Recensione Gottlieb Pinball Classic

Wii tilt together

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Wii
  • Psp
  • Il nonno dei passatempi in sala giochi

    O lo amate o vi è completamente indifferente...il flipper è un passatempo che ha divertito moltissime generazioni e che troneggiava nelle sale quando ancora i videogiochi erano agli albori. Quell'ammasso di legno, ferraglia, lucine e campanelli teneva banco tra i giovani di allora e, persino oggi (con le dovute migliorie tecnologiche) fa sempre bella mostra tra i coin-op nelle moderne sale gioco. La commistione di videogame e flipper nasce dall'esigenza di poter provare anche a casa propria a colpire con forza delle alette per lanciare una pallina nei meandri di un tavolo (virtuale) pieno di bonus, ma di altrettante insidie. Già le prime console, infatti, disponevano di un gioco di flipper nel loro parco software, ma mai nessuno si è riuscito ad imporre come una vera e propria killer application a causa, sopratutto, della natura limitativa del gameplay e del sempre troppo insufficiente realismo in relazione alla controparte "fisica". Non tutti i giochi di flipper però sono andati nel dimenticatoio: titoli come Pinball Fantasy, Dreams ed Illusions della mitica Team17 hanno lasciato il segno nel tempo e, tutt'oggi, sono ricordati tra i giochi per Amiga più belli. Avanzando cronologicamente troviamo qualche altro titolo degno di nota per le console 32bit, che hanno dato una marcia in più al genere introducendo la terza dimensione e di conseguenza un fattore di realismo mai visto fino ad allora. Con questo titolo originariamente sviluppato da System 3 su PSP e su Playstation 2, anche il Wii si affaccia in questo genere di nicchia, portando i giocatori indietro nel tempo di qualche lustro, nella speranza che qualche nostalgico abbia ancora voglia di assaporare le atmosfere delle sale gioco o dei bar in cui ci si incontrava per darsi sfida a colpi di tilt.

    Qualche monetina e tanta pazienza...

    La Gottlieb è stata sicuramente la più grande società americana per la produzione di flipper. I suoi primi tavoli risalgono agli albori degli anni '30, ed è per questo che Gottlieb Pinball Classic ne racchiude dieci tra i più belli e significativi della sua lunga storia, cosi da permettere a tutti di scoprire l'evoluzione dei flipper.

    Il titolo, infatti, nasce soprattutto come un omaggio alla stessa azienda, simulando addirittura le atmosfere dell'epoca attraverso la fedele riproduzione di una sala giochi in cui, grazie al nostro numero di crediti a disposizione, potremo decidere a che macchina giocare per migliorare le nostre abilità. Alcuni tavoli sono disponibili in modalità freeplay, mentre altri possono essere giocati solo dopo aver guadagnato abbastanza crediti.

    Questi ultimi potranno essere ottenuti giocando i tavoli disponibili e raggiungendo alcuni obiettivi, presentati nello specifico per ogni tavolo. Man mano che questi obiettivi saranno superati, altri tavoli diventeranno giocabili in modalità freeplay.

    Nella schermata dei titoli potermo scegliere tra diverse modalità:

    La sfida della Gottlieb - Modalità principale in cui si dovranno affrontare i tavoli in sequenza, con un massimo di tre tentativi per ognuno di essi, con lo scopo di raggiungere il punteggio minimo per passare al tavolo successivo.

    Sala giochi allenamento - Qui potremo giocare gratuitamente ai tavoli già disponibili in modalità freeplay, mentre per gli altri non ancora sbloccati dovremo prima accumulare altri crediti.

    Gioca torneo - Classica modalità per uno fino ad un massimo di quattro giocatori in cui si giocheranno tutti i tavoli in sequenza, con lo scopo di accumulare punti che saranno calcolati in base al raggiungimento di punteggi multipli di una prefissata soglia per ognuno dei tavoli

    Modalità payout: Questa modalità (non disponibile sin dall'inizio) permette di giocare a poker o a blackjack attraverso il tavolo Play-Boy, con lo scopo di aumentare il proprio credito.

    E' inoltre presente nel menu principale la Pinball Hall of Fame, ovvero una vera e propria stanza per gli appassionati, in cui troveremo informazioni e foto dell'azienda e dei flipper originali presenti nel gioco. Una sorta di visita virtuale. Ogni tavolo presenta in aggiunta un proprio sottomenù da cui potremo controllare gli obiettivi dello stesso, i record, le istruzioni proprie di ogni tavolo, un breve riassunto delle sua storia e persino la copia del volantino pubblicitario originale.

