Recensione Il Mio Coach di Benessere

Tenersi in forma giocando con il DS. Possibile?

Recensione Il Mio Coach di Benessere
Articolo a cura di
Disponibile per
  • DS
  • Il processo di assottigliamento della linea di demarcazione fra Universo Videoludico e Universo Interattivo ha eseguito una brusca accelerazione negli ultimi tempi. Le console hanno allargato sempre di più la loro sfera di influenza, diventando, piuttosto che semplici macchine da gioco al servizio dell’intrattenimento, veri e propri centri multimediali casalinghi.
    Da qualche anno a questa parte, soprattutto con l’uscita delle console Nintendo DS e Wii, la politica di molte società, abbracciata in pieno fra le altre da Ubisoft, è stata quella di produrre titoli che trascendano il concetto base del videogioco, ovvero l’intrattenimento. I vari titoli dedicati all’ llenamento della nostra mente (Brain Training, Brain Challenge, Big Brain Academy, etc. ) solevano propagandare un gioco che divertisse da un lato, e che aiutasse nel contempo il sano esercizio cerebrale dall’altro. Con “Il mio coach di benessere” si va ancora oltre. Il prodotto, sulla scia de "La guida in cucina", vuole essere semplicemente un software funzionale, ed è praticamente soppressa l’anima videoludica: ciò che rimane è un manuale che giornalmente ci guida alla corretta gestione del nostro fisico, attraverso il quotidiano esercizio motorio (scandito da un podometro allegato alla confezione del gioco) e la severa attenzione per l’alimentazione, in aggiunta a tanta pazienza e costanza.

    Perdere peso.

    Non possedendo periferiche aggiuntive alla stregua del Wii Fit, “Il mio coach di benessere” necessita di un costante aggiornamento manuale da parte del giocatore. Non appena avviata la prima sessione di gioco, verrà chiesto all'utente di inserire i propri dati personali relativi a statura, peso, ed età, in modo da calcolare nella maniera più precisa possibile il personale IMC (Indice di Massa Corporea, ovvero il rapporto fra peso/altezza), fattore essenziale per decretare lo status fisico del giocatore. Ne consegue che il gioco si proponga come sapiente guida al controllo del nostro corpo, nel caso l’IMC si attesti nel range positivo relativo a fisico ed età, o alla correzione di determinate abitudini, nel caso l’IMC invece suggerisca una non perfetta forma fisica. Il mio coach di benessere struttura tutte le operazioni di mantenimento del proprio peso forma o il lavoro indispensabile per raggiungerlo in quattro fasi fondamentali: Pedometro, Prove, Attività fisica, ed Equilibrio energetico (sezione alimentare), che dovrebbero rappresentare la retta via da seguire per un giusto trattamento del nostro corpo. Giornalmente, il nostro coach (un semplice omino stilizzato, dal design comunque divertente) imposterà obiettivi precisi riguardanti tutti e quattro i punti sopracitati, di difficoltà crescente, supponendo che il giocatore si alleni con dedizione e costanza. Solitamente nessuno degli obiettivi da perseguire appare mai troppo difficoltoso, sono piuttosto dei semplici esercizi da completare in una manciata di minuti. Del tipo: “fai 6000 passi”, oppure “consuma una brocca d’acqua durante un pasto”. Il motto del gioco è “Col tempo, i piccoli passi fanno la differenza”, di conseguenza mai ci verrà chiesto di passare ore ad allenarci, o fare estenuanti maratone. Alla base però vi è una totale fiducia riposta nel giocatore, in quanto ogni singolo dato, dalla conferma nell’aver completato un esercizio al corretto utilizzo del pedometro, è facilmente corrutibile. Ovviamente barare è completamente inutile, dato che non vi è assolutamente nulla da sbloccare con il proseguimento del gioco, da qui l’insensatezza di qualunque comportamento da furbi.
    Oltre alla sezione relativa al lavoro quotidiano, il gioco mette a disposizione anche uno Zaino, grazie al quale è possibile consultare il proprio status e aggiornare il proprio peso ed altezza (da fare ogni qual volta si verifichi un cambiamento), ammirare i traguarti raggiunti fino a quel momento, oppure dilettarsi con alcuni giochi proposti, che sostanzialmente si riconducono tutti ad un quiz riguardante sport e attività fisica.

    Conclusioni... e dubbi.

    Strategicamente è stato scelto il periodo estivo come data di lancio del titolo, stagione in cui la pressione sull’estetismo è maggiore in vista della famosa “prova costume”. Rigirando la medaglia però, l’afa che opprime gran parte dell’emisfero boreale probabilmente inficierà sul numero di coraggiosi che si eserciteranno quotidianamente in piegamenti, passegiate, flessioni e quant’altro.

    I dubbi più pressanti scaturiscono però per altri motivi. A destare qualche sospetto è un messaggio che campeggia immediatamente dopo l’accensione. Testualmente: “ciò che viene visto e affermato in questo prodotto rappresenta l'opinione degli autori e non dovrebbe essere considerato il frutto di uno studio scientifico”. Sarebbe stato senza dubbio più elegante (ma evidentemente più costoso) strutturare un software professionale, in grado di vantare una certa sicurezza nel dispensare consigli per l'allenamento ed il mantenimento della forma fisica. In presenza di questo allarmante annuncio, il lavoro teorico alla base de Il mio coach di benessere appare meno incisivo.
    In breve, il titolo può considerarsi un personale diario interattivo, capace di gestire ed organizzare tutti i nostri dati, e di fornire in base ad essi un trattamento soggettivo per la corretta gestione del nostro corpo, dal punto di vista fisico e alimentare. La categoria di giocatori a cui si riferisce non è ovviamente quella classica, che non troverà spunti ludici interessanti, ma come gli stessi sviluppatori asseriscono “My Weight Loss Coach permette ai casual gamers di avvicinarsi a qualcosa di innovativo”. Da questo punto di vista, se il software diventerà -per chi cerca una maniera di allenarsi e mantenersi in forma- una buona scusa per mettersi in moto o fare qualche esercizio, il prodotto avrà raggiunto la sua specifica funzione.

    Il Mio Coach di Benessere Il Mio Coach di BenessereVersione Analizzata Nintendo DS"Il mio coach di benessere" si propone come un prodotto totalmente atipico. Difficilmente catalogabile come Videogioco, trova la sua più consona locazione fra quei prodotti alternativi, che puntano sull'effetto novità e su un pubblico diverso dai classici giocatori. Acquisto consigliato per chi cerca un modo indolore e poco costoso per avere a disposizione un proprio personal trainer, una sorta di "agenda" capace di dispensare quotidianamente qualche semplice consiglio (pur sempre opinabile) e di tenere costantemente sotto controllo tutti i propri dati.

    Quanto attendi: Il Mio Coach di Benessere

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd