplicità ha permesso al team di sviluppo di creare un prodotto fluido e piacevole da vedere tanto su PlayStation 4 quanto su PC, dove riesce a girare più che bene anche su macchine dalle prestazioni non eccezionali.

    Fall Guys Ultimate Knockout Fall Guys Ultimate KnockoutVersione Analizzata PlayStation 4Fall Guys è il classico gioco che non ti aspetti e che arriva per riempire le giornate in un periodo davvero vuoto dal punto di vista videoludico. Al netto di alcuni piccoli difetti che possono essere limati senza particolari problemi da parte del piccolo team di sviluppo, allo stato attuale il gioco rappresenta la base perfetta per una sorta di piattaforma che potrà essere espansa negli anni a venire con mini-giochi sempre più folli e costumi frutto di collaborazioni che coinvolgono brand famosi (a tal proposito c’è già chi si sta facendo avanti). Certo, a meno che non possiate scaricarlo gratis con il PlayStation Plus il prezzo del biglietto è sicuramente elevato, ma quei 19,99 euro possono essere considerati un investimento per il futuro, un po’ come accade solitamente con i game as a service. Del resto un titolo che sta godendo di una popolarità del genere, nel caso in cui non dovesse subire una brusca battuta d’arresto, non potrà che essere supportato costantemente nei prossimi mesi e se sarà attenzionato nel modo giusto, potremmo ritrovarci di fronte a qualcosa di diverso rispetto alla solita meteora.

    8.2

    Che voto dai a: Fall Guys Ultimate Knockout

    Media Voto Utenti
    Voti: 90
    7.8
    nd