    La scelta dei dieci tavoli presenti nasce dall'esigenza di permettere al giocatore di vedere con i propri occhi l'evoluzione delle macchine da gioco. Si passa infatti dai tavoli elettrici, più spartani e "puliti", con il loro limitato numero di bonus, ma particolarmente suggestivi, fino ad arrivare ai tavoli elettronici, tecnologicamente avanzati e ricchi di bonus e modalità nascoste. Ai dieci tavoli classici, si aggiungono poi altre macchine che arricchiscono la nostra sala giochi virtuale. Troveremo infatti il Love Meter che, calcolando il nostro "livello erotico", ci potrà ricompensare con crediti extra, oppure Xolten, un veggente che, basandosi sul nostro segno zodiacale, ci predirà il futuro con la speranza di ottenere anche stavolta una ricompensa in crediti. Da menzionare inoltre Play-Boy, un tavolo storico in aggiunta anch'esso ai dieci tavoli classici, in cui dovremo riuscire a fare centro con la pallina negli alloggiamenti con i punteggi più alti senza l' ausilio delle classiche palette presenti nei normali flipper. Nella modalità pay-out, inoltre, potremo scommettere i crediti a nostra disposizione giocando su questo tavolo a Poker o a Blackjack.


    Wii does it better

    Tecnicamente parlando siamo di fronte ad un buon titolo. Le riproduzioni dei tavoli sfiorano la perfezione attraverso una grafica pulita e dettagliata ed una meccanica precisa. La fisica della pallina è realistica e convincente, sebbene talvolta porti alla frustrazione in alcuni tavoli, a causa di alcuni bonus di arduo accesso. E' possibile selezionare in tempo reale diversi tipi di visuali (mobili, panoramiche o ravvicinate) a seconda delle proprie esigenze, cosi da poter individuare la telecamera migliore per ogni tavolo. Il comparto sonoro è anch' esso realistico, riproducendo i suoni e gli effetti originali dei tavoli, con persino i rumori di sottofondo classici di una sala giochi. L'approccio con il Wiimote ed il Nunchuk è molto convincente e porta la versione per Wii ad essere superiore rispetto alle controparti per PS2 e PSP, introducendo maggiore realismo e coinvolgimento. Potremo infatti controllare lae palettae sinistra del flipper con il tasto B del Wiimote e quellae destra con il grilletto del Nunchuk, e rendere, quindi, l'esperienza di gioco più simile a quella reale. La distanza dei due controller simula efficacemente quella dei tasti nei flipper veri. Potremo inoltre smuovere il tavolo verso sinistra o verso destra agitando i due controller singolarmente. Questa tecnica, inizialmente poco usata dai principianti, si rivelerà invece di fondamantale importanza per riuscire a mandare la pallina nella direzione giusta, o per evitare che essa cada inesorabilmente al di sotto delle nostre palette. Ovviamente l'abuso di questa possibilità porterà all'inesorabile tilt.


    Gottlieb Pinball Classic Gottlieb Pinball ClassicVersione Analizzata Nintendo WiiGottlieb Pinball Classic non è un titolo per tutti. Gli appassionati dei flipper lo troveranno sicuramente un gioco valido e stimolante (e possono aggiungere tranquillamente un punto al voto finale). Chi si avvicina, invece, per la prima volta al mondo dei flipper si troverà di fronte ad un gioco che racchiude, nel suo gameplay limitato ma nello stesso tempo molto impegnativo, una sfida davvero difficile che potrebbe portare ad una facile frustrazione. La versione per Wii vanta di maggiore realismo e coinvolgimento grazie alla natura del suo controller anche se, chi non ama i videogiochi sui flipper a prescindere, non sarà di certo spinto a cambiare idea semplicemente grazie ad una innovazione nei comandi di gioco. Il prezzo budget potrebbe però essere una molla per avvicinare anche coloro che non hanno mai giocato ad un flipper a questo genere di gioco così affascinante e ricco di storia.

    7

    Che voto dai a: Gottlieb Pinball Classic

    Media Voto Utenti
    Voti: 10
    6.8
    nd