Recensione Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered

Le avventure di Lupo Solitario sbarcano anche su PC

Versione analizzata: PC
recensione Joe Dever's Lone Wolf HD Remastered
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Android
  • Mobile Gaming
  • Pc
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Ora che tutti i quattro capitoli di Joe Dever's Lone Wolf sono disponibili su piattaforme mobile (trovate il nostro parere nel dettaglio qui), confermando come con qualche lieve alto e basso la produzione si sia mantenuta su livelli narrativi e di gameplay più che buoni, e soprattutto abbia saputo offrire un ibrido tra e-book e vidoegame davvero fresco e originale, Forge Reply si prepara a far sbarcare le avventure di Lupo Solitario anche su PC tramite Steam. Al prezzo di circa 15 euro troverete tutti i quattro i capitoli finora distribuiti (che vanno a chiudere il primo arco narrativo, in attesa di un futuro sequel), naturalmente adattati alla fruizione via mouse e tastiera, e forti di una grafica rinnovata.

Libro-game

Per coloro che non avessero mai avvicinato la produzione, Joe Dever's Lone Wolf riporta la tradizione anni '90 del Librogame in ambito videoludico, mescolando la lettura delle pagine di un e-book a una componente ludica molto ben integrata nel contesto. Pensando a un classico videogame ispirato alle pagine di Joe Dever il risultato poteva apparire molto differente, ma i ragazzi di Forge Reply si sono impegnati per mantenere l'esperienza originale il più aderente possibile all'originale. Non stupitevi quindi se, lanciando il client del gioco, troverete la riproduzione digitale di un libro, da sfogliare proprio come si farebbe con un normale e-book. Naturalmente, la componente interattiva si affronta non solo nei classici bivi (dove si sceglie come affrontare un dato problema, con tutte le conseguenze del caso), ma anche nei combattimenti, dove tramite un'animazione molto elegante le illustrazioni "prendono vita", e portano a schermaglie a turni realizzate con un classico engine 3D. In tutto questo trovano posto anche la gestione di un classico inventario, la crescita del personaggio in pieno stile ruolistico, e momenti interattivi dedicati anche ad attività secondarie, come lo scassinamento delle serrature.
Questo particolarissimo mix di lettura, scelte e momenti videoludici più classici si ritrova sostanzialmente intatto anche su PC, dove il mouse va sostanzialmente a sostituire i comandi touch visti nelle versioni mobile, sia per sfogliare le pagine e compiere le varie scelte, sia per completare i brevissimi quick time event che accompagnano i combattimenti e alcune specifiche azioni di gioco. Relativamente a questi ultimi, il menu delle opzioni permette di completarli anche tramite tastiera, ma durante le nostre prove non ne abbiamo sentito particolare bisogno. Anche quando occorre seguire i simboli a schermo con il puntatore del mouse, la sensibilità del riconoscimento dei movimenti è risultata più che sufficiente per evitare momenti frustranti, confermando un ottimo lavoro svolto sui controlli.

Dal punto di vista grafico, il motore grafico rimane di base il medesimo, capace quindi di una modellazione poligonale non incredibile, ma l'aumento di risoluzione generale dona una nuova mano di lustro alle sequenze di combattimento tridimensionali, affiancate da animazioni tutto sommato piacevoli. In altre parole, la genesi mobile della produzione è visibile, ma questo non compromette un colpo d'occhio complessivamente piacevole, e molto azzeccato nel design. Peraltro, i requisiti rimangono molto contenuti, e permettono una tranquilla fruizione anche su macchine datate, e su portatili non specificamente dedicati al gaming.
Quanto alla qualità complessiva e alla longevità offerta dai quattro capitoli, considerata una durata dei due centrali leggermente inferiore, parliamo di circa 10 ore di gioco complessive, caratterizzate da una parte centrale un po' ripetitiva e accompagnata da un livello di difficoltà a volte troppo elevato, ma in grado di reggersi autonomamente controbilanciando con una narrazione di qualità, e uno stile di gameplay assolutamente originale. Il risultato è un gioco davvero diverso dalla media, adattissimo agli appassionati dell'opera di Joe Dever (e ai nostalgici dei Librogame in generale), ma non solo: grazie al continuo passaggio dalla lettura, ai momenti interattivi, ai combattimenti, Joe Dever's Lone Wolf può risultare molto interessante anche per chi non conosca il materiale d'origine, e abbia voglia di farsi catturare da un'esperienza ludica molto differente dalla media del videogioco di ruolo, dove l'immaginazione del lettore/giocatore recupera un suo fondamentale valore. Chiaramente, una certa passione per la lettura è necessaria per avvicinarsi al prodotto, ma l'elemento interattivo si interseca con la giusta frequenza alle pagine scritte, garantendo una dinamicità più che sufficiente a tenere lontana la noia anche per i meno pazienti.

Joe Dever's Lone Wolf Nella sua trasposizione per PC, Joe Dever's Lone Wolf non perde nulla dell'originale. Se è vero che la fruizione mobile rimane indubbiamente la più adatta per il particolare gameplay, va detto che il buon lavoro svolto sui controlli garantisce una fruizione piacevole anche tramite mouse e tastiera, e l'aumento di risoluzione conferisce un look più pulito alle sequenze di combattimento in tre dimensioni. Considerato il buon prezzo di lancio e le dieci ore di intrattenimento di qualità garantite, consigliamo senza riserve il gioco a tutti coloro in cerca di un'esperienza ruolistica diversa dal solito, e naturalmente a tutti gli appassionati dell'opera di Joe Dever.

8

Che voto dai a: Joe Dever's Lone Wolf

Media Voto Utenti
Voti: 14
7.7
nd