Recensione Fur Fighters

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Fur Fighters - 5293

Articolo a cura di

Cos'è Fur Fighters? Immaginatevi un paesino in riva al mare abitato da tanti piccoli animaletti pelosi, ognuno con la propria famiglia. Questi simpatici animaletti sono ex combattenti che dopo aver sconfitto il cattivissimo generale Viggo si sono ritirati, dedicandosi al meritato riposo. Immaginate ora che il generale Viggo si sia irritato parecchio per la cocente sconfitta e abbia deciso di catturare tutti i figli dei Fur Fighters per vendicarsi. Se avete chiaro in mente questa immagine potete capre che i nostri amici pelosi decisero di riprendere in mano le armi e liberare tutti i loro figli. Quindi se vedete sei animaletti dall'aspetto buffo, armati di mitra e fucili vari....stategli lontano!

Grafica

Non lo so, forse ultimamente ho subito troppo la bellezza grafica di giochi come Virtua Tennis, ma Fur Fighters da questo punto di vista non mi soddisfa pienamente. I personaggi sono molto dettagliati e animati discretamente, i paesaggi sono molto puliti, privi di difetti grafici. Le texture che li ricoprono sono "piatte" e risaltano particolarmente i colori vivaci rendendo più luminosa l'area di giocoi. La fluidità è elevata, non ho trovato alcun tipo di rallentameno e questo senza impiegare quella fastidiosa nebbiolina sullo sfondo(a dire la verità è presente, ma in quantità talmente esigua che non ci si fa quasi caso). E' anche presente l'opzione 50Hz-60Hz che si differenziano per la presenza di evidenti barre nere nel primo caso. Tutto questo però non impressiona mai, non si ha la senzazione di giocare ad un gioco per Dreamcast mentre, per citare un'altro platform, con Rayman 2 si notava sempre la sensazione che la consolle era sfruttata a dovere.

Sonoro

Nella media, niente di più. Le musiche di accompagnamento sono carine e fanno il loro dovere senza infastidire piu di tanto. Un discorso a parte va fatto per il parlato, se cosi si puo chiamare! Non è presente nessun tipo di doppiaggio vocale "umano", bensì i discorsi degli personaggi sono accompagnati dai versi del rispettivo animale mentre i sottotitoli scorrono nella parte bassa dello schermo. Se pensate che i versi degli animali siano carini, dopo un ora di Fur Fighters cambierete idea,ve lo garantisco.

Giocabilità

La meccanica di gioco non ha subito radicali differenziazioni rispetto ai tradizionali platform. Nel caso di Fur Fighters per procedere nei livelli dovrete segire gli ordini dati dal fantasma del vostro ex comandante e recuperare tutti i vosti figli. Il punto è che ogni animale potrà salvare solo i propri figli, questo comporta che se trovate un cucciolo di canguro mentre comandate un cane dovrete cercare il padre del piccolo e usarlo per liberare il figlioletto. Per cambiare personaggio durante il livello dovrete utilizzare dei teletrasporti, ma non potrete decidere che animale volete utilizzare perchè ogni teletrasporto è destinato ad un singolo animale, quindi dovrete anche girare per il livello per cercare il teletrasporto che fa per voi. Il cambio di animale non serve solamente per salvare i figli, ma sarà necessario perchè ogniuno dei sei protagonisti ha un'abilità unica che dovrà essere utilizzata per superare un punto particolare del livelli. Vediamole insieme: -Roofus il cane: puo scavare buche in punti particolari consentendogli di passare sotto ad alcuni muri. - Bungalow il canguro: Come ogni canguro che si rispetti, può saltare più in alto di tutti i suoi amici. -Chang il procione: Per la sua minuta statura può passare in ristrettissime aperture nei muri. -Juliette la gattina: grazie alle sue unghie può arrampicarsi su determinate superfici. -Rico il pinguino: Mentre tutti gli altri possono nuotare sulla superfice dell'acqua, lui può anche immergersi. -Tweek il drago:Può spiccare piccoli balzi per raggiungere zone altrimenti inaccessibili. Il sistema di controllo è identico a quello usato per MDK2 e risulta all'inizio decisamente ostico. Utilizzerete la levetta analogica per mirare, la croce direzionale per cambiare arma e i tasti dorsalii per muoversi. Per sparare utilizzerete la levetta frontale R mentre la levetta L servirà per saltare. E' possibile anche cambiare il sistema di controllo utilizzandone uno più consono alle vostre abitudini, questo è un fatto soggettivo, io ho trovato un po di difficoltà ad abituarmi ai controlli standard ma dopo un po di pratica tutto è andato bene. A voi la scelta... Come in tutti i platform i nemici abbondano, e non sarà facile avere la meglio nonostante possiate disporre di un arsenale molto vasto. Inizierete con una pistola ma potrete recuperare una ventina di armi diverse che variano dai mitra ai fucili al plasma. Sono presenti anche dei piccoli enigmi che servono a spezzare la frenesia dell'azione. Quindi molta frenesia intervallata da qualche sezione in cui dovrete ragionare un po di più, in definitiva siamo nello standard degli attuali platform, da questo punto di fista qundi Fur Fighters diverte senza utilizzare particolari innovazioni al gameplay.

Conclusione

Fur Fighters è un gioco divertente e ben congeniato ma può stufare molto presto. La ricerca di tutti i ciccioli è alquanto frustrante cosi come la meccanica di gioco, che può essere alla lunga ripetitiva. Un punto a suo favore può essere la modalità multiplayer che permette di dividere lo schermo in quattro e decidere se giocare in prima o terza persona. Nel complesso è un bel gioco ma un gradino sotto a Rayman 2.