Adesso online
Giochiamo in diretta con la modalità Battle Royale!

Kirby's Blowout Blast Recensione

La modalità Sfida 3D Kirby si separa da Planet Robobot e diventa un action puzzle che arricchisce la ricetta originale con nuovi stage, nemici e boss.

Versione analizzata: Nintendo 3DS
recensione Kirby's Blowout Blast
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
Andrea Fontanesi Andrea Fontanesi sceglie (in)consapevolmente di votarsi al videogioco fin dalla più tenera età, quando, negando alla madre il piacere popolare della prima parola dedicata, pronuncia un “Ma” pregno di speranza assieme a un “rio” assai meno poetico. Crescendo si lascia sedurre dal fascino della scrittura per infine realizzare, dopo ben ventisei anni, che le due passioni, quando si compenetrano, sono in grado di donargli enormi soddisfazioni. Strenuo sostenitore dello sperimentalismo audiovisivo, nutre da sempre un sano interesse per il cinema d’animazione, ed è inoltre profondamente legato all’arte del doppiaggio, che pratica tutt’ora a livello amatoriale.

Proseguono le celebrazioni per i venticinque anni di attività del prode Kirby, la mascotte tutta curve che, nel tempo, si è fatta tanto amare sulle svariate console di casa Nintendo. Dopo Team Kirby Clash Deluxe, che poco ci aveva convinto per formula di gameplay e per la scelta del modello di business, questo mese vede l'avvento su 3DS di Kirby's Blowout Blast, versione estesa e stand-alone della modalità Sfida 3D Kirby, che molti di voi ricorderanno come parte integrante del divertente Kirby: Planet Robobot. Un minigioco che, nella sua forma originale, non era nient'altro che un semplicissimo action game a quadri statici, che sfruttava uno dei talenti più noti del protagonista - l'essere in grado, cioè, di risucchiare e poi sputare i nemici - per imbastire una tradizionale sfida a punteggio, completabile in non più di una manciata di minuti.
Fermo restando che la riproposizione pedissequa di un titolo nato per essere soltanto un'appendice non avrebbe avuto molto senso, cosa è stato fatto, allora, per rendere questa ricetta appetibile anche in un formato a se stante? Che sia questa l'occasione giusta per cominciare a fare degli auguri sinceri al nostro roseo festeggiato?

Aspira e spara

Dal nostro punto di vista, Kirby's Blowout Blast parte da premesse opposte a quelle del suo collega Team Kirby Clash Deluxe per giungere, tuttavia, a risultati assai più soddisfacenti. Non fatichiamo infatti ad affermare che Sfida 3D Kirby non beneficiasse di un'ossatura ludica particolarmente pregna o accattivante, com'era invece, nel suo aspetto primordiale, quella di Squadra Kirby in Azione, che di Clash Deluxe ha posto le fondamenta. Eppure siamo convinti che con Blowout Blast gli HAL Laboratory abbiano saputo lavorare molto meglio nell'ottica di rendere il prodotto godibile seppur svincolato dal suo episodio di riferimento, quel Planet Robobot che dapprincipio ne fece da contenitore d‘eccellenza. Le meccaniche principali rimangono quelle semplici del suo minigame di riferimento: Kirby si muove lungo lo stage di turno con l'unico scopo di giungere incolume alla fine della competizione entro un limite di tempo di qualche minuto, raccogliendo monete di tanto in tanto, facendo piazza pulita dei nemici che si palesano ad ondate, e insomma cercando di accumulare un congruo quantitativo di punti per ottenere infine una classica medaglia da podio. Si può incrementare lo score di ciascun livello soddisfacendo alcune condizioni standard quali non subire alcun danno, racimolare tutte le monetine, eliminare tutti i villain o terminare la sfida prima di un certo minutaggio. Soprattutto, il punteggio cresce esponenzialmente sbaragliando più avversari nel minor numero di attacchi possibile. È quest'ultima, a conti fatti, la vera peculiarità del gameplay di Sfida 3D Kirby così come, per osmosi, di quello di Kirby's Blowout Blast. I piccoli antagonisti di Kirby, difatti, si presentano in campo secondo formazioni e pattern molto specifici, che rendono la capacità di aspirazione e rigetto del nostro avatar paffuto molto consona, se sfruttata col giusto tempismo, a spazzarli via simultaneamente in pochi colpi, inanellando delle combo parecchio fruttuose. Per esempio, basterà attendere che tre Waddle Dee si allineino perfettamente per sputar loro addosso un compagno precedentemente fagocitato, così da spazzarli via come birilli del bowling e osservare il proprio contatore mentre schizza alle stelle.

