PSVR

Five Nights At Freddy's VR Help Wanted Recensione: paura in Realtà Virtuale

Five Nights At Freddy's debutta su PS VR con Help Wanted, il capitolo più terrificante della serie: gli animatronic non sono mai stati così inquietanti.

recensione Five Nights At Freddy's VR Help Wanted Recensione: paura in Realtà Virtuale
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Non sorprende che survival horror e puzzle game abbiano scoperto una seconda giovinezza grazie alla Realtà Virtuale. L'immersività tipica dei visori VR amplifica gli effetti ansiogeni e l'efficacia dei jumpscare, mentre i controlli di movimento consentono un grado di interazione con lo scenario potenzialmente senza limiti. Gli ingredienti principali di questi due generi li ritroviamo in Five Nights at Freddy's, la famosa serie horror indipendente di Scott Cawthon con protagonisti gli inquietanti animatronic, giganteschi pupazzi meccanici pronti a fare a pezzi il giocatore alla prima occasione utile. Dopo il successo riscosso dal franchise Steel Wool Studios ha deciso di pubblicare una nuova iterazione progettata esclusivamente per PlayStation VR, sfruttando le potenzialità della tecnologia per offrire un'esperienza di gioco ancora più terrificante. Stiamo parlando di Five Nights at Freddy's VR: Help Wanted, una via di mezzo tra una riedizione VR e una "collection allargata" che include diversi minigiochi inediti. Senza troppi giri di parole, quello che ci siamo trovati di fronte è il capitolo di Five Nights at Freddy's più spaventoso e coinvolgente di sempre, nonché il più ricco in termini di contenuti.

    Animatronic in scala 1:1

    La modalità principale di Help Wanted ci vede rivivere gli eventi di Five Nights at Freddy's 1, 2, 3 e 4, naturalmente con tutti i benefici che la Realtà Virtuale può apportare in termini di immersione. L'avventura è ambientata nel ristorante Freddy Fazbear's Pizza, locale famoso per i suoi spettacoli a base di pupazzi animatronici. Il giocatore interpreta una guardia notturna bloccata in una stanza di sorveglianza, da dove è possibile controllare diverse telecamere a circuito chiuso per monitorare le varie zone dell'edificio. Quello che all'apparenza sembra un tranquillo impiego di routine, tuttavia, si trasformerà presto nel peggiore degli incubi. A seguito di un malfunzionamento tecnico gli animatronic del locale inizieranno a camminare a piede libero durante la notte, uccidendo chiunque intralci il loro cammino. Il nostro obiettivo sarà quello di sopravvivere fino all'alba, entro la fine del turno, sfruttando il sistema di sorveglianza e le porte metalliche per metterci al sicuro.

    La vera sfida consisterà nel gestire le risorse energetiche del ristorante, dato che i sistemi di sicurezza tenderanno a consumare molto in fretta l'elettricità residua del gruppo di continuità a nostra disposizione. Sbarrare da subito le porte apparirà come il primo gesto istintivo da compiere, ma facendolo finiremo solo per consumare prematuramente tutta l'elettricità, andando incontro a morte certa non appena i pupazzi killer avranno raggiunto il gabbiotto di sorveglianza. D'altro canto fare eccessiva economia potrebbe rivelarsi comunque fatale, in particolare se si decide di spegnere le luci rimanendo in completa balia del pericolo. Sopravvivere, insomma, sarà tutta questione di fare le scelte giuste nel momento giusto, mantenendo i nervi saldi all'interno di un ambiente ostile e a dir poco inquietante.

    Sensazioni che Help Wanted riesce a esasperare proprio grazie a PlayStation VR, soprattutto quando ci si ritrova faccia a faccia con gli enormi animatronic: uno di quegli incontri ravvicinati che farà balzare dalla sedia anche il più impassibile dei giocatori. Da questo punto di vista il senso di scala 1:1 garantito dalla Realtà Virtuale si rivela un grande valore aggiunto, trasmettendo l'impressione di trovarsi a tu per tu con dei "giocattoli assassini" dalle proporzioni spaventosamente imponenti. Se già avete utilizzato il visore Sony con qualche gioco horror saprete esattamente di cosa stiamo parlando: un'esperienza che a tratti può risultare davvero estrema, capace di mettere a dura prova chiunque. È proprio per questo che Five Nights at Freddy's assume la sua forma migliore in VR, presentandosi come il capitolo di gran lunga più terrificante del lotto.

