Oggi alle ore 17:00
MediEvil
Oggi alle ore 17:00
Celebriamo il ritorno di Sir Daniel con una live esplosiva!

Recensione Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia

Il famoso topo torna a far visita alla PSP

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Psp
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Un topo che parla italiano

Abituati come siamo a importare brand di successo nel nostro Paese, suona strano venire a conoscenza del fatto che Geronimo Stilton è nato dalla penna dell’italianissima Elisabetta Dami. Pur vivendo da pendolare tra Milano e Sedona, in Arizona, non possiamo che provare un patriottico orgoglio per una saga letteraria per bambini che ha saputo vendere ben 45 milioni di copie in 150 diversi paesi. Numeri da capogiro che in qualche modo rivaleggiano con il più famoso Harry Potter e la sua brillante creatrice J.K. Rowling.
Come ormai capita a qualsiasi prodotto di successo, anche Geronimo Stilton, intelligentissimo e temerario topo tutto azione ed buon cuore, è stato trascinato da un medium all’altro: da romanzo è prima diventato serie TV, con due stagioni da ventisei episodi ciascuna, e poi videogioco.
L’esordio è avvenuto circa un anno fa, sempre su PSP, con Geronimo Stilton Nel Regno Della Fantasia. Questo seguito, che rappresenta appunto un “ritorno”, come giustamente annotato nel titolo, riprende tutte le buone caratteristiche che furono dell’originale e le ripropone quasi identiche.

Tra enigmi e personaggi spassosi

Come ogni prodotto culturale legato a Geronimo, anche in Ritorno Nel Regno Della Fantasia la trama svolge un ruolo dominante nell’ecosistema dell’avventura.
Tutto inizia una notte meteorologicamente e metaforicamente tempestosa. Ai tuoni e fulmini infatti, fanno eco i disturbi di stomaco che hanno sorpreso, per modo di dire, il povero Geronimo, che si è coraggiosamente messo alla prova in una gara di abbuffata di spaghetti. Il malessere viene superato con l’apparizione del fiero e maestoso Drago Dell’Arcobaleno. Ambasciatore di Floriana Del Flor, regina del Regno delle Fate, preleva in fretta e furia il nostro, dando così il via all’avventura. Giunto sul luogo, Geronimo verrà convocato per ritrovare un misterioso manufatto che serve disperatamente alla reggente e dopo un breve preambolo verrà a formarsi l’improbabile Compagnia della Felicità, che rimanda con poca vergogna a quella che fu dell’Anello nella famosa epopea di Tolkien.
L’intreccio narrativo non spicca certo per originalità, ma il cast di protagonisti è dotato di sufficiente carisma per strappare risate e affascinare la giovane utenza al quale il titolo è rivolto. Geronimo trasmette tranquillità e affidabilità, mentre si affanna per aiutare chiunque si trovi in difficoltà. Pustola, un piccolo camaleonte, si dimostra un simpaticissimo e impacciato aiutante. Oca Quaquà non perde mai occasione per parlare, ma si dimostra una materna infermiera utile in più di un’occasione. Oscar Arafaggio dispensa consigli e non tarderà ad entrare nelle simpatie dei più piccoli. Floriana Del Flor, dal canto suo, lascia a bocca aperta grazie alla voce profonda e alla presenza quasi eterea.
Il cast, tra protagonisti e semplici comparse, è veramente ampissimo ed è praticamente impossibile imbattersi in figure che lasciano indifferente l’utente, indipendentemente dalla lunghezza del loro copione. Non va poi dimenticato l’ottimo lavoro di doppiaggio: i vari attori che hanno prestato la voce ai personaggi sono stati abilissimi nel caratterizzarli ulteriormente.

Da questo punto di vista insomma, Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia il Videogioco si dimostra un prodotto impeccabile e ottimamente confezionato. Pur non presentando un plot originalissimo, l’avventura si dimostra stuzzicante e sufficientemente ammaliante da invogliare i più piccoli a scoprire come andrà a finire.
Il gameplay può essere diviso in due distinte sezioni.
La prima vi permetterà di controllare direttamente Geronimo all’interno di piccole ambientazioni. Utilizzando lo stick analogico potrete muovere l’avatar, parlare con i personaggi e scovare chiavi e monete più o meno nascoste. Questi item che reperirete negli scenari torneranno utili per sbloccare alcuni piccoli extra e per ottenere degli indizi negli enigmi che vi ritroverete ad affrontare.
La seconda sezione del gioco riguarda infatti la risoluzione di enigmi, per quanto sarebbe più corretto parlare di prove in generale. La varietà infatti è assolutamente garantita. Si va dalla riposta di alcune semplici domande di carattere logico, spesso infestate da tremendi e malefici trabocchetti, a giochi d’abilità visiva, passando per veri e propri minigiochi da superare con l’aiuto di stick analogico e pulsanti. Nulla di complicato, beninteso, ma non dovrete aspettarvi una passeggiata di salute. La corsa a bordo di uno splendido unicorno, in cui evitare ostacoli e fastidiosi uccellacci, si dimostrerà piuttosto impegnativa. La costruzione di una torre pericolante a partire da oggetti di scarto metterà alla prova la vostra materia grigia. Una richiesta semplice, come può esserlo il cercare la figura geometrica più grande delle altre, può nascondere un insidioso tranello.
Stiamo naturalmente parlando di un prodotto rivolto a giovanissimi: chi mastica Professor Layton e Settimana Enigmista troverà di una semplicità disarmante ogni prova proposta, ma il bilanciamento di difficoltà è ideale per bambini d’età compresa tra gli otto e gli undici anni. Mamme, papà e zii rimarranno sicuramente soddisfatti dal modo in cui Geronimo stimolerà le menti di figli e nipoti, senza per questo frustrarli: ogni minigioco è riaffrontabile immediatamente un numero infinito di volte.

Dal punto di vista del gameplay quindi, Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia il Videogioco convince appieno. E’ pur vero che non fa molto per rinnovare la formula del predecessore, già ereditata a sua volta dal Professor Layton, ma ciò che conta è il risultato finale: ottimo e ideale per il pubblico a cui si rivolge.
Anche grafica e sonoro svolgono ottimamente il loro lavoro. Lo stile visivo adottato non si allontana affatto da quello dei libri e dei cartoni, risultando estremamente gradevole e chiaro anche per quanto concerne i menù. L’audio vanta simpatici motivetti musicali, effetti sonori ben campionati e il già lodato doppiaggio davvero incredibile per qualità di realizzazione.
Come se non bastasse le oltre sessanta prove proposte, impegneranno per non meno di una decina di ore i giovani utenti, tempo comunque piuttosto variabile in base all’abilità del videogiocatore di turno.

Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia Il Videogioco Il ritorno di Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia è un successo. Il personaggio creato dalla bravissima Elisabetta Dami è protagonista di un videogioco ben confezionato, sviluppato con condizione di causa e perfetto per il pubblico al quale si rivolge. Il gameplay, seppur privo di novità rispetto al predecessore e a qualsiasi episodio di Professor Layton, si dimostra efficacemente impegnativo e funzionale, mentre la trama, a fronte di un plot non troppo articolato, gode della presenza di un cast sfaccettato e sempre in grado di strappare una risata. Per questi motivi Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia il Videogioco è caldamente consigliato a tutti quei genitori o zii in cerca di un regalo stimolante e insieme ludico per i propri pargoletti.

Che voto dai a: Geronimo Stilton: Ritorno Nel Regno Della Fantasia Il Videogioco

Media Voto Utenti
Voti: 0
ND.
nd