Così sviluppata, la ricetta guadagna insomma un piglio puzzle - per certi versi quasi strategico - capace di rendere le dinamiche di gioco un tantino più stimolanti. Comunque, definiti i cardini, cosa rende Kirby's Blowout Blast un'evoluzione effettiva e piacevole di Sfida 3D Kirby? In primo luogo, la sua sostanziale riprogettazione in termini di level design. Abbandonati gli scenari a inquadratura fissa del primigenio, la nuova incarnazione del prodotto consta difatti di cinque "cluster" di livelli - e di alcuni stage segreti, sbloccabili solo grazie alla bontà delle proprie performance - dove le ambientazioni diventano a scorrimento, e in cui la camera virtuale, dalla pseudo-isometria del minigame di provenienza, si lascia andare a movimenti di macchina decisamente più estrosi e dinamici. I più di venticinque stage, di conseguenza, si articolano stavolta in una manciata di step progressivi, che presentano l'alternarsi in scena dei più svariati mostriciattoli di Dream Land, gran parte dei quali assenti nella versione precedente. I cattivi si differenziano anche per dimensione, col risultato che, risucchiando quelli più corpulenti, Kirby diviene a sua volta più gonfio, così da espellere proiettili più devastanti.

Il titolo gode altresì di alcune boss fight di fine "mondo" confezionate per l'occasione. Se in Sfida 3D Kirby erano infatti poche e prive di mordente, questa volta dovremo vedercela con alcune tra le personalità più iconiche di Planet Popstar, con l'immancabile King Dedede ad anticipare i titoli di coda con un gustoso confronto "à la Davide e Golia". Pur trattandosi di una piccolissima parentesi esterna alla serie regolare, insomma, Kirby's Blowout Blast fa tutto ciò che serve per mostrarsi nella miglior forma auspicabile, non rinunciando neppure alla compatibilità con alcuni amiibo della Kirby Collection e della linea Super Smash Bros, sfruttando i quali si ottengono musiche a tema ed elementi cosmetici per abbellire l'hub di gioco. Fra le riproposizioni autonome degli extra videoludici a tema Kirby - mettiamo in lista anche i vecchi A Ritmo con Dedede e Duello Kirby - siamo convinti che questo sia l'adattamento più equilibrato, che i fan più accaniti della simpatica pallina dagli occhi dolci non faticheranno ad apprezzare, sempre che venga preso per quello che è: un passatempo mordi e fuggi, realizzato, però, con tutte le attenzioni del caso.

Kirby's Blowout Blast Recuperando il DNA ludico di Sfida 3D Kirby, Kirby’s Blowout Blast porta su Nintendo 3DS una formula action-puzzle per giocatore singolo tanto semplice quanto funzionale a un tipo di fruizione disimpegnata, votata a partite anche molto veloci. Il pacchetto porta in dote una ventina di nuovi stage, strutturati in modo più dinamico, rimpinguati di un ventaglio di avversari variegato e di boss inediti pronti ad essere sfidati a suon di proiettili sputacchiati. Compatto e "quadrato", il titolo ha il solo limite di durare davvero poco, diremmo non più di un’oretta - a cui solo i malati dell’high score farebbero bene ad aggiungere qualche sessione di gioco aggiuntiva. Chi non vedesse in ciò un limite, comunque, farebbe bene a non sottovalutare quello che potrebbe rivelarsi senza problemi un perfetto divertissement estivo. In attesa, ovviamente, di proseguire i festeggiamenti con i veri pezzi da novanta, quali il capitolo per 3DS in arrivo in inverno e, soprattutto, il nuovo Kirby per Switch, atteso invece per il 2018.

7.2

Quanto attendi: Kirby's Blowout Blast

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 8
54%
nd