    Horror da rompicapo

    Oltre a includere tutte le avventure principali della serie, Five Nights at Freddy's VR: Help Wanted comprende una serie di

    minigiochi orientati al puzzle solving, alcuni dei quali completamente inediti. In uno dei minigame classici saremo chiamati a riparare i pupazzi animatronici con la massima attenzione: una mossa sbagliata, come far scoppiare la scatola dei fusibili nella cavità toracica di Foxy, e il giocatore andrà incontro a una morte cruenta. In una delle attività esclusive di Help Wanted dovremo ripristinare dei condotti di ventilazione interagendo con pulsanti, leve e valvole mentre un feroce animatronic striscia nei cunicoli circostanti, pronto a sbucare fuori all'improvviso. Per evitare una fine prematura bisogna puntare un fascio di luce nella direzione da cui proviene il nemico, intuibile ascoltando il rumore dei suoi movimenti. Nel minigioco delle camere oscure, forse uno dei più spaventosi e divertenti in assoluto, bisogna ascoltare delle cassette audio nel buio più completo, per poi illuminare con la torcia elettrica l'animatronic che si sta avvicinando, aiutandosi con gli indizi contenuti nella registrazione. Per rendere le cose più difficili e inquietanti, naturalmente, le batterie della torcia tenderanno a esaurirsi abbastanza in fretta, costringendo il giocatore a rimanere avvolto dalle tenebre fino a quando non le avrà ricaricate.

    Controlli da Urlo

    Steel Wool Studios ha fatto un ottimo lavoro nell'adattare le meccaniche di Five Nights at Freddy's al linguaggio della Realtà Virtuale. Invece di fare clic con il mouse per accendere le luci del corridoio, chiudere le porte metalliche o passare da una telecamera di sorveglianza all'altra, il giocatore dovrà allungarsi fisicamente verso i pulsanti a sfioramento presenti attorno a lui. Se avete bisogno di indossare la vecchia Freddy Fazbear Head per mimetizzarvi e allontanare le minacce, vi basterà semplicemente prendere la maschera. Se i sistemi di sicurezza hanno bisogno di un riavvio, non vi resta che dare una sbirciatina a sinistra e far partire il processo. L'interfaccia è lì davanti a voi, nascosta alla perfezione negli oggetti interattivi che vi circondano.

    Anche se Help Wanted può essere giocato con il DualShock 4, rimane caldamente consigliato l'utilizzo di due PlayStation Move, in modo da utilizzare entrambe le mani e interagire in modo più naturale con lo scenario.

    Parlando di longevità e contenuti, il gioco incoraggia a rivisitare i livelli per cercare le monete nascoste (con cui acquistare varie cianfrusaglie) e i nastri audio (che permettono di scoprire alcuni segreti che non vogliamo anticiparvi) disseminati negli stage. È inoltre possibile sbloccare varianti in modalità hard che distorcono la grafica e aggiungono complicazioni per aumentare il livello di sfida, incrementando al tempo stesso il fattore rigiocabilità.

    Con tutto quello che ha da offrire, Five Nights in Freddy's VR: Help Wanted è uno di quei giochi che vi terrà impegnati per diversi giorni, e che vorrete far provare agli amici per vederli in preda ad un sincero terrore. Si tratta insomma di una raccolta ricchissima sul piano dell'offerta ludica, una sorta di compendio integrale della saga: se siete in possesso di PlayStation VR e non avete mai varcato la soglia del ristorante Freddy Fazbear's Pizza, non esiste occasione migliore per farlo.

    Five Nights At Freddy's VR Help Wanted Five Nights At Freddy's VR Help WantedVersione Analizzata Playstation 4Oltre a essere spaventosamente denso in termini di contenuti, Help Wanted è anche l'episodio più terrificante e ansiogeno della saga horror creata da Scott Cawthon. Steel Wool Studios ha fatto un ottimo lavoro nell'adattare atmosfere e controlli originali al linguaggio della Realtà Virtuale, offrendo un'esperienza che non esitiamo a definire avvolgente ed estrema. Il titolo non è soltanto una grande occasione per scoprire le origini di una serie-culto, cercando di capire le ragioni del suo successo: è anche un gioco che ribadisce le doti della VR, potenzialmente in grado di ridare vigore a molti generi. Help Wanted è un titolo prezioso, la definitiva consacrazione di un brand nato "dal basso", come una produzione indipendente, e presto diventato imperdibile per tutti gli amanti dell'horror.

    8.2

    Quanto attendi: Five Nights At Freddy's VR Help Wanted

    Hype
    Hype totali: 13
    57%
    nd